ForumSalute

Allergie: come curarle?

Allergie: come curarle?

22-09-2016 - scritto da Francesca F. Salute

L’esclusione dalla propria vita dell’allergene responsabile dell’allergia è la soluzione ideale; con i farmaci si possono solo controllare i sintomi.

Cosa fare in caso di allergie che colpiscono la cute o l'apparato respiratorio.

Allergie: come curarle?

In caso di allergie la prima terapia da mettere in atto, quando possibile, è l’individuazione e l’allontanamento dell’agente responsabile della manifestazione allergica.

 

DERMATITE DA CONTATTO 

E' bene ricordare che l’eccessiva sudorazione, la scarsa traspirazione cutanea, l’uso di indumenti troppo attillati, l’uso di detergenti aggressivi sono tutti fattori che predispongono alla dermatite allergica da contatto: le manifestazioni di questo tipo di dermatite si possono contenere attraverso una corretta idratazione della pelle dopo ogni detersione, proteggendo le mani con guanti, con l’uso di creme ad effetto barriera per le mani e prediligendo l’uso di indumenti di fibra naturale anziché sintetica.

Se nonostante questi accorgimenti compare il quadro sintomatologico tipico della dermatite da contatto si possono assumere antistaminici per ridurre il prurito e si possono applicare creme a base di corticosteroidi sulle lesioni.

 

DERMATITE ATOPICA

Se le lesioni cutanee sono riconducibili a dermatite atopica è opportuno ricordare che la patologia è dovuta ad un’anomalia della barriera cutanea che può peggiorare con il consumo di particolari alimenti o per contatto con specifici allergeni: è molto importante usare sempre dopo il bagno o la doccia prodotti dalle spiccate proprietà emollienti per idratare la pelle, ridurre il prurito, migliorare la funzione barriera della cute e ridurre il bisogno di ricorrere all’uso di creme cortisoniche per ridurre il fastidio e l’entità delle lesioni cutanee; le creme cortisoniche, in ogni caso, vanno applicate solo sulla cute perfettamente idratata.

 

ORTICARIA 

In caso di manifestazioni cutanee riconducibili all’orticaria, la terapia d’elezione è rappresentata dall’uso di antistaminici, anche se nei casi più gravi si può ricorrere alla somministrazioni di corticosteroidi.

 

ALLERGIE RESPIRATORIE

Quando l’allergia colpisce l’albero respiratorio, e questo può accadere non solo in primavera ma tutto l'anno (si parla di rinite allergica cronica) si può ricorrere agli antistaminici per ridurre gli starnuti, il gocciolamento nasale, il prurito di naso e occhi, ma la loro somministrazione non riduce la sensazione di naso chiuso; in caso di lacrimazione profusa può essere utile l’uso di colliri antistaminici. I decongestionanti nasali sono dei rimedi sintomatici da utilizzare solo e soltanto per il tempo necessario a risolvere l’eccessiva congestione nasale, l’edema e per migliorare il drenaggio del muco.

 

SHOCK ANAFILATTICO

In caso di reazione allergica grave si può manifestare lo shock anafilattico i cui sintomi sono bruciore, calore, abbassamento della pressione, senso di svenimento, prurito, crampi, vomito, nausea.

In tal caso il soggetto colpito deve essere aiutato a sdraiarsi e a sollevare le gambe e si dovrebbe intervenire tempestivamente con un’iniezione di adrenalina salva-vita per prevenire l’abbassamento della pressione arteriosa, rilassare la muscolatura bronchiale e fare regredire orticaria e prurito. 




A cura di Francesca F. Salute
ForumSalute
Forumsalute su Facebook
Forumsalute su Twitter
ForumSalute su Google+
Francesca F. Salute su Google+



Articoli che potrebbero interessarti

Cibi antinfiammatori contro la rinite allergica

Cibi antinfiammatori contro la rinite allergica

La rinite allergica fa parte di quelle manifestazioni avverse che il sistema immunitario mette in atto quanto entra in contatto con sostanze che vengono percepite come nocive, anche se, di fatto, non lo sarebbero. Le sindromi respiratorie...

23/04/2017 - scritto da Paola P.

Allergia ai pollini? 5 trucchi per ridurre i sintomi

Allergia ai pollini? 5 trucchi per ridurre i sintomi

Per chi è soggetto a pollinosi, la primavera si trasforma in un incubo. Altro che godere dei primi caldi e delle belle e lunghe giornate! Quello che invece succede è che ci si ritrova con il naso tappato, gli occhi...

23/04/2017 - scritto da Paola P.

Forumsalute.it © UpValue srl Tutti i diritti riservati.
C.F., P. IVA e Iscr. Reg. Imprese Milano n. 04587830961   |  Privacy   |  Credits

CHIUDI
POTREBBERO INTERESSARTI
Spotting: devi preoccuparti?

"Strane" perdite di sangue tra una mestruazione e l'altra? Lo spotting è un fenomeno comune, non sempre un problema. Ma non minimizzarlo!

Ecco le cause.
Pausa pranzo velocissima?

Al lavoro hai una pausa pranzo di pochi minuti? Mangi davanti al pc o in piedi al volo in negozio? Ecco i cibi su cui devi puntare per restare in forma.

Prenditi un break!

Per offrirti il miglior servizio questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni qui.

X