ForumSalute - Forum
  #1 (permalink)  
Vecchio 21-06-2009, 16:36 PM
L'avatar di robby16041981
Junior Member
 
Località: Lazio
robby16041981
 
Nel forum da: Jun 2009
Messaggi: 1

dolore al rene destro


Sono una ragazza di 23 anni e all'incirca 20 giorni fa è incominciato un dolore molto forte al fianco destro e sono andata al prontosoccorso del san carlo di nensi di roma, dove mi è stata fatta un' ecografia dove hanno riscontrato l'ingrossamento dei reni ma in particolare il destro ma non riuscendo a capire il perchè di questo ingrossamento prescrivendomi un urografia, ma gia da qui mi anno detto che avrei avuto bisogno di una plastica al rene e che l'avrei dovuta fare al più presto. Quindi ho effettuato l'urografia presso l'I.D.I di roma e la risposta è:
Nulla all'esame radiografico diretto preliminare integrato dal complementare esame stratigrafico.
Dopo l'introduzione e.v di m.d.c si è ottenuto in tempo fisiologico l'eliminazione bilaterale e sincrona di urina iodata che ha mostrato lieve dilatazione calico-pielica a sn e idronefrosi a dx. Il quadro a sn appare sostenuto da una una stenosi del giunto con aspetto regolare per decorso e calibro dell'uretere omolaterale. A dx la dilatazione notevole delle cavità calico-pielica appare sostenuta verosimilmente da una anomalia del giunto con aspetto mal ruotato del rene che in ortostatismo appare decisamente ptosico. Non significative alterazi oni di decorso e calibro dei tratti finali dell'uretere di questo lato. Vescica esente da patologia. Il responso del'urologo del sancarlo dopo aver letto l'urografia è stato che il mio rene dx è molto ingrossato e stando in piedi scende tanto torcendosi e rischiando lo strozzamento, quindi mi ha detto di nuovo che avrei dovuto subire una plastica al rene urgente,prescrivendomi una scintografia che io puntualmente ho fatto e la risposta è: L'esame esguiito in posizione seduta haevidenziato, rene sx in sede di morfologia e dimensione nella norma; il rene dx è in se più bassa della norma, di morfologia e dimensini nei limiti di norma. I tracciati renografici mostrano: A destra riduzione d'ampiezza della fase vascolare, seguita da una secon da dipendenza conservata con tempo di picco aumentato (Tmax=10,5 min), dopo ignezione e.v. di lasix (20mg al10') si osserva solo un parziale svuotamento della pelvi renale (diuretic T1-2=20,3min) ERPF DX =136,38 ml/min. A sinistra fase vascolare di ampiezza maggiore, seguita da una seconda fase di normale pendenza con tempo di picco regolare (Tmax=3,4min) la terza fase appare inizialmente rallentata e dopo iniezione di lasix si osserva rapido svuotamento della pelvi renale sx (diuretic T1/2=4,08min, ratio 20 mion/peak=0,15). ERPF SN=232,8ml/min. Al termine dell'esame si conferma ptosi renale destra con anomalo ristagno urinario in pelvi renale dx; dopo minsione epassaggio in posizione clino si osserva rientro in sede normale del rene e persistente ristagno in pelvi renale dx. L'esame ripetuto in posizione clino dopo lasix(F-15) ha evidenziato bilaterarmente un normale andamento della fase vascolare, la terza fase appare normale a sx e ritardata a carico della pelvi renale dx (ostruzione). Conclusioni: Ptosi renale dx, con segni di riduzione dell'afflusso arterioso(quando la paziente è in ortostatismo; ostacolato deflusso urinario a carico della pelvi renale dx (ostruzione). A sinistra segni di dilatazione senza ustruzione. E anche il medico che ha effettuato la scintografia mi ha confermato la plastica del rene per risollevarlo in modo tale che la vena che porta il sangue al rene ritorni al proprio posto, quindi sono tornata al san carlo per stabilire la data dell'intervento visti i vari pareri comuni dei medici e qui ho trovato un'altro urologo che consultando l'urografia e la scintigrafia mi ha sorpreso dicendo che l'operazione non è necessaria perchè troppo invasiva consigliandomi di mettere uno sten e un catetere nel rene destro per svuotarlo e farlo riposare. Adesso che vi ho esposto la mia situazione magari non in modo molto chiaro vi chiedo un parere perchè adesso mi sento molto spaesata perchè visto che la percentuale maggiore di pareri medici è quella di fare questa operazione molto invasiva e solamente un medico mi consiglia di mettere questo catetere che a detta dello stesso dott. non è una soluziione perchè lo potrei tenere solo per qualche mese. Vi prego ditemi voi cosa devo fare e se potete consigliarmi un ospedale intorno a roma specializzato in urologia per avere un'altro parere
Rispondi Con Citazione
Ti può interessare anche...

  #2 (permalink)  
Vecchio 29-06-2009, 01:14 AM
L'avatar di Crimson84
Junior Member
 
Crimson84
 
Nel forum da: Jun 2009
Messaggi: 1
Predefinito Riferimento: dolore al rene destro

Premetto che non sono un medico specializzato in Urologia, ma uno studente interno in Urologia.
Fossi in te, valuterei meglio la prospettiva di un'operazione chirurgica (lo stent non ti risolve il problema anatomicamente, e in più va cambiato periodicamente attraverso una metodica endoscopica) . Tieni conto che per il trattamento della patologia del giunto ci sono metodiche chirurgiche meno invasive con l'ausilio della chirurgia robotica laparoscopica. In pratica non c'è il taglio chirurgico ma 4 buchini della laparoscopia che comportano , in genere, meno dolore , e un tempo di degenza minore (più o meno 4-5 giorni.
Tieni conto che si tratta pur sempre di una operazione chirurgica..ma sicuramente meno invasiva della chirurgia open.
Questo in teoria...onestamente non so se il tuo caso può essere trattato con questo tipo di metodica, essendo un rene ptosico e un'anomalia del giunto non una semplice stenosi. Ma potresti informarti..magari sentendo gli urologi che ti hanno già visitata. Oppure in Italia esistono dei centri dove viene praticata questa metodica..ad esempio il San Raffaele (sede di Turro) a Milano o l'urologia a Grosseto.

Ecco..io farei così..tieni conto che per il momento sono lungi dall'essere un esperto. E' sempre meglio parlarne con più medici.
Rispondi Con Citazione
  #3 (permalink)  
Vecchio 27-07-2009, 14:55 PM
L'avatar di conni_123
Junior Member
 
conni_123
 
Nel forum da: Dec 2008
Messaggi: 26
Predefinito Riferimento: dolore al rene destro

io sono stata operata al rene destro. Ti do un consiglio rivolgiti al Prof. Patrizio Rigatti é considerato il numero uno a livello europeo. è il primario del S.Raffaele di Milano ma non andare a Villa Turro perchè lì lui non ci va quasi mai e sei in mano a persone meno preparate.
Io sono stata da altri urologi perchè avevo un problema serio ma non si riusciva a capire il perchè, ho fatto esami dolorosissimi alcuni con anestesia altri senza, a Villa Turro non hanno capito niente.
Finalmente ho avuto il nominativo del Prof. Rigatti da un medico amico di famiglia e lui ha capito subito il problema mi ha operato personalmente e mi ha guarito. Sono rinata.
Ha uno studio privato in Via Alfredo Oriani tel 02.58306563 e visita anche in ospedale 02.26432311 rispondono le sue segretarie.
buona fortuna
Rispondi Con Citazione
Rispondi

Strumenti Discussione Cerca in questa Discussione
Cerca in questa Discussione:

Ricerca Avanzata

Regole di Scrittura
Tu non puoi inviare nuove discussioni
Tu non puoi inviare risposte
Tu non puoi inviare allegati
Tu non puoi modificare i tuoi messaggi

Il codice BB è Attivato
Le faccine sono Attivato
Il codice [IMG] è Attivato
Il codice HTML è Disattivato
Trackbacks are Disattivato
Pingbacks are Disattivato
Refbacks are Disattivato



Adesso sono le 20:44 PM.


UPVALUE SRL - MILANO
Forum di discussione su argomenti di Salute, Medicina e Benessere

Powered by vBulletin® Version 3.8.7
Copyright ©2000 - 2014, vBulletin Solutions, Inc.
Content Relevant URLs by vBSEO 3.6.0 PL2