ForumSalute - Forum
  #1 (permalink)  
Vecchio 03-05-2008, 16:30 PM
L'avatar di simosteo
Junior Member
 
Località: Lombardia
simosteo
 
Nel forum da: May 2008
Messaggi: 8

ADERENZE POST INTERVENTO CHIRURGICO


Non è molto risaputo che a seguito di un intervento chirurgico, il fatto stesso che esista una cicatrice post incisione, porta nel tempo a delle aderenze dei tessuti sottostanti.
purtroppo la medicina tradizionale non ha la bacchetta magica ed è inevitabile l'instaurarsi di questa situazione.
alcuni studi hanno cercato di ridurre al massio la formazione di aderenze post intervento, ma con risultati ancora non sufficienti.
Cosa sicuramente utile ma poco utilizzata, è la mobilizzazione dei tesuti cicatrizzati, da parte dei fisioterapisti con tecniche dolci sui tessuti molli che portano al mantenimento dela mobilità degli stessi evitando che si imbriglino strutture importanti vascolo-nervose con dolori riferiti in loco ed anche a distanza. questo spiegherebbe l'insorgenza di problematiche simil-sciatiche a seguito di interventi addominali, cruralgie a seguito di ernie inguinali, varicocele, cesarei, laparoceli etc etc.
allo stesso modo, si possono riscontrare dolori alle spalle o problemi cervicali sempre per squilibrio delle tensioni fasciali a seguito di interventi chirurgici.
esiste quindi la possibilità di trattarle e ridurre le complicanze....
non sottovalutiamole, possono anche portare a degli squilibri a livello di organo e di postura, anche per le cicatrici dislocate in altri distretti corporei, arti etc etc...
simone
Rispondi Con Citazione
Ti può interessare anche...

  #2 (permalink)  
Vecchio 04-05-2008, 10:46 AM
L'avatar di gina.bi
Forum Salute - Senior
 
gina.bi
 
Nel forum da: Jan 2008
Messaggi: 205
Predefinito

le aderenze, queste maledette!
per me questa potrebbe essere una bella notizia, ma vale anche se l'intervento è stato fatto tre anni fa?
l'ultimo specialista che mi ha visitata mi ha detto che l'unico "rimedio" è quello della rimozione chirurgica, ma solo nel caso in cui comportassero problemi ben più seri (senza dirmi quali, argh) che non la semplice sindrome dolorosa...
Rispondi Con Citazione
  #3 (permalink)  
Vecchio 04-05-2008, 15:45 PM
L'avatar di simosteo
Junior Member
 
Località: Lombardia
simosteo
 
Nel forum da: May 2008
Messaggi: 8
Predefinito

beh, innanzi tutto, c'è da porsi anche la domanda......"se l'aderenza è l'esito di una cicatrice dovuta ad un intervento, posso effettuare un intervento per rimuoverla? e se la causa è proprio un intervento, a questo punto se ne stimola la formazione di altre?". io sono del parere che è proprio così, non ho mai visto esiti di rimozione delle aderenze senza la formazione di altre. non dimentichiamoci che le aderenze si formano anche su causa metabolica o post infettiva o post infiammatoria (è il peritoneo che per motivi metabolci, riduce la sua capacità elastica e di scorrimento sulle pareti dei visceri e dei tessuti limitrofi).
quindi la risposta alla tua domanda è: "si", anche su vecchie cicatrici, secondo teorie osteopatiche, si puo' riequilibrare il tessuto cicatriziale e quello circostante riquilibramdo la sua elastiità e la capacità quindi di movimento (il movimento è la base della salute di un tessuto e quindi di un organo e e del corpo nella sua interezza).
spero di aver risposto esaustivamente al tuo quesito.
simone
Rispondi Con Citazione
  #4 (permalink)  
Vecchio 01-06-2008, 12:58 PM
L'avatar di silvered
Senior Member
 
silvered
 
Nel forum da: Aug 2005
Messaggi: 352
Predefinito

Salve sono un 45enne e sono alla ricerca di risposta in merito a delle aderenze che si formarono qualke anno fa dopo un intervento di tenorrafia.
Il quesito è questo: è possibile che le aderenze cicatriziali possono compromettere la normale funzione di un'articolazione che e situata lontano dalla cicatrice?
In altre parole se la cicatrice è in corrispondenza della caviglia; posso soffrire di dolori al ginocchio? Se si; potrei risolvere il problema da un buon osteopata?
Grazie!
Rispondi Con Citazione
  #5 (permalink)  
Vecchio 02-06-2008, 11:49 AM
L'avatar di ivanobianchi
Osteopata
 
Località: Toscana
ivanobianchi
 
Nel forum da: Oct 2007
Messaggi: 411
Predefinito

Gentile silvered,
non sò se un buon osteopata (il buon è sempre di rigore) possa risolverle il problema, molto probabilmente però le sarà di aiuto. Qualunque azione medica non è mai gratis,e non parlo solo dell'aspetto economico, ma degli effetti collaterali, per la mia esperienza l'osteopatia a rari effetti collaterali.

Ivano Bianchi D.O.
Osteopata
Via Roma 9 Ponte Buggianese - Pistoia
Medical Sport 2 - Pistoia
Master Club - Lucca
tel 3473392986
Rispondi Con Citazione
  #6 (permalink)  
Vecchio 08-06-2008, 11:50 AM
L'avatar di simosteo
Junior Member
 
Località: Lombardia
simosteo
 
Nel forum da: May 2008
Messaggi: 8
Predefinito

Gentile Silvered,
innanzi tutto è utile sapere ( quindi come sempre vedere ed esaminare) quale tipo di intervento di tenoraffia sia stato eseguito e le sequele.
per quanto riguarda la seconda parte del quesito, le rispondo che certamente un problema cicatriziale può interessare anche una articolazione relativmente lontana, per il concetto della catena muscolare o meglio, se il tendine in questione è parte di un muscolo che si inserisce sull'articolazione a distanza o la può influenzare posturalmente e quindi anche come conseguente alterazione articolare artrocinematica, si ha già una iptesi della causa del problema. sta a un buon osteopata o fisioterapista risolvere questa che in terminologia osteopatica si chiama genericamente disfunzione di movimento.
spero sia stato di aiuto
buona giornata
simone
Rispondi Con Citazione
  #7 (permalink)  
Vecchio 13-06-2008, 23:56 PM
L'avatar di silvered
Senior Member
 
silvered
 
Nel forum da: Aug 2005
Messaggi: 352
Predefinito

Citazione:
Citazione: Messaggio inserito da simosteo

Gentile Silvered,
innanzi tutto è utile sapere ( quindi come sempre vedere ed esaminare) quale tipo di intervento di tenoraffia sia stato eseguito e le sequele.
per quanto riguarda la seconda parte del quesito, le rispondo che certamente un problema cicatriziale può interessare anche una articolazione relativmente lontana, per il concetto della catena muscolare o meglio, se il tendine in questione è parte di un muscolo che si inserisce sull'articolazione a distanza o la può influenzare posturalmente e quindi anche come conseguente alterazione articolare artrocinematica, si ha già una iptesi della causa del problema. sta a un buon osteopata o fisioterapista risolvere questa che in terminologia osteopatica si chiama genericamente disfunzione di movimento.
spero sia stato di aiuto
buona giornata
simone
grazie simosteo per le informazioni che mi ha dato, si per la verità credo sia proprio cio che lei dice ovvero disfunzione di movimento.
Io ho avuto una tenorrafia achillea con esiti cicatriziali della ferita paramediana, che ha comportato un ritardo del recupero funzionale oltre al fatto che a causa di ciò la ferita mi da fastidio in particolare a termine giornata. A questo si aggiunge il dolore al ginocchio per disfunzione di movimento e "dulcis in fundo" un dolorino fastidiosissimo a livello del malleolo esterno in corrispondenza del metatarso.
Io faccio spesso strecking dei gastrocnemi e massaggio cicatriziale con applicazione di crema al cortisone. questo mi ha aiutato tantissimo a recuperare la funzione pressocchè totale della caviglia ma i dolori di cui sopra persistono a distanza di 3 anni dall'intervento.
Rispondi Con Citazione
  #8 (permalink)  
Vecchio 15-12-2008, 17:25 PM
L'avatar di eonnilla
Junior Member
 
Località: Umbria
eonnilla
 
Nel forum da: Dec 2008
Messaggi: 1
Predefinito

Mi hanno asportato la testa del femore sx e subito dopo l'intervento mi hanno mobilizzato l'arto.La funzionalita'era pressoche' identica all'arto dx,anche senza testa il femore si muoveva normalmente e con esso tutta la gamba.Dopo 1 mese circa la gamba sx si e' bloccata,causa aderenze.Ho recuperato un po' di mobilita'con la fisioterapia,ma ancora insufficiente.Vi chiedo se sono possibili interventi chirurgici per eliminare le aderenze e consentirmi una maggiore mobilita' dell'arto.Ho sentito di laser terapia.Dove si fanno questi interventi?Grazie
Rispondi Con Citazione
  #9 (permalink)  
Vecchio 24-01-2009, 17:08 PM
L'avatar di ivanobianchi
Osteopata
 
Località: Toscana
ivanobianchi
 
Nel forum da: Oct 2007
Messaggi: 411
Predefinito

Gentile eonilla,
sulla possibilità di togliere aderenze dovute ad un precedente intervento deve consultare un chirurgo, prima però proverei con delle tecniche manuali. In osteopatia si lavora spesso sulle cicatrici e sulle aderenze. Ma non è solo quello il problema. Occorre mettere l'organismo nel miglio equilibrio possibile e in questo l'ìosteopati offre grandi possibilità.
Contatti un buon osteopata e ci faccia sapere.

Cordialmente

Ivano Bianchi D.O.
Osteopata
tel 3473392986
Via Roma 9 Ponte Buggianese - Pistoia
Medical Sport 2 - Pistoia
Master Club - Lucca
email ivanok@tin.it
Rispondi Con Citazione
Rispondi

Strumenti Discussione Cerca in questa Discussione
Cerca in questa Discussione:

Ricerca Avanzata

Regole di Scrittura
Tu non puoi inviare nuove discussioni
Tu non puoi inviare risposte
Tu non puoi inviare allegati
Tu non puoi modificare i tuoi messaggi

Il codice BB è Attivato
Le faccine sono Attivato
Il codice [IMG] è Attivato
Il codice HTML è Disattivato
Trackbacks are Disattivato
Pingbacks are Disattivato
Refbacks are Disattivato



Adesso sono le 15:23 PM.


UPVALUE SRL - MILANO
Forum di discussione su argomenti di Salute, Medicina e Benessere

Powered by vBulletin® Version 3.8.7
Copyright ©2000 - 2014, vBulletin Solutions, Inc.
Content Relevant URLs by vBSEO 3.6.0 PL2