ForumSalute

Connect With Us

Facebook Twitter Google Pinterest
Home > Salute: consigli del medico, esperienze dei pazienti > Medicina legale e previdenziale > Forte abbassamento % Invalidità Civile

   
 
Filtra posts Strumenti Discussione Cerca in questa Discussione
  #1 (permalink)  
Vecchio 18-09-2010, 12:57 PM
L'avatar di GINO_1960
 
GINO_1960
 
Nel forum da: Sep 2010
Messaggi: 1

Forte abbassamento % Invalidità Civile


Gent.ma dottoressa,

sono un impiegato cinquantenne che vive a Roma e che le vorrebbe chiedere un gentile parere in merito alla propria situazione relativa all'Invalidità Civile. A novembre 2003 sono stato operato per un gozzo tiroideo multinodulare con deviazione della trachea. Il successivo esame istologico ha evidenziato la presenza di un carcinoma papillifero variante follicolare di 2,5 cm sul lobo dx e un microfocolaio di pochi mm su quello sx (Classificazione p1T2). Ho effettuato un ciclo di terapia radiometabolica il primo aprile del 2004 e, da quel momento in poi, una serie di scintigrafie total-body le quali, periodicamente, hanno controllato il follow-up della mia malattia. L'esito è sempre stato più o meno positivo tranne un leggero aumento di "iperfissazione nella sede del dotto tireoglosso". A marzo 2005 mi è stata riconosciuta un'Invalidità Civile avente una percentuale del 70% con rivediblità triennale. La successiva revisione (effettuata ad aprile 200 ha confermato la stessa percentuale con rivedibilità stavolta biennale. Di conseguenza, lo scorso aprile mi sono sottoposto all'ennesimo step per l'accertamento attuale della patologia (ripeto...rimasta sostanzialmente invariata rispetto alle volte precedenti). Questa volta, però, l'esito di tale verifica (ricevuto, tra l'altro, con i soliti 5-6 mesi di ritardo da parte dell'INPS e non più della ASL...) mi ha lasciato parecchio contrariato in quanto la percentuale è inaspettatamente scesa nientemeno che alla metà esatta (35%) ! Le sembra una valutazione corretta questa ? Stando alle poche informazioni in mio possesso (oltretutto supportate da parecchie persone aventi i miei stessi problemi e che, negli anni, hanno sempre mantenuto ben altri livelli...) non mi sembra che esistono le condizioni per ottenere un simile declassamento !Le faccio inoltre presente che anche i dottori della struttura presso la quale mi trovo in cura, pressati dalle mie continue richieste in tal senso, non fanno altro che ripetermi di come la situazione generale non sia affatto migliorata e che la strada che porta alla sospirata dichiarazione di essere considerato fuori pericolo è ancora parecchio lunga da percorrere. In ogni caso io sono fermamente intenzionato a presentare ricorso e pertanto le chiedo se, secondo il suo parere, sussistono fondate possibilità di ottenere un sensibile rialzo di suddetta quotazione almeno al 46%, quota che mi consentirebbe di restare Categoria Protetta nell'azienda in cui lavoro. Non chiedo altro. In attesa di una gentile risposta, la ringrazio anticipatamente e le porgo un cordialissimo saluto. Gino.

Rispondi Con Citazione
Ti può interessare anche...

OGGI E' IL GIORNO GIUSTO PER SFIDARE L'IPF

La fibrosi polmonare idiopatica (IPF) rende difficile la cosa che dovrebbe essere più facile: RESPIRARE. L'IPF ha sintomi che non sono specifici e possono essere confusi con altre malattie polmonari, ritardandone la diagnosi. Ma i farmaci possono rallentare la progressione della malattia e migliorare il benessere dei pazienti. Ecco perché è importante avere una diagnosi precoce.

Scopri come i pazienti e le loro famiglie sfidano l'IPF. Ascolta le loro storie, informati sulle possibilità di trattamento della malattia.

AIUTA ANCHE TU CHI SOFFRE DI IPF, COMBATTI OGGI PER AVERE PIU' DOMANI. #FIGHTIPF

  #2 (permalink)  
Vecchio 23-09-2010, 01:04 AM
L'avatar di Dott. Cirolla
Prof.ssa Cirolla Professore Medico Chirurgo Senologo
 
Località: ROMA
Dott. Cirolla
 
Nel forum da: Jul 2005
Messaggi: 5.314
Predefinito Riferimento: Forte abbassamento % Invalidità Civile

Gentile utente

il caso clinico in esame richiede un'attenta valutazione medico-

legale ai fini del riconoscimento delle indennita' che la patologia

comporta.

Le percentuali confermate in revisione collegiale non sono

rispettose delle sue condizioni di salute e del danno biologico

permanente con cui la patologia oncologica incide

Ci contatti per chiarimenti. www.studiomedicocirolla.it

__________________
Dott.Virginia Angela Cirolla
MD,PhD Cancer Research
Rispondi Con Citazione
Rispondi  

Strumenti Discussione Cerca in questa Discussione
Cerca in questa Discussione:

Ricerca Avanzata

Regole di Scrittura
Tu non puoi inviare nuove discussioni
Tu non puoi inviare risposte
Tu non puoi inviare allegati
Tu non puoi modificare i tuoi messaggi

Il codice BB è Attivato
Le faccine sono Attivato
Il codice [IMG] è Attivato
Il codice HTML è Disattivato
Trackbacks are Disattivato
Pingbacks are Disattivato
Refbacks are Disattivato



Adesso sono le 13:56 PM.



Forumsalute.it © UpValue srl Tutti i diritti riservati.
C.F., P. IVA e Iscr. Reg. Imprese Milano n. 04587830961   |  Privacy   |  Credits


Powered by vBulletin® Version 3.8.7
Copyright ©2000 - 2016, vBulletin Solutions, Inc.
Content Relevant URLs by vBSEO 3.6.0 PL2
CHIUDI
POTREBBERO INTERESSARTI
E se fosse dermatite seborroica?

Arrossamento della pelle, infiammazione, fastidiosa sensazione di prurito: scopri se il problema cutaneo che affligge te o il tuo bambino è la dermatite seborroica e cosa puoi fare per risolverlo.
Fai il test!
Vuoi dimagrire in modo sano?

Scopri i pro e i contro delle diete iperproteiche: tante proteine fanno bene o fanno male? E su quali è meglio puntare per perdere peso senza rischiare di procurare particolari danni al tuo organismo?
Leggi l'articolo!

Per offrirti il miglior servizio questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni qui.

X