ForumSalute - Forum
  #1 (permalink)  
Vecchio 17-02-2007, 18:39 PM
L'avatar di terry100
Junior Member
 
Località: Basilicata
terry100
 
Nel forum da: Jan 2007
Messaggi: 5

l'uomo: questo misconosciuto!!!


Mi chiamo Michele, ciao a tutti
mi è sorto il bisogno di chiedervi un parere su alcuni episodi che mi sono accaduti. La discussione naturalmente è aperta a tutti, uomini e donne, ragazzi e ragazze, professionisti sanitari e non.
Comincio a pensare che se da un lato da varie isituzioni mediche, ecclesiastiche si esaltino il ruolo della famiglia, della coppia, spronando l'uomo ad avere un ruolo più responsabile e partecipe come padre e marito, dall'altro, invece, noto che nei fatti non è così.
Spesso l'uomo è visto come una presenza ingombrante. Mi piacerebbe conoscere il Vs. parere e anche, se possibile, capirne il perchè.
Vi racconto quindi tre fatti che ho vissuto recentemente.

1) Ad una visita senologica, per sospetti adenomi, a mia figlia in ospedale, la senologa mi vieta di entrare dicendo che può entrare una solo genitore. Mia moglie con prontezza di spirito controbatte:
bene, allora assiste mio marito! La senologa, in separata sede, cerca di convincere mia figlia, minorenne, di opporsi alla mia presenza e di preferire la presenza della madre. Ma anche quella iniziativa della dottoressa non va a buon fine. Mia figlia, infatti, ripeto, presa in separata sede dalla senologa, risponde che la mia presenza non le crea alcun problema.
Vi lascio immaginare quanta fatica ho fatto per rimanere lucido in funzione delle decisioni da prendere se sottoporre o meno nostra figlia all'intervento chirurgico, mentre la senologa inviperita faceva di tutto per provocare una mia reazione scomposta arrivando anche ad offendermi verbalmente poichè favevo domande. Ero forte perchè mi interessava la salute di nostra figlia e non litigare con la dottoressa!!! Ma forse, una denuncia se la sarebbe meritata!!
Che ne dite?

2) Per un prolasso uterino con fibromi, si profila la necessità di un intervento di isterectomia (questo è il termine medico) cioè asportazione dell'utero a mia moglie.
Il ginecologo di mia moglie la convoca in ospedale per la visita che le farà il primario, in quanto sarà lui ad effettuare l'intervento chirurgico, se ritenuto necessario (il ginecologolo di mia moglie avrebbe fatto da assistente in sala operatoria). Prima che la chiamino, mia moglie mi chiede di assistere alla visita, cosa che considero normale.
Mentre stiamo entrando mi si sbarra davanti il ginecologo di mia moglie che tutto agitato si oppone fisicamente a me impedendomi di entrare ed invitandomi ad uscire. A distanza di pochi giorni dall'altro episodio, mi ritrovo a sentirmi rifiutato. Senza idietreggiare mi rivolgo al primario chiedendogli di poter rimare durante la visita. Permesso accordato!!!
Ma non finisce qui. Dopo la visita il primario ci spiega che tipo di intervento intende fare ed altre cose. Ad un certo punto gli faccio una domanda inerente l'intervento e lui mi dice, tradendo un certo disappunto: non capisco come mai questa domanda la faccia lei e non sua moglie. Ed anche qui ho evitato risposte polemiche o astiose perchè ciò che mi premeva era capire ciò a cui andava incontro mia moglie e decidere per lei il meglio dal punto di vista medico; ma dal punto di vista professionale, di civiltà e di progresso quanto hanno lasciato a desiderare!!!!!
3) Conosciamo il nuovo parroco ad una festicciola in famiglia.
Io e mia moglie ci avviciniamo a lui e gli offriamo ospitalità intavolando argomenti che lo possano interessare. Quando prende lui la parola senza preamboli e con fare serio dice rivolgendosi solo a mia moglie: che cosa fai oltre che accudire tuo marito? Vorrei che mi dessi una una mano in parrocchia, ho bisogno di gente. E dal quel momento mi ignora e continua a parlare con mia moglie spiegandole i suoi progetti. Mia moglie naturalmente fa di tutto per farmi entrare nella conversazione e ci riesce.

Per concludere mi chiedo in questi episodi dove è la valorizzazione della famiglia, della coppia e cosa facciamo per far sì che gli uomini, tanto criticati, siano più presenti nelle cose familiari, nell'educazione dei figli, cosa facciamo perchè si rendano più partecipi anche nelle assunzioni di responsabilità nelle decisioni da prendere. Il più delle volte,infatti, le donne rimangono sole nelle scelte e decisioni riguardanti la famiglia. Ma è sempre colpa dei mariti e dei padri?
Grazie a tutti per il contributo e un abbraccio.
Michele e M.Teresa




Rispondi Con Citazione
Ti può interessare anche...

  #2 (permalink)  
Vecchio 17-02-2007, 19:24 PM
L'avatar di Milanga
Senior Member
 
Milanga
 
Nel forum da: Jul 2005
Messaggi: 1.973
Predefinito Riferimento: l'uomo: questo misconosciuto!!!

Ciao Michele!

Mi fa molto piacere che tu voglia far parte veramente in tutto quello che riguarda la tua famiglia, di padri cosi non ce ne sono tantiiiiissimi!

Poi, non credo ASSOLUTAMENTE che sia un tuo errore, bensi l'errore viene dalle persone con chi hai avuto a che fare, dipende dalla loro mentalità, sinceramente mi delude un po' il comportamento di queste persone, sono rimaste alle generazioni veeechie dove l'uomo portava i soldi e basta, non hanno capito che sono loro ad essere indietro + ad avere torto.

Continua cosi, interessandoti per la tua famiglia, guarda che non tutti hanno la fortuna che ha la tua famiglia con te sotto questi aspetti.

Un saluto!!!
Rispondi Con Citazione
  #3 (permalink)  
Vecchio 18-02-2007, 06:41 AM
L'avatar di molly
Senior Member
 
molly
 
Nel forum da: Dec 2004
Messaggi: 1.415
Predefinito Riferimento: l'uomo: questo misconosciuto!!!

Anche secondo me hai incontrato le persone sbagliate e per fortuna come loro non ce ne sono poi tante.
Complimenti per il sostegno che dai alla famiglia, questo sì che lo trovo un comportamento meno diffuso
Rispondi Con Citazione
  #4 (permalink)  
Vecchio 18-02-2007, 07:21 AM
L'avatar di robi
ForumSalute - Senior
 
Località: Marche
robi
 
Nel forum da: Dec 2003
Messaggi: 1.462
Predefinito Riferimento: l'uomo: questo misconosciuto!!!

Michele,
sarò ripetitivo, ma come già Ti hanno scritto altri utenti sono fermamente
convinto che hai "tuo malgrado" incontrato degli "incapaci" non tanto professionalmente ( parroco incluso) quanto dal punto di vista
"rapporti familiari" che se ,arrampicandosi sugli specchi, si potrebbe forse trovare una "scusante" per il "buon parroco" per gli altri due "personaggi" non riesco assolutamente a trovarla.
Non mi preoccuperei più di tanto e mi sembra di leggerTi come una persona che sta analizzando le varie risposte che potrai avere più che la ricerca di un conforto.
Credo Tu ricordi (Virgilio ??) nell'Inferno(??) della Divina Commedia
quando a Dante rispose così per certi personaggi che aveva visto,ma non riconosceva:
Sono gli "ignavi"....non Ti curar di lor ma guarda e passa!!!!!!!!!!!
Buona Domenica
Robi
Rispondi Con Citazione
  #5 (permalink)  
Vecchio 18-02-2007, 10:21 AM
L'avatar di terry100
Junior Member
 
Località: Basilicata
terry100
 
Nel forum da: Jan 2007
Messaggi: 5
Predefinito Riferimento: l'uomo: questo misconosciuto!!!

Innanzi tutto ringrazio tutti per la partecipazione.
Mi avete fatto sentire la Vostra solidarietà. E ciò non è poco.
L'esperienza del forum rafforza in me l'idea, che ho sempre avuto, di credere in questi nuovi mezzi di comunicazione che invece spesso vengono criticati e demonizzati.

A milanga, molly e roby chiedo: secondo Voi è il caso di chiarire e chiedere spiegazioni agli autori di questi comportamenti o è preferibile lasciar cadere la cosa e quindi cambiare senologa e ginecologo e non accettare l'invito del parroco?

Mi piacerebbe avere anche pareri di altre persone o coppie che si siano trovati o si trovino a vivere situazioni simili.

Ciao, sono M.Teresa
condivido ciò che sinora ha espresso mio marito ed aggiungo che questi comportamenti sono davvero contro la coppia e
offensive sia per l'uomo che per la donna che in quelle situazioni vengono considerati due persone separate e prive di capacità decisionali. Vi assicuro che non è piacevole ed anche faticoso, in quei momenti, far capire che un figlio ha una madre ma anche un padre, che non si è solo donne ma anche mogli, e che è insito nella famiglia la cura ed il sostegno vicendevole dei suoi componenti.
Vi saluto affettuosamente.
Rispondi Con Citazione
Rispondi

Strumenti Discussione Cerca in questa Discussione
Cerca in questa Discussione:

Ricerca Avanzata

Regole di Scrittura
Tu non puoi inviare nuove discussioni
Tu non puoi inviare risposte
Tu non puoi inviare allegati
Tu non puoi modificare i tuoi messaggi

Il codice BB è Attivato
Le faccine sono Attivato
Il codice [IMG] è Attivato
Il codice HTML è Disattivato
Trackbacks are Disattivato
Pingbacks are Disattivato
Refbacks are Disattivato



Adesso sono le 00:38 AM.


UPVALUE SRL - MILANO
Forum di discussione su argomenti di Salute, Medicina e Benessere

Powered by vBulletin® Version 3.8.7
Copyright ©2000 - 2014, vBulletin Solutions, Inc.
Content Relevant URLs by vBSEO 3.6.0 PL2