ForumSalute

Come evitare un’intossicazione alimentare

Come evitare un’intossicazione alimentare

07-05-2015 - scritto da Cinzia I.

Alcuni buoni consigli da mettere in pratica in cucina per prevenire un'intossicazione alimentare.

Le giuste temperature a cui cuocere la carne, per evitare disturbi intestinali.

Come evitare un’intossicazione alimentare

Intossicazione alimentare? No grazie, meglio agire di prevenzione! Ma in che modo questo è possibile? Dipende sempre da noi? Fondamentale è comprenderne le cause e cercare di evitarle.

Va detto prima di tutto che un'intossicazione alimentare, come ad esempio la salmonellosi, che è la più frequente, è provocata dall’assunzione di cibo contaminato, da batteri, virus, parassiti o – cosa molto più frequente - dalle loro tossine.

La contaminazione può avvenire in qualunque momento della produzione o preparazione di un alimento, quindi a volte può capitare di acquistarlo già alterato. Questo accade di rado in Italia, dove le regole sanitarie ed igieniche per la produzione e distribuzione dei cibi sono all’avanguardia e vengono fatti numerosi controlli.

Per andare sul sicuro, è opportuno al momento dell’acquisto controllare la data di scadenza ed il confezionamento integro del prodotto e, una volta aperto, verificarne l’aspetto e l’odore prima di mangiarlo.

Ma più in generale, come possiamo evitare un’intossicazione alimentare? Ecco i consigli da non trascurare quando ci si mette in cucina:

  • Prima della preparazione dei cibi lavare sempre le superfici e gli oggetti utilizzati, ma prima ancora le mani, con acqua e sapone. Lo stesso andrà fatto subito dopo
  • Quando si fa la spesa è meglio conservare i cibi crudi acquistati (carne, pesce, frutti di mare) lontano da altri alimenti, in modo da scongiurare un’ulteriore contaminazione
  • Mangiare preferibilmente cibi cotti (la cottura uccide la maggior parte degli organismi nocivi), ma prestando attenzione alla corretta temperatura: la carne trita ad esempio utilizzata per il ragù o un hamburger andrebbe cotta almeno a 71,1°C, mentre le bistecche o le braciole almeno a 62,8°C, ed il pollo ed il tacchino a 73,9°C
  • Mettere subito (entro due ore dall’acquisto)  in frigorifero o nel congelatore gli alimenti facilmente deperibili (come il latte fresco ad esempio). In estate il cibo si deteriora più facilmente, per questo le infezioni batteriche sono più frequenti. Ecco perchè, con temperature superiori ai 30,° si consiglia di non mantenere alimenti più di 60 minuti fuori dal frigo
  • Scongelare il cibo in modo corretto. E’ un errore piuttosto comune quello di lasciar scongelare con gradualità i cibi a temperatura ambiente: meglio nel frigo o più rapidamente nel microonde!
  • In caso di dubbi buttare subito il tutto: meglio evitare di assaggiare per sentire se quell’alimento è ancora buono

 

Fonte: Mayo clinic

Foto: Flickr




A cura di Cinzia I.
ForumSalute
ForumSalute su Facebook
ForumSalute su Twitter
ForumSalute su Google+



Articoli che potrebbero interessarti

Video: curiosità pazzesche sul meteorismo

Video: curiosità pazzesche sul meteorismo

Il meteorismo ha molte cause. Tra le principali senz'altro la cattiva alimentazione e alcune pessime abitudini come quella di mangiare di fretta e voracemente, magari fumando tra una portata e l'altra, masticando poco i...

26/04/2017 - scritto da Francesca F. Salute

Sintomi, diagnosi e cure della sindrome di Dunbar

Sintomi, diagnosi e cure della sindrome di Dunbar

olpisce soprattutto donne giovani e di esile costituzione con sintomi spesso confusi con altre più comuni patologie gastroenteriche tra cui la sindrome dell’intestino irritabile. E invece la sindrome di Dunbar, anche detta...

13/02/2017 - scritto da Paola P.

Dolore all'addome, tutte le cause

Dolore all'addome, tutte le cause

  Dolore all'addome, mal di pancia, mal di stomaco, alla milza, ecc.: tanti modi diversi per indicare un sintomo molto frequente a tutte le età. Stabilire quali sono le cause dei dolori addominali non è...

21/12/2016 - scritto da Cinzia I.

Forumsalute.it © UpValue srl Tutti i diritti riservati.
C.F., P. IVA e Iscr. Reg. Imprese Milano n. 04587830961   |  Privacy   |  Credits

CHIUDI
POTREBBERO INTERESSARTI
Spotting: devi preoccuparti?

"Strane" perdite di sangue tra una mestruazione e l'altra? Lo spotting è un fenomeno comune, non sempre un problema. Ma non minimizzarlo!

Ecco le cause.
Pausa pranzo velocissima?

Al lavoro hai una pausa pranzo di pochi minuti? Mangi davanti al pc o in piedi al volo in negozio? Ecco i cibi su cui devi puntare per restare in forma.

Prenditi un break!

Per offrirti il miglior servizio questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni qui.

X