Addestrare il cane

Addestrare il cane

21-10-2013 - scritto da Cinzia I.

Come educare il cane appena entrato in famiglia, sia che si tratti di un cucciolo sia di un cane adulto

I consigli utili per un buon addestramento del cane

Addestrare il cane Avete optato per la scelta più giusta: accogliere in casa un cane, ma vi trovate in difficoltà perche non sapete da dove partire per l’addestramento e per stabilire le regole di casa? Niente paura, le soluzioni ci sono, basta avere solo un pochino di pazienza.

Chiaramente occorre distinguere se il cane giunto in famiglia è un cucciolo o un cane adulto/anziano. Nel primo caso di certo ci troveremo di fronte ad un giocherellone che fa la pipì dove capita e si arrampica ovunque, mentre con il pet più grande, potremmo avere a che fare con un gioiello di educazione o con un cane con problemi comportamentali, ai due estremi.

Con il cucciolo, prima ancora di passare alle regole dell’obbedienza (errore che fanno in molti) è buona norma concentrarsi sulla socializzazione, sia con gli altri membri della famiglia che con i cani del vicinato.

Il secondo step è quello dell’educazione a ciò che è bene o male che faccia. E questo forse è il passo più difficile. Se il piccolino salta in continuazione quando torniamo a casa, ci viene in braccio sul divano, o mentre stiamo a tavola, o peggio distrugge il rotolo della carta igienica nel bagno o scava in tutte le piante dell’appartamento o giardino, ci verrà spontaneo dire e pensare che è simpatico e carino e carezzarlo amorevolmente.

Niente di più sbagliato, perché così penserà di aver fatto bene. Riflettete: crescerà e potrebbe farvi le feste saltandovi addosso con i suoi magari 60 chilogrammi di peso!

La regola di base è quella di premiare il comportamento positivo e di ignorare quello negativo. Mostrare quello positivo nei momenti tranquilli e distrarlo offrendogli un comportamento alternativo nel momento in cui sbaglia o potrà sbagliare.

Un esempio? Si avvicina qualcuno al cancello ed il cane abbaia aggressivo? Lanciargli un pallone per farlo giocare può aiutare, come pure premiarlo quando l’ospite oltrepassa la soglia e dimostra di essersi calmato. Le tecniche in tal caso sono numerose, ci si può anche affidare ad un clicker, un piccolo strumento che emette un lieve suono capaci di catturare la sua attenzione.

Le strategie sono le stesse sia con i cani piccoli che con gli adulti, anche se con questi ultimi può essere più difficile, perché magari sono stati educati per anni in altro modo. Nei casi più difficili ci si può rivolgere ad un comportamentalista, ma tendenzialmente, come è noto, il cane è un animale intelligente e se voi sarete fermi sulle vostre posizioni, senza confonderlo, presto capirà le regole della nuova casa e la convivenza diventerà una magnifica avventura.

Raccontateci la vostra esperienza!

Foto: Flickr




A cura di Cinzia I. e della Redazione di ForumSalute
ForumSalute: Salute, Benessere, Medicina, Gravidanza, Test
ForumSalute su Facebook
ForumSalute su Twitter
ForumSalute su Google+





Forumsalute.it © UpValue srl Tutti i diritti riservati.
C.F., P. IVA e Iscr. Reg. Imprese Milano n. 04587830961   |  Privacy   |  Credits

CHIUDI
POTREBBERO INTERESSARTI
Come affrontare la rinite allergica nel 2015

Poche cose, ma chiare. Ecco quello che ogni rinitico dovrebbe considerare all'inizio della stagione dei pollini.

Leggi l'articolo
Genitori E Figli: L'importanza Di Un Dialogo Rispettoso

Di fronte all'acne dei nostri figli dobbiamo muoverci con delicatezza, supportandoli e aprendo con loro un dialogo sincero

Leggi l'articolo