ForumSalute

Connect With Us

Facebook Twitter Google Pinterest
Home > Salute: consigli del medico, esperienze dei pazienti > Ortopedia e traumatologia > La Mia rottura del Tendine d'Achille

Like Tree603Likes

   
 
Filtra posts Strumenti Discussione Cerca in questa Discussione
  #4153 (permalink)  
Vecchio 28-07-2010, 11:06 AM
L'avatar di contemax
ForumSalute - Junior
 
contemax
 
Nel forum da: Jun 2010
Messaggi: 49
Predefinito Riferimento: La Mia rottura del Tendine d'Achille

Ciao a tutti!
Dopo 41 giorni dall'operazione, e 6 dalla sostituzione dall'ingessatura all'inguine al tutore a 90°, ieri ho cominciato a caricare, con l'aiuto delle stampelle, sulla gamba operata. Vi confesso che ho un pò di paura che mi blocca, infatti, con l'aiuto della bilancia, ho visto che non riesco ad appoggiare per oltre 10kg (ne peso 80), penso che sia una soglia "psicologica": proverò ad aumentare il carico gradualmente, senza forzare, e se per l'11 agosto non arriverò al carico totale(come suggeritomi dall'ortopedico...),gli dirò che continuerò a tenere il tutore per qualche altro giorno, tanto il centro di fisioterapia aprirà, dopo le ferie estive, il 23 agosto, quindi è inutile affrettare il recupero. Sto facendo esercizi per il tono muscolare della coscia (una settimana fa si vedeva solo il femore!), e devo dire che la muscolatura si sta riprendendo, riavvicinandosi alla massa della coscia non operata.

Un saluto al neo-arrivato Giorgio, sfortunato per la rirottura (ultimamente stanno arrivando più casi di recidive, che achillini/e che se lo rompono per la prima volta...)

@Achille78: la prima che ti fu fatta, è sta con tenolig, o con sutura termino-terminale?

Te lo chiedo perchè mi stanno venendo, come a minulili, un pò di quesiti in testa, spinti dalla lettura di qualche centinaio di pagine di questo forum, e dalla chiacchierata con il chirurgo che mi ha operato, fatta prima dell'intervento. Il mio dubbio è questo: è vero che l'operazione a cielo aperto, specie se associata ad ingessatura all'inguine di 35-40 giorni, e poi a stivaletto gessato da carico, o a tutore, per altre 3 settimane, un mese, ha diversi svantaggi (maggior invasività chirurgica, rischio maggiore di infezioni, maggiore immobilizzazione, perdita completa del tono muscolare della gamba, recupero più lungo), ma, leggendo appunto le pagine del forum, ho notato che non c'erano casi di ri-rottura con questa tecnica, definita da molti ortopedici antiquata. I (per fortuna pochi...) casi di secondaria rottura del tendine ci sono stati nei casi di soggetti operati "a cielo chiuso", con tenolig (ecco perchè vorrei sapere l'operazione subita da Achille7, e non con sutura termino-terminale. Per curiosità, ho trovato un articolo sulla "nostra" patologia, relativo ai calciatori professionisti, scritto dagli ortopedici del "San Matteo" di Pavia, che, insieme al Policlinico di Perugia, dicono essere le 2 strutture italiane dove appunto preferiscono farsi operare i calciatori: ebbene, si legge che la tecnica usata è quella della sutura termino-terminale (quindi "a cielo aperto",eventualmente associata ad una plastica di rinforzo, con il plantare gracile), con posizionamento di gesso in equinismo per almeno 30 giorni. Queste considerazioni mi fanno venire un pò di "perchè" sul vantaggio dell'una o dell'altra tecnica operatoria: ogni chirurgo ortopedico avrà le sue valide ragioni, ma, dalla casistica che ho letto in questo forum, mi sembra che la vecchia, classica operazione di tenorrafia termino-terminale abbia senza dubbio periodi di recupero più lunghi, ma un minor rischio di recidive. Certo che se siamo sfortunati e cadiamo a terra malamente (faccio le corna per tutti noi...), non c'è sutura che tenga...

Rispondi Con Citazione
Ti può interessare anche...
Pancia gonfia e meteorismo addio! Bastano 90 giorni

Hai la pancia sempre gonfia e dolente, dopo i pasti e per tutto il giorno? Se il gonfiore e il meteorismo ti stanno condizionando la vita, è ora di reagire.

Il programma Ciao Pancia Gonfia può aiutarti a liberarti del problema dell'aria nella pancia insegnandoti a rivedere la tua alimentazione e il tuo stile di vita, insieme all'utilizzo di soluzioni naturali efficaci come Endofit Gas Control.

Acquista Endofit Gas Control in farmacia, accedi GRATUITAMENTE al programma grazie al codice indicato nella confezione, segui il tuo percorso di apprendimento personalizzato e verifica i miglioramenti del tuo livello di benessere.

Approfitta subito di questa opportunità!


  #4154 (permalink)  
Vecchio 28-07-2010, 15:24 PM
L'avatar di giorgio p.69
 
Località: Avellino
giorgio p.69
 
Nel forum da: Jul 2010
Messaggi: 4
Predefinito Riferimento: La Mia rottura del Tendine d'Achille

Ciao contemax!! La prima operazione che mi e' stata fatta ,a cielo chiuso con tenolig!!! Dato che mi hanno operato il giorno dopo l'infortunio non ho avuto il tempo di documentarmi e neanche la testa, l'unica cosa era la struttura dove andare!!!che me la consigliata un mio amico medico. Il primario prima di operarmi mi ha spiegato il tipo d'intervento che mi faceva,e mi ha spigato che il 7_ 8 % questo tipo d'intervento è recitivo, pero' aveva un recupero piu' veloce con fine lo stesso obbiettivo.E poi mi ha spiegato l'intervento a cielo aperto con i disagi che tu hai elencato!!! Io a questo punto ho avuto fiducia del primario!!! Anche perche' io avevo (per il mio lavoro che faccio) bisogno di recuperare prima possibile. Quando mi hanno tolto il 16 luglio il primo gesso, ho chiesto al dr. , se avessi fatto questo tipo di operazione ( da premettere una semplice scivolata a piade nudo pero' con carico quasi totale) mi sarei rirotto il tendine? e' stato qualche secondo in silenzio e dopo mi ha detto, molto prabalbimente no.......io gia' immagginavo la risposta, perche' solo a pensare come vengono fatte le due operazioni la risposta vien da sola!!!! certamente se io non fossi scivolato adesso camminavo gia'!!! purtroppo a me erano passati 51 giorni dall'operazione e piu' o meno i tempi biologigi di una discreta saldatura del tendine( certamente centra l'eta' il fisico)inizia non prima dei 50 giorni, infatti il carico all'arto inizia piano piano dal 50 giorno in poi!!!!!( se e' tutto ok) un saluto a tutti!!! Questa e' una grande prova che stiamo superando!!!!

Rispondi Con Citazione
  #4155 (permalink)  
Vecchio 28-07-2010, 15:34 PM
L'avatar di SiSpezzaMaNonMollo
 
SiSpezzaMaNonMollo
 
Nel forum da: Jul 2010
Messaggi: 12
Predefinito Riferimento: La Mia rottura del Tendine d'Achille

Ciao Contemax, forse il problema non è il tipo di operazione ma il tipo di decorso post operatorio.
Chi ha subito un intervento a cielo aperto porta il gesso per più tempo dando modo al tendine di cicatrizzarsi meglio e senza rischi di ulteriori traumi (un'eventuale caduta col gesso non creerebbe problemi al tendine, ma forse ad altre parti del corpo).
Chi invece ha subito un intervento miniinvasivo con tenolig porta il gesso (gambaletto, o tutore) per meno tempo (io 37 giorni e non mi hanno consigliato neanche un tutore), ci si sente pronti per andarsene in giro come se nulla fosse e poi scivolare con le stampelle è un attimo e non indossando nessun tipo di protezione ...il danno è fatto (vedi giorgio p.69 e achille78).
Discorso diverso sarebbe se ci fossero delle recidive con un decorso normale (senza alcun incidente) e a distanza di più tempo (esempio 6 mesi / 1 anno) durante la vita di tutti giorni, magari salendo le scale o altro. Questo si che sarebbe un problema.
Però non essendo un dottore potrei sbagliarmi.
Comunque bisogna stare con gli occhi aperti e molto attenti, un paio di volte stampellando ho sbattuto la gamba buona sulla stampella rischiando di cadere. Da un lato ho paura di piegare la caviglia e di appoggiare il piede pensando di avere un pezzo di cristallo, e dall'altro vado in giro come se fossi un funambolo.

Rispondi Con Citazione
  #4156 (permalink)  
Vecchio 28-07-2010, 18:33 PM
L'avatar di minulili
ForumSalute - Junior
 
minulili
 
Nel forum da: May 2010
Messaggi: 77
Predefinito Riferimento: La Mia rottura del Tendine d'Achille

.....viste le informazioni, che ho , e mi chiedessero un parere sul tipo di trattamento non esiterei un attimo di consigliare , gesso x 40 giorni sino all inguine , + 25/30 gesso a stivlletto , o tutore, poi fisio terapie anche 10 sedute , se si ha la possibilità di andare al mare e camminare .......e il resto vien piano piano..... e quello che è successo a me , oggi ultima seduta di fisio , e cammino quasi normale.....( scusate se è poco ).,me ne frego di chi dice del trattamento riservato a me sono vecchi beceri antiquati...ecc ecc .... soffrire prima x aver il risultato migliore alla fine, non voglio dilungarmi mi pare che in merito ho scritto ampiamentedelle opinioni nelle pagine precedenti... su quello che pensavo., .... hai più sfortunati, mi associo alla loro sfiga , fate quello che sentite ogni tanto e non quello che dicono gli altri ......!!!un saluto

Rispondi Con Citazione
  #4157 (permalink)  
Vecchio 28-07-2010, 18:44 PM
L'avatar di contemax
ForumSalute - Junior
 
contemax
 
Nel forum da: Jun 2010
Messaggi: 49
Predefinito Riferimento: La Mia rottura del Tendine d'Achille

Possiamo dire allora che ogni operazione ha i suoi vantaggi e svantaggi. La tenorrafia a cielo aperto è più invasiva, richiede più tempo di gesso e tutore, ha maggior decorso per il recupero, però, proprio per queste caratteristiche, è più "tutelativa" nei confronti del tendine, che rimane più protetto per almeno 50-55 giorni. L'intervento a cielo chiuso con tenolig è meno invasivo, c'è minor rischio d'infezioni, minore immobilizzazione con gesso e tutore, ma, proprio per questo, richiede al paziente una maggiore attenzione nei suoi spostamenti, appunto perchè il tendine è più vulnerabile. Personalmente sono d’accordo con minulili, meglio un maggior periodo per il recupero, ma un recupero più sicuro…anche con tecniche considerate superate (ma perché allora continuano ad adottarle a Pavia e Perugia per i calciatori professionisti?!?) Penso inoltre che una fisioterapia adeguata, progressiva, e non "brutale" per recuperare prima, sia importante nella nostra seconda fase post gesso, o post tutore. Insomma, finchè il tendine non è ben saldato e cicatrizzato, come giustamente scrivono Giorgio e SiSpezzaMaNon Mollo (e ciò avviene anche in base alla nostra struttura fisica, può variare dai 35 ai 70 giorni), dobbiamo cercare di stare attenti a non scivolare, o a posare bruscamente il peso sull'arto infortunato, specie se siamo senza gesso, o tutore. Ricominciare daccapo non è piacevole, e qui ci sono gli amici Achille78 e Giorgio p.69 a testimoniarcelo.

Rispondi Con Citazione
  #4158 (permalink)  
Vecchio 28-07-2010, 19:43 PM
L'avatar di Càpita
ForumSalute - Senior
 
Càpita
 
Nel forum da: Jul 2010
Messaggi: 128
Predefinito Riferimento: La Mia rottura del Tendine d'Achille

Credo che stiamo facendo tutti un po' di confusione...
L'operazione può avvenire, essenzialmente, con due metodologie. Un primo tipo è quello classico che prevede il famoso squarcio di 15 centimetri. Un altro tipo è la mini invasiva (che non si può praticare sempre) che prevede un taglio orizzontale più piccolo e dei forellini in cui far passare il filo della sutura. In tutti e due i casi sopra descritti la tendenza post operatoria più comune è quella di utilizzare un gesso (o un tutore) sotto il ginocchio, prima in equino (per 2/3 settimane) e poi un gesso (o un tutore) con piede a 90 gradi (per 3/5 settimane). Ovviamente chi usa la tecnica mini invasiva non ci pensa proprio a utilizzare il gesso fino all'inguine per 40 giorni e poi altro gesso per un mese, ma molti che utilizzano la tecnica a cielo aperto (con lo squarcio), preferiscono comunque, da subito, il gesso o il tutore sotto il ginocchio.
I tempi di recupero e altri vantaggi sono a favore della mini invasiva, che di contro ha qualche caso in più di ri-rotture (soprattutto di tipo traumatico). Ma ci ha spiegato bene già tutto "contemax".
Insomma la scelta del gesso fino all'inguine non è molto più "garantista" rispetto al gesso sotto il ginocchio, mentre il tipo di operazione lo è!
Resta da capire perchè un paziente non venga informato prima per poter scegliere consapevolmente...

PS dimenticavo di dire che il metodo Tenolig è una tecnica diversa dalle altre due, ancora meno invasiva e per maggiori dettagli vi rimando ad una ricerca su internet...
per i più forti di stomaco:
- mini invasiva: http://www.youtube.com/watch?v=0DNee...has_verified=1
- tenolig: http://www.youtube.com/watch?v=OkRnym2RLo0


Ultima modifica di Càpita; 28-07-2010 alle 23:36 PM
Rispondi Con Citazione
  #4159 (permalink)  
Vecchio 29-07-2010, 12:48 PM
L'avatar di giampa81
ForumSalute - Junior
 
giampa81
 
Nel forum da: Jun 2010
Messaggi: 34
Predefinito Riferimento: La Mia rottura del Tendine d'Achille

Citazione:
Originariamente Inviato da minulili Visualizza Messaggio
giorgio p69..... , la tua storia lascia l' amaro in bocca, un augurio di pronta guarigione, fammi capire , per carattere sono un rompi palle quando un acosa mi interessa....,prima 30 giorni di stivaletto gessato, poi 15 tutore e subito, fisio , poi una scivolata e rirottura, ma poi x rimediare gesso a sino all inguine, e poi a stivale ...ecc ecc , come mai non ti hanno riingessato a stivaletto come prima .... ,?? cosè non gli dava più garanzie....?? sono curioso di sapere il perchè, per pura curiosità personale....!!! mi ripeto sino alla nausea: avevo dubbi quando inziai a scrivere su questo forum, ne ho ancora di più adesso, circa il metodo...!!!
giampa 81 sei pronto x le ferie in sardegna?? se coincidono i tempi ci prendiamo un cafè , così esorcizziamo questo tendine che tanto, ci ha fatto soffrire..!! un saluto a tutti....!!
ciao minulili....teoricamente sono pronto si...per cui il caffè lo bevo volentieri...dato che il mio cervello pensa solo al tendine, questa sera appena torna la mia segretaria (mia moglie) mi faccio dire i giorni in cui partiamo e in cui saremo nella tua zona cosi' ci si può vedere...

Rispondi Con Citazione
  #4160 (permalink)  
Vecchio 29-07-2010, 12:56 PM
L'avatar di giampa81
ForumSalute - Junior
 
giampa81
 
Nel forum da: Jun 2010
Messaggi: 34
Predefinito Riferimento: La Mia rottura del Tendine d'Achille

Citazione:
Originariamente Inviato da leonardog Visualizza Messaggio
Ebbene si, ci sono diverse scuole di pensiero sia tra gli ortopedici che tra i pediatri. Concordo con chi all'interno del forum (mi sempbra il prof. Minulli o forse Il dott. Jeppson )
diceva che dobbiamo essere noi i primi medici di noi stessi e saper ascoltare i segnali che il nostro corpo ci lancia.

@ Capita: io, operato con tecnica classica, inizio la fisioterapia a 55 gg dall'operazione. Il Fisiatra ritiene di non farmi fare laserterapia e massaggi perchè non ho dolori al tendine o alla caviglia durante la manipolazione.
@ Aleteatro: secondo me devi "correre" a mare. tutti i dottori mi dicono di nuotare molto e camminare in acqua. Per sbloccare il piede e favorire la circolazione dopo più di 50 gg di gesso mi hanno consigliato invece di mettere il piede sotto il getto della doccia e alternare acqua calda e acqua fredda.
@ giampa: non ho ancora iniziato la fisio ma io riesco ad estendere abbastanza bene mentre sono bloccato in flessione... bah! Curiosità: dopo quanti giorni dalla rimozione del gesso o del tutore hai iniziato a guidare? gesso o tutore? tenolig o tecnica classica invasiva?
@ per tutti: in base alla vostra esperienza dopo quanto tempo dalla rimozione del gesso o del tutore la caviglia si sgonfia e il sangue ricomincia a defluire regolarmemnte anche in posizione eretta?
In bocca al lupo ai nuovi e un saluto ai "vecchi"!!!
ciao leonarddog, io ho iniziato lunedi con un piccolo giro del palazzo e poi ho guidato ancora martedi con un giro un pò più ampio ma non esagerato...per via di un pò di formicolio al piede per via della circolazione e un pò di fastidio al polpaccio dovuto al non essere ancora abituato mi sono fermato per non rischiare ulteriormente però il fisioterapista mi ha detto che è tutto normale e che l'unica cosa che devo evitare è di guidare quando c'è coda...
io sono stato operato con tenoraffia e ho portato il tutore in equino per 42 giorni, a 90 con carico parziale per 16 e 7 giorni di scarpa con alternanza al tutore + fisio...ora da una settimana scarpa + fisio....

Rispondi Con Citazione
  #4161 (permalink)  
Vecchio 29-07-2010, 13:09 PM
L'avatar di giampa81
ForumSalute - Junior
 
giampa81
 
Nel forum da: Jun 2010
Messaggi: 34
Predefinito Riferimento: La Mia rottura del Tendine d'Achille

...ciao ragazzi...
al di la delle tecniche di operazione utilizzate dai medici, che capita ha documentato perfettamente, dobbiamo sempre fare attenzione in ogni movimento che facciamo e dobbiamo ascoltare i segnali del nostro corpo perchè purtroppo ci vuole veramente meno di un secondo a rifarsi male...

...io invece ultimamente inizio a sentire fastidio al tendine dell'arto non offeso, credo che sia infiammato il problema però è che è la stessa sensazione che avevo la mattina prima della partita di calcetto serale dove mi sono rotto....considerando che ho una tendinopatia cronica dovuta a tanti anni di karate agonistico, qualcuno sa se c'è qualche cura che si possa fare per rinforzare il tendine?

grazie a tutti.

Rispondi Con Citazione
  #4162 (permalink)  
Vecchio 29-07-2010, 15:40 PM
L'avatar di Càpita
ForumSalute - Senior
 
Càpita
 
Nel forum da: Jul 2010
Messaggi: 128
Predefinito Riferimento: La Mia rottura del Tendine d'Achille

Più che per rinforzare il tendine, ci sono terapie che cercano di curare la tendinite. Addirittura, quando non si riesce a risolvere in altro modo, si persegue la via chirurgica; ma questa è un'ipotesi remota.
Sappi che il dolorino al tendine prepartita che racconti tu, ricorda tanto il mio; così come è simile il fastidio che avverto oggi al tendine sano, probabilmente anche a causa di un eccessivo sovraccarico. È certo che quando sarà ultimato il recupero, dovremo preoccuparci di farci controllare anche quello sano (bastano una ecografia e una visita ortopedica).
Taluni ritengono che la causa principale delle tendiniti sia di origine posturale, ma questo è, purtroppo, un campo pieno di ciarlatani; io consiglierei un po' di "posturale" in palestra o, ancora meglio, rolfing o yoga. Sul rolfing ho esperienza diretta (ho fatto pochi mesi fa un ciclo, molto utile) e potrei darti altre informazioni, se sei interessato...


Ultima modifica di Càpita; 29-07-2010 alle 15:49 PM
Rispondi Con Citazione
  #4163 (permalink)  
Vecchio 29-07-2010, 19:39 PM
L'avatar di narduzzicorrado
 
narduzzicorrado
 
Nel forum da: Jul 2010
Messaggi: 25
Predefinito Riferimento: La Mia rottura del Tendine d'Achille

salve sono un nuovo utente, qualcuno mi sa dire se il gambaletto di gesso e meglio del tutore alla guarigione finale?

Rispondi Con Citazione
  #4164 (permalink)  
Vecchio 29-07-2010, 19:54 PM
L'avatar di minulili
ForumSalute - Junior
 
minulili
 
Nel forum da: May 2010
Messaggi: 77
Predefinito Riferimento: La Mia rottura del Tendine d'Achille

a i pro e contro.... il gesso sai che non lo puoi togliere e te ne fai una ragione.....il tutore e più leggero , lo puoi togliere , con la scusa di massaggiare, respirare la ferita , qualcuno lo levava la notte .....!!! la domanda è: siamo sicuri che levarlo par qualsiasi motivo giova...??!! fatti un giro nel forum è fatti un idea tua... la mia opinione , resta la mia e basta , è importante quella che ti fai tu.. se il tuo ortopedico , non è convicente , quando ti dice che è meglio uno piuttosto che altro...!!! un saluto in bocca all lupo

Rispondi Con Citazione
Rispondi  

Strumenti Discussione Cerca in questa Discussione
Cerca in questa Discussione:

Ricerca Avanzata

Regole di Scrittura
Tu non puoi inviare nuove discussioni
Tu non puoi inviare risposte
Tu non puoi inviare allegati
Tu non puoi modificare i tuoi messaggi

Il codice BB è Attivato
Le faccine sono Attivato
Il codice [IMG] è Attivato
Il codice HTML è Disattivato
Trackbacks are Disattivato
Pingbacks are Disattivato
Refbacks are Disattivato



Adesso sono le 09:14 AM.



Forumsalute.it © UpValue srl Tutti i diritti riservati.
C.F., P. IVA e Iscr. Reg. Imprese Milano n. 04587830961   |  Privacy   |  Credits


Powered by vBulletin® Version 3.8.7
Copyright ©2000 - 2016, vBulletin Solutions, Inc.
Content Relevant URLs by vBSEO 3.6.0 PL2
CHIUDI
POTREBBERO INTERESSARTI
In vacanza senza allergie

Soffri di allergie a pollini, acari, muffe, oppure al nichel o ad alcuni alimenti e vuoi evitare che la tua vacanza si trasformi in un incubo? Prepara una valigia a prova di rinite...
I consigli dell'allergologo
Quando le gambe hanno sete

Soprattutto in estate, mantenere le gambe ben idratate è fondamentale per la loro salute: l'inaridimento è uno dei primi sintomi dell'insufficienza venosa e del ristagno del sangue.
Largo ad acqua e vitamine

Per offrirti il miglior servizio questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni qui.

X