ForumSalute - Forum
  #1 (permalink)  
Vecchio 16-01-2010, 00:39 AM
L'avatar di Roberto59
Forum Salute - Junior
 
Roberto59
 
Nel forum da: Nov 2009
Messaggi: 54

Tachicardia notturna


Mi e' capitato qualche volta di avere delle tachicardie notturne di due tipi, una con la percezione di una specie di click come fosse un interruttore nel cuore e immediatamente partenza a razzo della tachicardia oltre 160 battiti. Poi come era iniziata e' finita. Il secondo tipo di tachicardia invece ce l'ho piu' frequentemente, compare verso le 3 o le 4 del mattino ma inizia molto piu' subdolamente rispetto all'altra, mi sveglio con un senso di disagio al petto ma non sono ne extrasistole ne ancora tachicardia, dopo pochi minuti questa tensione non la riesco a sopportare e sono costretto ad alzarmi, e' a questo punto che il cuore comincia piano piano ad accelerare fino ad arrivare alla tachicardia vera e propria, in questi frangenti mi sento collassare ho notato che pero' se riesco a camminare per la stanza sto meglio se mi fermo e' la fine. Ho controllato la pressione ed e' altissima oltre160 ma la minima rimane abbastanza costante non supera i 90. Non sono riuscito a capire se prima mi aumenta la pressione e poi vado in tachicardia oppure la pressione e' la conseguenza della tachicardia. Sicuramente e' anche un problema di ansia ma mi piacerebbe conoscere anche le vostre esperienze. Ciao
Rispondi Con Citazione
Ti può interessare anche...

  #2 (permalink)  
Vecchio 16-01-2010, 19:18 PM
L'avatar di Apollonia
Moderatrice Cuore in Salute
"Siamo tutti guerrieri nella battaglia della vita, ma
alcuni conducono ed altri seguono." Gibran
 
Località: campania
Apollonia
 
Nel forum da: Sep 2009
Messaggi: 21.299
Predefinito Riferimento: Tachicardia notturna

Ciao Roberto,
non so se potrai trovare analogie con quello che ti racconterò.
Ti descrivo come avvenivano le mie crisi di TPSV. Allora ero poco più che trentenne. E stavo uscendo da una nevrosi d'ansia.
Succedeva sempre di notte. Dopo circa una paio d'ore di sonno mi svegliavo quasi di soprassalto con un formicolio alle mani e ai piedi, una volta alzata dal letto mi sentivo svenire. Il cuore batteva come una macchina elettrica per cucire e camminavo avanti e indietro per la casa. Uscivo anche fuori al terrazzo al freddo, mi stendevo a terra, mi rialzavo, andavo a baciare le mie figlie che dormivano, con il pensiero di una morte imminente. Per fortuna nessuno si accorgeva mai di niente. Alcuni amici medici mi dicevano che era dovuto all'ansia e allo stress, Mi insegnarono alcune manovre per farla passare, che tu ben conosci. Devo dire che dopo un po', tentando e ritentando, passavano.
Solo una notte sono finita in ospedale e da allora il mio medico decise per il betabloccante che per undici anni mi ha risolto il problema.
Ho provato poi con un altro betabloccante ma le crisi sono ricomparse, fino a quando una notte la tachicardia probabilmente si è trasformata in Fibrillazione atriale.
Da qui la decisione, in accordo con il mio medico di andare a Milano per una visita da un eccellente Aritmologo. Così mi fu proposta lo studio elettrofisiologico con relativa ablazione, in questo modo pensavano di far fuori anche la FA.
Sono stata ablata per tachicardia da rientro nodale e giudicata guarita a controllo dopo tre mesi.
Dopo dodici giorni dal controllo è tornata la FA.
Adesso sono in terapia. Ma non mi fermo qui.
Scusa il "papello", ma è solo per spiegare bene.
Un abbraccio.
Apollonia.
Rispondi Con Citazione
  #3 (permalink)  
Vecchio 17-01-2010, 09:54 AM
L'avatar di Roberto59
Forum Salute - Junior
 
Roberto59
 
Nel forum da: Nov 2009
Messaggi: 54
Predefinito Riferimento: Tachicardia notturna

Ciao Apollonia, è perfetta la rappresentazione che hai fatto con i rumori della macchina da cucire. Trovo interessante il fatto che avessi formicolii alle mani ed ai piedi e che anche tu ti sentissi svenire una volta in piedi. Non hai mai controllato la pressione in quei frangenti? Vedi un dubbio che mi è sempre venuto è che si potrebbe trattare di un aumento improvviso della pressione, che ci porta ad avere malesseri, una volta in piedi questo sbalzo sarebbe ancora più evidente e ci porta al collasso. Il cuore aumenta i battiti e poi la paura fa tutto il resto e ci scatena la tachicardia. Io ho controllato la pressione e l'ho trovata sempre molto alta, mi sono monitorato ogni minuto e stavo un po' meglio come diminuiva, per poi ripeggiorare se saliva, solo dopo un ora e mezzo o due la pressione tornava nei valori normali stabilmente ed anche io mi sentivo molto meglio anche se spossato.
Ciao.
(P.S sei in gamba a seguire tutti noi grazie e grazie anche a drhouse)
Roberto
Rispondi Con Citazione
  #4 (permalink)  
Vecchio 17-01-2010, 19:50 PM
L'avatar di Apollonia
Moderatrice Cuore in Salute
"Siamo tutti guerrieri nella battaglia della vita, ma
alcuni conducono ed altri seguono." Gibran
 
Località: campania
Apollonia
 
Nel forum da: Sep 2009
Messaggi: 21.299
Predefinito Riferimento: Tachicardia notturna

Purtroppo mi sentivo tanto disperata che non ci pensavo alla pressione, ma anche se avessi voluto misurarla, non avevo l'apparecchio.
Però ho sempre saputo che durante l'attacco di TPSV la pressione va giù, anzi possono esserci delle vere e proprie sincopi.
Volevo farti una domanda: non è che la sera vai a letto dopo una bella cena?
Sai, a volte con lo stomaco pieno succede!
Non voglio sbagliarmi, ma secondo me, la tua tachicardia non è correlata a qualche anomalia del circuito elettrico del cuore, probabilmente dipende dallo stress. Però se non parli con un medico possiamo fare solo chiacchiere, ma i dubbi restano. Però confrontarsi non fa mai male!
Un abbraccio.
Apollonia.
P.s: Grazie anche a te per aver movimentato il forum. Sei forte!
Rispondi Con Citazione
  #5 (permalink)  
Vecchio 18-01-2010, 14:38 PM
L'avatar di Roberto59
Forum Salute - Junior
 
Roberto59
 
Nel forum da: Nov 2009
Messaggi: 54
Predefinito Riferimento: Tachicardia notturna

Concordo che la base di partenza dipenda dall'ansia. A me succede spesso quando dormo fuori casa per lavoro, dopo un lungo viaggio (quindi stress e cortisolo..) e cena in ristorante a base di carne, per non mangiare carboidrati pure a cena, quando normalmente io di carne ne mangio pochissima durante la settimana! Sono quasi vegetariano. Però ho una certezza, la pressione alta durante l'attacco. Potrebbe trattarsi pure di attacco di panico non lo escludo, ma il cuore comunque va in tachicardia.
Ciao.
Roberto
Rispondi Con Citazione
Rispondi

Strumenti Discussione Cerca in questa Discussione
Cerca in questa Discussione:

Ricerca Avanzata

Regole di Scrittura
Tu non puoi inviare nuove discussioni
Tu non puoi inviare risposte
Tu non puoi inviare allegati
Tu non puoi modificare i tuoi messaggi

Il codice BB è Attivato
Le faccine sono Attivato
Il codice [IMG] è Attivato
Il codice HTML è Disattivato
Trackbacks are Disattivato
Pingbacks are Disattivato
Refbacks are Disattivato



Adesso sono le 05:13 AM.


UPVALUE SRL - MILANO
Forum di discussione su argomenti di Salute, Medicina e Benessere

Powered by vBulletin® Version 3.8.7
Copyright ©2000 - 2014, vBulletin Solutions, Inc.
Content Relevant URLs by vBSEO 3.6.0 PL2