ForumSalute - Forum

ForumSalute - Forum (http://www.forumsalute.it/community/)
-   Senologia e prevenzione oncologica (http://www.forumsalute.it/community/forum_68_senologia_e_prevenzione_oncologica_1.html)
-   -   marcatori tumorali (http://www.forumsalute.it/community/forum_68_senologia_e_prevenzione_oncologica/thrd_104572_marcatori_tumorali_0.html)

elisa77 20-09-2007 13:57 PM

marcatori tumorali
 
Ciao a tutte!!! Allora mia mamma ha iniziato al chemio gialla (CMF)..primo round come dice Laura..molto meglio della rossa.. anche la nausea praticamente inesistente.. speriamo vada avanti così.. ha fatto gli esami del sangue completi.. aveva l'emoglobina un po' giù.. però l'oncologa ha detto che non c'era da preoccuparsi.. ne ho approfittato anche pr chiederle perchè non le ha mai fatto fare i marcatori tumorali.. e lei mi risponde che non li farà ne' oggi ne' mai perchè ormai non si fanno più poichè hanno capito che non sono attendibili.. mah.. non ho capito molto da questa risposta.. è vero ho letto anch'io da qualche parte che possono aumentare ma questo non significa che la malattia è progredita però mi sembra che vengano monitorati di solito nei vari controlli. O no? Voi cosa mi dite????

seredolo 20-09-2007 14:19 PM

ciao elisa,
non sono molto afferrata sui marker. ma mi han detto che anche una non sana alimentazione o per chi fuma, anche se non hanno nulla i marcatori son sballati.
a me li han fatti lo stesso in quanto se ci sono dei valori che sballano parecchio chiaramente son da tener presente.
probabilm dssa Cirolla sarà piu esaustiva.
baciotti, cara
Dolly

Laura51 20-09-2007 14:46 PM

Ciao Eli, che io sappia i markers tumorali non sono attendibili come indice di progressione della malattia a meno che non abbiano valori sballatissimi. In tutti gli altri casi fluttuano fisiologicamente come tanti altri valori del sangue, molto influenzati magari da problemi come alimentazione che sovraccarica il fegato e cose del genere. Quindi quando si alzano generano inutile angoscia perchè uno pensa subito al ritorno del tumore e invece non c'entra niente. Queste opinioni che ti riferisco non sono mie ma provengono da oncologi, quindi credo siano più che affidabili. In stanza 4, dove sono in cura io, non so ogni quanto ricercano i markers: per ora il dott. Capri me li ha fatti fare solo a maggio prima di iniziare la chemio e nell'ambito di un esame completo che includeva anche il colesterolo ecc.
Gli esami che mi fa fare ogni tre settimane ad ogni nuovo ciclo sono: emocromo, azotemia, creatininemia, sodio, potassio, calcemia, glicemia, ALT, AST,fosfatasi alcalina, gamma GT,LDH, bilirubinemia.
Un abbraccio

elisa77 20-09-2007 15:59 PM

ciao Laura!!! sì sono gli stessi della mia mamma.. comunque stamattina ha dovuto prendere il plasil perchè aveva una nausea pazzesca.. forse i sintomi di questa chemio arrivano dopo rispetto alla rossa.. comunque sicuramente più leggeri..

gor 20-09-2007 16:38 PM

ciao a tutte, a me l'oncologa mi ha detto che il controllo dei marcatori durante la chemio non vengono fatti in quanto non attendibili. A me verranno controllati 40 giorni dopo la fine della chemio.
Baci a tutte Anna

Laura51 20-09-2007 18:46 PM

Sì Eli ho confrontato la mia esperienza con quella delle altre pazienti in chemio gialla: stiamo bene il giorno della terapia, mentre il secondo c'è chi si sveglia al mattino con una nausea tremenda oppure chi come me sta male dopo pranzo. A tutte le persone che hanno vomitato (me inclusa) è capitato una sola volta, proprio il secondo giorno. Il terzo qualcuna si è sentita una specie di stanchezza da influenza (io per esempio no) e poi si va in miglioramento, anche se si arriva al richiamo della settimana dopo in forma non smagliante (perchè per un recupero vero non basta una settimana).
Oggi ho fatto il richiamo del secondo ciclo e, vedi, per ora sto bene. Le infermiere però hanno cambiato in questi giorni (su ordine medico) a tutte le pazienti di CMF la modalità di somministrazione dei farmaci: uno dei tre, il ciclofosfamide, viene dato per flebo, quindi il tempo del trattamento ahimè si allunga, non più quei dieci minuti ma complessivamente una mezzoretta. E' una cosa non definitiva, bensì una prova che stanno facendo perchè diverse pazienti lamentano appena si alzano dalla poltrona, anzi già un po' prima, un'intensa sensazione di stordimento e capogiri vari. A me era successo ma non in forma pesante. Devo dire che con questa nuova modalità di somministrazione non ho effettivamente sentito nessuno stordimento. Immagino che, se sarà così per tutte, questa nuova modalità diventerà definitiva.
Baci

elisa77 20-09-2007 23:44 PM

ciao Laura.. effettivemente l'altro giorno quando ho accomapgnato la mamma alla macchina alla fine del primo round mi diceva che aveva questa sensazione di capigiro e di stordimento.. la stessa che mi descrivi tu.. poi è passata.. il tempo di arrivare all'entrata dell'autostrada ( noi abitiamo in periferia) e stava già meglio, ma mi ha proprio parlato di questi capogiri.. bene bene.. l'avviser del cambaimento.. comunque oggi non ha vomitato... solo un po' di nausea.. ha preso un plasil e sembrava meglio.. i capelli però non crescono.. proprio zeo.. però forse è ancora presto.. l'ultima rossa è del 22 agosto.. fammi sapere domani come va''.. dai sei a metà della gialla.. manca poco.. un abbraccio.. Eli

Laura51 21-09-2007 00:05 AM

cara Eli, ti farò sapere se domani va al solito modo, intanto mi appresto ad andare a letto che è tardi. Però di una cosa volevo scrivere ora per rassicurarti: i capelli iniziano a ricrescere, timidamente ma visibilmente, circa un mese e mezzo dopo l'ultima chemio rossa, quindi secondo me la mamma li vedrà spuntare nella prima settimana di ottobre, o giù di lì. A me le infermiere avevano detto che la ricrescita iniziava in occasione del secondo ciclo di chemio gialla, e in effetti i tempi tornano abbastanza. La grande seccatura è che viene caldamente consigliato di radere la ricrescita, cosa che ho fatto la settimana scorsa e poi di ri-raderla ancora una settimana dopo, cosa che farò questo week-end. Ma poi basta, li lascio crescere definitivamente, tanto già adesso mi sembra che non siano poi così fragili.
Baci e a domani

Dott. Cirolla 21-09-2007 22:03 PM

PER ELISA77


Gentile amica sicuramente la situazione di sua madre e' mpegnativa ed affrontata in modo a dir

poco atipico....

I marcatori tumorali di routine si effettuano sempre durante l'espletamento di una terapia

oncologica poiche' servono per la valutazione diagnostica e per meglio indirizzare la

terapia,anche se spesso un loro aumento parziale non e' indice di ripresa di malattia.

Che ne pensa di un ulteriore consulto da prospettare a sua madre!


DOTT.VIRGINIA A.CIROLLA
___________________________
STUDIO MEDICO CIROLLA

E.D'ARBOREA 38 00162 ROMA
0664465289
3396769115
3930944388
3935742481
DOTT.VIRGINIACIROLlibero.it
dott.virginiacirolla@fastwebnet.it
prof.virginia@yahoo.it

CASTROREGIO

ROMA 20

3331658631
3935742481
prof.virginia@yahoo.it
dott.virginiacirolla@fastwebnet.it
___________________________

mabianchi 22-09-2007 23:30 PM

Cara Elisa, come va la mamma? Spero tutto bene. Anche a me hanno richiesto tra le altre cose i marcatori tumorali che andrò a fare nei prossimi giorni in vista del 3° controllo oncologico. Un caloroso abbraccio a tutte

Un ringraziamento particolare alla dott.ssa Cirolla che è sempre molto rassicurante!

Ciao Mabi

elisa77 23-09-2007 14:02 PM

Gent. Dott.ssa Cirolla, non ho capito molto la sua risposta, quindi le chiedo dei chiarimenti. Condivido con lei che la situazione di mia madre è impegnativa, come d'altronde quella di tutte le persone che scrivono in questo forum. Mi scrive che viene affrontata in modo atipico: da me? da mia madre? dall'oncologa che l'ha in cura?
Siamo seguiti all'Istituto Nazionale dei Tumori a Milano dove abbiamo sempre trovato medici di estrema professionalità: dal primario di senologia Dr. Greco che l'ha operata, dall'equipe di oncologi che la segue che fa seguito alla Dott.ssa Bianchi. Le confesso che ha sorpreso anche a me la vicenda dei marcatori tumorali che non vengono monitorati, ma mi ha sorpreso ancora di più ( e in modo positivo) il fatto che mia madre abbia seguito una terapia per i primi quattro cicli di adriamicina e taxolo che non viene utilizzata in molti altri ospedali e soprattutto che non fa parte del protocollo del sistema sanitario italiano per cui l'istituto di sobbarca tutto il costo del farmaco che dovrebbe essere invece a carico del paziente. Ritengo comunque come mi ha confermato lei che la vicenda dei marcatori tumorali sia anomala per cui chiederò ulteriori spiegazioni. Grazie. Elisa

cleo1 23-09-2007 16:56 PM

Ciao Elisa, a me i marcatori tumorali li fanno ripetere a distanza di 6 mesi dall'intervento (allo I.E.O). Un bacio. Cleo.


Adesso sono le 14:26 PM.

Powered by vBulletin® Version 3.8.7
Copyright ©2000 - 2014, vBulletin Solutions, Inc.
Content Relevant URLs by vBSEO 3.6.0 PL2