ForumSalute - Forum

ForumSalute - Forum (http://www.forumsalute.it/community/)
-   Apparato urinario e genitale maschile (http://www.forumsalute.it/community/forum_48_apparato_urinario_e_genitale_maschile_1.html)
-   -   testosterone libero a quota 11 e cambio cura (http://www.forumsalute.it/community/forum_48_apparato_urinario_e_genitale_maschile/thrd_128810_testosterone_libero_quota_11_e_cambio_cura_0.html)

Gattaccio 25-09-2009 19:01 PM

testosterone libero a quota 11 e cambio cura
 
dopo la consueta sospensione dell'andriol per 4 settimane i risultati delle mie analisi sono i seguenti:
testosterone plasmatico 3,40 (riferimento 2,80-8 )
testosterone libero 11 (9-54)
fsh 9,4 (1-12)
lh 4,6 (1,5-10)
shbg 25 (9-111)

nelle precedenti i valori erano pressocchè simili, anche in quelle dell'anno prima.

ho effettuato anche eco prostatica ed eco testicoli, risultato tutto nella norma.

per il medico che mi segue passiamo a testogel 50mg/giornalieri da effettuarsi per altri 6 mesi, analisi ed ecografie da ripetersi dopo appunto 6 mesi.

volevo precisare che per il medico che mi segue che reputo davvero esperto in materia il testosterone se utilizzato in maniera criteriosa in chi ne è carente non ha effetti collaterali degni di nota ed è stato molto rassicurante in questo. per lui lo scopo di questa cura è solo quello di fornire al mio organismo quantità fisiologiche di testosterone fondamentali per vivere bene.

tutto ciò va davvero in contrasto con i pareri catastrofici di altri medici dai quali sono stato precedentemente in visita tantè che lo ho tartassato di domande visto che per me è la mia prima cura lunga.

sapete cosa mi ha risposto: si goda la vita!!

martin67 27-09-2009 15:57 PM

Riferimento: testosterone libero a quota 11 e cambio cura
 
Io ho utilizzato il gel per un periodo di tempo simile al tuo, ho fatto Tostrex gel 80 mg. al giorno suddiviso in 2 dosi da 40 mg. (mattina e sera). Mi sono trovato molto bene anche se il blocco delle gonadotropine e' stato piu' evidente dell'andriol. Ho notato una riduzione del volume testicolare e a fine cura l'FSH e l'LH erano praticamente azzerati.
Situazione simile al testoviron in fiale.Comunque il gel funziona alla grande.

Gattaccio 27-09-2009 19:04 PM

Riferimento: testosterone libero a quota 11 e cambio cura
 
bene, l'argomento si fa davvero interessante
direi per quel minimo di conoscenze che mi sono fatto che se un prodotto non "blocca" non funziona mentre molti sono convinti che il testosterone si può assumere come fosse un integratore, non è così. dobbiamo entrare nell'ordine di idee che quando "sostituiamo" blocchiamo appunto mandando tutto in letargo e usufruiamo appunto del t. esogeno.

in realtà la cosa può spaventare ma non è niente di che perchè il t. sintetico assolve pienamente le stesse funzioni e conosco gente che ha fatto per motivi sportivi anche cicli da 800mg settimanali di t.enantato + 80mg giornalieri di dianabol orale e dopo anni ha anche procreato senza problemi.

per noi credo che il problema sia un altro cioè stabilire se la hrt che andiamo a fare da veri benefici perchè se assumo 5 mg di t. dal gel da 50mg
e blocco tutto in cambio di valori di t.totale e free poco più alti ma magari raddoppio gli estrogeni allora entro in un vicolo cieco.

parliamo nello specifico dei gel
dimmi martin con un dosaggio 40+40/day come è andata con gli estrogeni? hai adottato una sorta di recovery (almeno del proviron?). miei conoscenti mi hanno detto che i gel convertono più in dht (che a livello sessuale ha grande importanza) ma in verità non ne sono assai convinto perchè un caro amico mi ha detto l'esatto contrario!

avevo letto che con una singola dose quotidiana di tgel (50mg) i valori di testosterone aumentano dallo stato ipogonadico(sotto i 300ng/dl quindi 3ng/ml)fino a 4-6ng/ml ma sono letture, articoli, mentre i soliti conoscenti che lo hanno usato (tgel) non sono stati così ottimisti e lo hanno mollato per ritornare alle classiche iniezioni di t.viron con i pro e contro che questo comporta.

la considerazione che mi viene da fare è se alla nostra età dobbiamo metterci in sostitutiva non sarebbe meglio farlo per avere valori un po più altini quindi piuttosto che usare il doppio della dose di gel preferire le iniezioni in modo da avere 8 o 9mg di testosterone giornalmente aggiungendo ciclicamente l'uso di gonasi?

mettiamoci anche che si risparmia un botto e non va in paranoia a spalmarsi quella "melma" ogni giorno.

post scriptum
non in molti sanno che la libido aumenta se aumenta la somma totale di testosterone + estrogeni (cosa tra l'altro molto utile anche a creare massa), quindi è deducibile che le hart hanno un periodo intermedio dove la libido va a palla, i problemi sono quando gli e. battono il t. la saggezza sarebbe quindi quella di riuscire a intervenire in quel frangente evitando di abassare troppo gli estrogeni ma come si fa? è un argomento davvero incasinato!

martin67 28-09-2009 09:04 AM

Riferimento: testosterone libero a quota 11 e cambio cura
 
Con il gel , oltre alla diminuzione delle gonadotropine, ci fu anche un incremento dell'estradiolo ma in maniera minore rispetto al testoviron 250.
L'unico prodotto che non aumento' l'estradiolo e non mi azzero' completamente le gonadotropine fu l'andriol.

Purtroppo hai toccato un punto molto delicato ed importante : la conversione del testosterone esogeno in estradiolo e (aggiungo) l'aumento di prolattina ; spesso succede che una terapia esogena provochi l'incremento di questi due ormoni. Si potrebbe ovviare con l'utilizzo di antiestrogeni puri come l'Arimidex o l'Aromasin e anche con prodotti che bloccano la prolattina come il Dostinex.Il problema e' che gli estrogeni giocano anch'essi un ruolo importante nella libido sessuale e una marcata diminuzione degli stessi potrebbe rivelarsi controproducente.
Il mio consiglio e' di mantenersi su dosaggi minimi in modo tale da non provocare forti conversioni e , alla sospensione della cura di testosterone esogeno , fare una terapia di ripristino dell'asse a base di SERMS (Nolvadex-Clomid).

Non credo che il DHT sia piu' importante del testosterone per quanto riguarda la libido sessuale.

Io adesso sto sperimentando un prodotto a base di Serenoa Repens (Saw Palmetto) , che si utilizza anche per la prostata in quanto blocca la 5alfa-reduttasi e dunque impedisce la conversione del test.Libero in DHT ; sara' un caso ma ho notato che la mia libido e' notevolmente aumentata cosi come l'erezioni spontanee. Non posso affermare con certezza che il Serenoa Repens sia il responsabile di questo effetto ma certamente posso dire che non e' vero che un blocco della 5-alfa'reduttasi provochi una diminuzione della libido e problemi di erezione,o almeno a me non fa questo effetto.

Discorso a parte e' il Proviron. E' un derivato del DHT e allora come e' possibile che viene utilizzato per curare problemi di DE e libido sessuale ?
Tale prodotto , pur essendo un derivato del DHT , agisce in maniera diversa da questo ormone. La sua azione infatti e' quella di legarsi all' SHBG evitando che quest'ultimo blocchi il testosterone libero rendendolo non-disponibile nell'organismo. E' come se il Proviron tenesse impegnato l'SHBG e l'impedisse di fare un azione di disturbo nei confronti del testosterone.

Il Proviron non e' l'unico prodotto ormonale ad agire in maniera diametralmente opposta rispetto alla sua struttura chimica, pensiamo ai SERMS, il Clomid ad es. Nonostante sia un estrogeno , il suo effetto e' quello di bloccare gli estrogeni nell'uomo favorendo anche un incremento di FSH,LH e quindi testosterone. Dunque un estrogeno con un marcato effetto antiestrogenico.

Gattaccio 28-09-2009 18:49 PM

Riferimento: testosterone libero a quota 11 e cambio cura
 
martin, quanto ci sarebbe da parlare ma siamo quì per questo no? io credo che i 2 aspetti fondamentali sono 1) come ottenere il massimo beneficio dalla sostitutiva, 2) come contrastarne i sides (eventuali).

inizio dal punto 2
il clomid dovrebbe essere il farmaco più adatto al nostro scopo. è simile al tamoxifene ma meno forte. (a proposito il tamoxifene dovrebbe essere in vendita anche come farmaco generico). tornando al clomid non mi ricordo se agisce o come stimolante o come ormone luitenizzante vero e proprio ma so che viene anche usato per vedere la funzionalita dei testicoli nel rispondere alle gonadotropine perche a livello ipotalamico funziona come antiestrogeno e in generale aumenta nel giro di 2 settimane i livelli di testosterone in uomini ipogonadici per cause non testicolari il tutto unito alla mancanza di sides di rilievo.

il proviron sugli estrogeni agisce in maniera diversa nel senso che impedisce al testo di convertirsi in estrogeno mentre clomid e nolvadex semplicemente ne bloccano i recettori (giusto il tuo ragionamento sull'shbg, più testo libero = più libido) inoltre come causa diretta dell'abbassamento dei livelli di cortisolo e di estrogeno avremo più testo endogeno.

altro interrogativo sempre sul clomid sarebbe come eventualmente limitare il rebound di estrogeni del dopo il suo uso. e visto che ci siamo si potrebbero tirare in ballo pure il femara (molto caro se non prescritto a carico del ssn).

punto 1
l'iniettabile (alcuni dicono) che è nettamente il migliore come controindicazioni ed inoltre 200mg iniettati equivalgono a circa 150mg netti effettivi.

il testogel 50mg al giorno sono 350 mg settimanali di cui assumi solo circa il 10% quindi sono 35mg netti effettivi (molto pochi...)

l'andriol sono 40mg di cui 25mg di testo di cui ne assimili circa il 5-10% quindi sono pochissimi milligrammi al giorno (quindi in teoria il più caro e inefficace!) eppure io come altri lo sentiamo (anche se devo dire in modo mai uguale).

io da domani come dicevo inizio col gel e vediamo come va, se è davvero efficace oppure no.

martin67 28-09-2009 19:28 PM

Riferimento: testosterone libero a quota 11 e cambio cura
 
Io non farei il Clomid durante la terapia per il semplice fatto che non e' un antiestrogeno puro ma un SERM. Il Clomid mantiene degli effetti estrogenici a livello ipotalamico, questo e' il motivo per il quale alcuni subiscono alterazioni dell'umore tipici di un aumento di estrogeni. Quando si usa testosterone esogeno e/o prodotti facilmente aromatizzabili dall'ipofisi (Nandroloni,Trenboloni,ecc...) e' piu' indicato l'utilizzo di un antiestrogeno puro che agisca sulla conversione , quindi d'accordo sul Femara, Aromasin,Arimidex. Questi prodotti infatti impediscono che il testosterone esogeno si converta in estradiolo, il problema e' il costo eccessivo.

Il Clomid non provoca rebound notevoli di estrogeno, il Nolvadex puo' farlo invece, ecco perche' sarebbe consigliabile sospendere la terapia scalando le dosi.

Gli iniettabili sono migliori per 2 motivi : efficacia e prezzo.
Anche i gel sono efficaci , non a caso molti endo americani ed europei stanno preferendo questo tipo di terapia, il problema e' il costo ancora troppo alto.

Gattaccio 29-09-2009 20:13 PM

Riferimento: testosterone libero a quota 11 e cambio cura
 
i gel sono sicuramente delle formulazioni interessanti ma è un dato di fatto che essi si assorbono massimo del 15/20% rispetto al 75% di un estere a rilascio graduale (depot). comunque i gel se davvero funzionano per funzionare hanno degli effetti collaterali (feedback ipofisario negativo ecc.).

mi vengono quindi da fare due considerazioni, una positiva, l'altra negativa. 1) evitando i picchi sovrafisiologici di testosterone i gel dovrebbero di conseguenza non attivare certe risposte dell'aromatasi, 2) gli estrogeni sono prodotti soprattutto nei tessuti adiposi. ora utilizzando un gel che deve per forza di cose passare per il tessuto adiposo non si dovrebbe andare incontro ad un'aromatizzazione maggiore?

resta il fatto che una cura di 6 mesi è una cura lunga e ci sono sicuramente delle risposte in termini di estrogeni quelli che come dicevo temo maggiormente per via della gine.

resto col dubbio se sia meglio fare la cura e vedere come va con pro e contro e quindi eventualmente intervenire (anche se in teoria se non ci sono sballi particolari di norma, in un mesetto tutto si dovrebbe ripristinare da se ma..), se siamo quì a parlare di certe terapie è perchè le faremo in modo continuativo non certo 6 mesi stop e tutto ok giusto?

resto quindi dubbioso se chi fa certe cure long time faccia meglio a intervenire dopo secondo i classici prodocolli (alternando periodi di testosterone esogeno con periodi di stimolazione della hpta indiretta (hcg e serm) oppure abbinando stesso durante la hrt un antiestrogeno come l'arimidex o il nolvadex oppure il proviron.

comunque nella farmacia dove faccio acquisti il testogel non cel'hanno quindi ho optato anch'io per il tostrex di cui mi parlavi precedentemente solo che non era disponibile e ho dovuto ordinarlo, arriva domani se tutto va bene.

inizio a pensare che sarà una rottura di cojoni tremenda mettersi sta roba ma se funziona bene lo accetto. mi chiedo però se asciuga presto perchè altrimenti come metto una camicia e vado a lavoro? o posso metterlo alla sera?

martin67 30-09-2009 13:43 PM

Riferimento: testosterone libero a quota 11 e cambio cura
 
Il tostrex si asciuga subito, ti conviene metterlo dopo una doccia e aspettare 5 minuti prima di vestirti , l'assorbimento infatti e' molto rapido.

Gattaccio 02-10-2009 19:43 PM

Riferimento: testosterone libero a quota 11 e cambio cura
 
oggi sono passato in farmacia a prendere il tostrex ma la sai una cosa? alla fine non me la sono sentita di mettermi quella roba e ho chiesto nuovamente l'andriol! non me ne frega niente che si assorbe meno o che dura meno e visto che le mie condizioni non necessitano di dosaggi elevati preferisco così.

piuttosto, dalla tua esperienza ti chiedo se secondo te ci sono strategie per assimilare più andriol per esempio i tipi di cibi da abbinare ad esso.

martin67 03-10-2009 07:48 AM

Riferimento: testosterone libero a quota 11 e cambio cura
 
L'unico modo per assimilare meglio l'Andriol e' , come gia sai , prendendolo a stomaco pieno ed aumentando il dosaggio. Poi se ti trovi bene con questo prodotto perche' cambiare ? Il gel e' piu' forte ma ha anche un maggiore effetto inibitorio sull'asse con conseguente aumento di estradiolo. Quindi, vai di andriol....

Gattaccio 04-10-2009 17:52 PM

Riferimento: testosterone libero a quota 11 e cambio cura
 
si infatti per ora va bene così. grazie.

albatros039 10-11-2009 22:29 PM

Riferimento: testosterone libero a quota 11 e cambio cura
 
Salve ragazzi, sono nuovo nel forum, ho 47 anni, ultimamente mi sento un po debole è stressato, e con poca voglia sessuale ho effettuato analisi del testosterone.
Testosterone: range 3.00 - 9.00 valore 5.55
Testosterone libero: range 9.00 - 47.00 valore 11.1 Mi sembra un pò bassino, che ne dite??? Devo rivolgermi ad un Andrologo??? Vi ringrazio anticipatamente.


Adesso sono le 09:29 AM.

Powered by vBulletin® Version 3.8.7
Copyright ©2000 - 2014, vBulletin Solutions, Inc.
Content Relevant URLs by vBSEO 3.6.0 PL2