ForumSalute - Forum
Torna Indietro   ForumSalute - Forum > Storie di vita, coppia e attualità > Racconta la tua storia
RSS2-XML Thread ForumSalute
Registrazione Foto Album Compleanni Cerca I Messaggi di Oggi Segna Forum Come Letti

Like Tree9Likes

Rispondi
 
Filtra posts Strumenti Discussione Cerca in questa Discussione
  #1 (permalink)  
Vecchio 02-07-2012, 22:58 PM
L'avatar di Utentequalsiasi
ForumSalute - Junior
 
Utentequalsiasi
 
Nel forum da: Jul 2012
Messaggi: 30
Predefinito

La candeggina contro le verruche ostinate: un rimedio fai da te che sembra funzionare anche laddove farmaci e creme falliscono

Come sconfiggere le verruche con la candeggina

Vi è mai capitato di avere una verruca, magari sotto il piede, magari dolorosa, magari grande, enorme, schifosamente enorme, ma soprattutto così felicemente affezionata alla vostra pelle da continuare, ostinata, e anzi incattivita da ogni vostro vano tentativo si sbarazzarvene, a macerarvela anche dopo che, sollevati, credevate finalmente di averla bruciata/congelata/incisa/soffocata/intossicata/fritta/macellata una volta per tutte?

A me sì, e scrivo nella speranza che, almeno una volta, chissà dove, chissà a chi, la mia esperienza contro le verruche possa ispirare la guarigione di qualche poveraccio: ebbene sì, c'è un rimedio comodo, veloce, economico e faidate. E funziona. Eccome se funziona. Non mi dilungherò a raccontare l'origine, i primi sospetti, le verifiche, poi le certezze della natura della fetente infezione. Non mi dilungherò nel ripercorrere con la mente il tour dei dermatologi, delle farmacie, degli amici e parenti, delle opinioni contrastanti sui forum, delle incazzature, del tempo delle speranze, di quello delle disillusioni, di quello dell'indifferenza e di nuovo dell'odio più assassino. Non scenderò nemmeno nei dettagli sugli effetti (praticamente nulli) dei rimedi contro le verruche, siano stati essi professionali, della nonna, dello zio, o della Pantera Rosa, se volete, con cui ho tentato di porre fine alla marinatura forte del mio tallone. Vi basti un elenco succinto, senza pretese di esaustività (potete completarlo con la vostra fantasia, e vi assicuro che dovrete averne davvero molta per pescare qualcosa che NON ho provato): azoto & butano liquidi (una bomboletta intera... da 700 ml), spicchi d'aglio, latte di fico, nastro americano (DTOT, per chi non fosse ancora un veterano), Verucid (acido salicilico), Kerato Forte di Braderm (per la maggior parte urea), crema callifuga del Dottor Ciccarelli (ancora acido salicilico) - il tutto condito con delle vigorose scartavetrate - per arrivare alle bruciature artigianali con fornello del gas & cacciaviti (sì, fornello del gas e cacciaviti, avete capito bene).

...ma lei sempre lì: uno schifoso rigurgito di pelle morta, un macabro avello che serba, sotto l'inganno di un tappo secco di carne sfilacciata, ormai serrato all'antico candore cutaneo, una strafottente microtrombosi capillare, che sembra guardarti coi suoi occhi composti, VIVI, resa ancor più odiosa dalla consapevolezza della sua irraggiungibilità terapeutica.

Di fronte a ciò, dopo DUE anni, e le palle più piene di un otre di vino, ho deciso di passare ai famosi "estremi rimedi". In questo caso, la tecnica mortale (per le verruche, non per me), ha un nome tanto epico quanto di una quotidianità disarmante: ipoclorito di sodio al 5%. Ebbene sì, la candeggina. Un cratere che mi portavo dietro da due anni, giudicato da Guinnes dei primati da qualche dermatologo, per il quale ci sarebbero voluti "mesi di insistenza, di tenacia, di pazienza, di PASSIONE, anche - manco stessimo parlando di un pizzaiolo -, prima di farlo sparire"... è guarito nel giro di una decina di giorni.

Tra i tanti rimedi casalinghi, non avevo mai letto di questo: è stata la mia mente, e soprattutto la mia sete di vendetta, a partorirlo, e ammetto di andarne piuttosto fiero. Solo dopo averlo pensato, cercando in rete, ho trovato un altro caso, pare di successo, che però non era stato adeguatamente considerato. Per questo ho pensato di scrivere qui. Se potete, fate girare la voce, fate sapere a coloro che hanno imparato a zoppicare 'per abitudine', che sentono ormai verruche ventenni o trentenni che li affliggono come una parte di loro... che possono tornare a rivedere la luce.

Ma passiamo al piatto forte. Prima di tutto gli ingredienti. Avrete bisogno dei seguenti oggetti:

- un litro di candeggina al 5%, che si compra comunemente al supermercato;
- dei batuffoli di cotone;
- un rotolo di nastro adesivo (meglio se americano, ma è un po' più costoso);
- una pietra pomice.

E ora la ricetta. La tecnica è in realtà molto semplice: carteggiate leggermente la superficie della verruca per togliere la parte di pelle secca, in modo da arrivare alla superficie più 'viva'. Imbevete decisi il vostro batuffolo di cotone di candeggina, SENZA diluirla, quindi premetelo forte sulla superficie della verruca cercando di non coinvolgere le vicinanze sane. Chiudete con il nastro adesivo e lasciate così per un quarto d'ora. Ripetete l'operazione tre volte al giorno; carteggiate ogni 4-5 applicazioni.

Nel giro di pochi giorni, la verruca si assottiglierà, si seccherà, e inizierà a saltare via a pezzi (potete aiutarvi con un ago da cucito per rimuoverli). Se vedete un po' di sangue non preoccupatevi.

Qual è la fregatura? Che fa un male cane. Dopotutto la candeggina vi disfa parzialmente la pelle (ed è per questo che funziona così bene contro le verruche). Le prime applicazioni sono quasi indolori, perché la candeggina non è ancora stata assorbita, ma dopo aver tolto lo strato superficiale iniziano i bruciori. E non solo bruciori: anche quando senza impacco, sentirete un dolore da 'incancrenimento' su tutta la zona interessata. Sopportate: la candeggina sta facendo il suo diafano effetto.

Non è necessario continuare fino a che sparirà ogni traccia: sparirà comunque, ormai la verruca è morta, basta aspettare. Più proseguirete con la candeggina, più questa vi ustionerà la pelle, e più tempo sarà necessario perché si riprenda completamente. Il mio consiglio è di non superare le due settimane di applicazione. Poi io, per godere fino in fondo della morte dell'occhio del diavolo, ho pensato di continuare per una ventina di giorni, ma capitemi: avevo due anni di arretrati. Mi è rimasta una chiazza bianca e viola sul tallone per tre mesi, grande come un mandarino, amplificata dopo ogni doccia calda. Niente di grave, poi sparisce, ma perché farsela quando non serve?

A operazione conclusa, sono tornato dal mio medico di base, per condividere l'esperienza e dichiarare missione compiuta. Che dire, dopo un momento di sbigottimento mi è sembrato d'accordo sulle conclusioni che avevo nel frattempo tratto io: tempo e soldi buttati e fegato marcio per due anni... 80 eurocent per un litro di sana candeggina, e avrete risolto i vostri problemi.

CANDEGGINA SOLA IGIENE DEL MONDO.

Oh, e dimenticavo: io non ho usato i guanti, durante il trattamento. Voi non siate altrettanto idioti: non vogliate arrivare a desiderare delle dita di ricambio.

Nota dell'Amministratore: questo thread è frutto dell'esperienza personale degli utenti e in nessun modo consigliato da un medico o da un membro dello staff di ForumSalute, che quindi non si assume alcuna responsabilità circa le informazioni pubblicate
piccoli91 and indoona like this.

Ultima modifica di Redazione; 25-06-2014 alle 10:37 AM
Rispondi Con Citazione
Ti può interessare anche...

  #2 (permalink)  
Vecchio 03-07-2012, 00:14 AM
L'avatar di Isis
ForumSalute - Senior
 
Isis
 
Nel forum da: Sep 2006
Messaggi: 1.321
Predefinito Riferimento: Verruche e candeggina: un'esperienza personale

Ma tu sei un grande!

Non ho nessuna verruca per fortuna, ne ho avuta una da piccina sotto il piede perchè facevo nuoto e ricordo che mi faceva tanto male!

Ogni volta che mia mamma me la curava e ogni volta che camminavo mi faceva male!

Per fortuna non ho dovuto fare trattamenti strani per curarla... però mi è rimasta impressa e posso immaginare te cos'hai dovuto vivere!

Ora le piscine mi danno il voltastomaco. Storie di verruche e micosi che non si debellano più... le affezioni alla pelle sono davvero rognose.

Però ora grazie a te se mai mi tornerà una verruca, saprò come curarla e proverò direttamente come hai fatto tu.

E la voce si deve spargere, hai ragione!
__________________
È l'ora in cui si baciano i marmocchi/ assonnati sui caldi ginocchi./ Ma io, per lunghe strade, coi miei occhi/ inutilmente. Io, mostro da niente. Penna
Rispondi Con Citazione
  #3 (permalink)  
Vecchio 03-07-2012, 08:18 AM
L'avatar di Redazione
La Redazione di Forumsalute
Voglia d'estate
 
Località: Milano
Redazione
 
Nel forum da: Mar 2006
Messaggi: 3.809

Il mio cucciolo è arrivato da...
Predefinito Riferimento: Verruche e candeggina: un'esperienza personale

Poichè trattasi, come da titolo del thread, di un rimedio frutto di un'esperienza personale che nessun medico si sentirebbe di consigliare, probabilmente anche nocivo per la salute della pelle, Forumsalute non si assume alcuna responsabilità qualora gli utenti volessero seguire i suggerimenti contro le verruche dell'autore del post.
Grazie per l'attenzione
__________________
La Redazione di Forumsalute
ForumSalute Official Facebook
Seguici anche su Twitter
Profilo Google+
Rispondi Con Citazione
  #4 (permalink)  
Vecchio 03-07-2012, 08:37 AM
L'avatar di Utentequalsiasi
ForumSalute - Junior
 
Utentequalsiasi
 
Nel forum da: Jul 2012
Messaggi: 30
Predefinito Riferimento: Verruche e candeggina: un'esperienza personale

Citazione:
Originariamente Inviato da Redazione Visualizza Messaggio
Poichè trattasi, come da titolo del thread, di un rimedio frutto di un'esperienza personale che nessun medico si sentirebbe di consigliare, probabilmente anche nocivo per la salute della pelle, Forumsalute non si assume alcuna responsabilità qualora gli utenti volessero seguire i suggerimenti contro le verruche dell'autore del post.
Grazie per l'attenzione
Certo, come da titolo è, dichiaratamente, solo un'esperienza personale, e come tale l'ho inserita nella sezione "Racconta la tua storia": questa è niente più e niente meno che la mia storia.

Aggiungo solo una considerazione sugli eventuali danni alla pelle causati dalla candeggina. Non sono un medico e non mi sento di escludere che la cadeggina abbia effetti nocivi, a breve o anche medio termine. Tuttavia, se su questo punto il dubbio permane, sul fatto che un'infezione virale in corso, che causa dolore, fastidio fisico e psicologico, danni alla schiena dovuti a una camminata innaturale (senza contare il rischio di infezione in altri punti del corpo), non sia proprio un toccasana, non credo ci siano dubbi.

La verruca che avevo era più grande di una moneta da 2 euro (fate voi i conti), e tanto per dirne una, è stata diagnosticata come "troppo grande per essere asportata" da uno dei dermatologi. Non fa una piega... me la devo tenere a vita?

Non so se la candeggina mi abbia causato danni (non credo proprio, a giudicare dall'aspetto della pelle e da come ho potuto ricominciare a usare il piede, per esempio per correre), ma posso assicurarvi che dal mio punto di vista ne è valsa assolutamente la pena.

Altrimenti, avrei potuto comprare l'ennesima crema, o prenotare l'ennesima visita dal dermatologo, sentendomi dire per l'ennesima volta che sulle verruche la ricerca medica è ancora indietro, e che rivolgersi a uno stregone avrebbe magari portato a risultati migliori.

Se questa tecnica vi pare medievale e ne avete paura, siete naturalmente liberi di scegliere, e spero che avrete la fortuna d'incontrare dermatologi in grado di togliere le vostre verruche in modo più ortodosso (sempre che ad es. il congelamento con l'azoto liquido vi sembri tanto più ortodosso della candeggina). Ma personalmente, la prossima volta che mi capiterà di averne una, quello che ho descritto sarà ovviamente il primo rimedio a cui ricorrerò.

Ultima modifica di Utentequalsiasi; 03-07-2012 alle 08:49 AM
Rispondi Con Citazione
  #5 (permalink)  
Vecchio 03-07-2012, 12:36 PM
L'avatar di Redazione
La Redazione di Forumsalute
Voglia d'estate
 
Località: Milano
Redazione
 
Nel forum da: Mar 2006
Messaggi: 3.809

Il mio cucciolo è arrivato da...
Predefinito Riferimento: Verruche e candeggina: un'esperienza personale

il tuo ragionamento non fa una grinza ed è anche in parte condivisibile. noi, però, dobbiamo ovviamente tutelare anche chi legge e chiarire che quello riportato non è un rimedio ortodosso e probabilmente è anche dannoso. chi vorrà seguire il tuo consiglio lo farà assumendosene la piena responsabilità
__________________
La Redazione di Forumsalute
ForumSalute Official Facebook
Seguici anche su Twitter
Profilo Google+
Rispondi Con Citazione
Rispondi

Tag
candeggina, consigli, esperienza personale, metodo non ortodosso, verruca, verruche

Strumenti Discussione Cerca in questa Discussione
Cerca in questa Discussione:

Ricerca Avanzata

Regole di Scrittura
Tu non puoi inviare nuove discussioni
Tu non puoi inviare risposte
Tu non puoi inviare allegati
Tu non puoi modificare i tuoi messaggi

Il codice BB è Attivato
Le faccine sono Attivato
Il codice [IMG] è Attivato
Il codice HTML è Disattivato
Trackbacks are Disattivato
Pingbacks are Disattivato
Refbacks are Disattivato



Adesso sono le 08:33 AM.


UPVALUE SRL - MILANO
Forum di discussione su argomenti di Salute, Medicina e Benessere

Powered by vBulletin® Version 3.8.7
Copyright ©2000 - 2014, vBulletin Solutions, Inc.
Content Relevant URLs by vBSEO 3.6.0 PL2