ForumSalute - Forum
  #1 (permalink)  
Vecchio 09-02-2008, 16:07 PM
L'avatar di MARI62
Member
 
Località: Piemonte
MARI62
 
Nel forum da: Feb 2008
Messaggi: 41

frattura tibia e perone gamba destra


Salve dottore, il 22 dicembre 07 mio marito è stato investito, ed ha riportato rottura del naso, che ora è a posto, escoriazioni in faccia, colpo di frusta, ha portato per 8 gg. il collare, e la frattura composta di tibia e perone, su alcune lastre c'era anche scritto frattura malleolare. Per 40 giorni sino al 4 febbraio ha tenuto un gambaletto di gesso, divieto assoluto di caricare, ha sempre tenuto la gamba sollevata, appoggiata su una sedia con cuscino, e dormito con la sua parte di letto sollevata da libri. Il giorno in cui hanno tolto il gesso, il piede risultava non molto gonfio, nei giorni successivi è gonfiato, sul collo e a livello della caviglia. Per ora gli unici esercizi che hanno detto di fare sono stati immergere il piede in acqua e muoverlo. Il giorno 19 di febbraio ritorneremo dall'ortopedico. Vorrei sapere in che cosa consiste la riabilitazione, e quanto tempo ci vorrà, per ritornare a camminare e guidare, si può fare una stima approssimativa, l'età di mio marito è di 43 anni, grazie di cuore.
Rispondi Con Citazione
Ti può interessare anche...

  #2 (permalink)  
Vecchio 09-02-2008, 19:13 PM
L'avatar di Musorrofiti
Fisioterapista
 
Musorrofiti
 
Nel forum da: Feb 2008
Messaggi: 773
Predefinito

Cara Maria, fino a poco tempo addietro per guarire da una frattura composta di tibia e perone ci volevano da 5 a 7 mesi di tempo. Ma per fortuna con l’utilizzo di energie fisiche evolute questi tempi vengono notevolmente ridotti. Quanto ci metterà suo marito però dipende solo da come affronterà la riabilitazione e da come la sua struttura corporea reagirà alle terapie.
Tenendo ben presente che non si può generalizzare un discorso così specifico, le posso dire in linea di massima il percorso riabilitativo per una frattura composta come quella di suo marito.
Una volta tolto il gesso iniziare in maniera graduale la riabilitazione :
1) onde d’urto per aiutare il riconsolidamento osseo
2) Elettroterapia ad azione anti-infiammatoria e linfodrenante
3) Inizio del potenziamento muscolare, tramite vibrazioni sonore ad alto rendimento ( viss ) , del quadricipite, gastrosoleo, tib. anteriore e posteriore, peronei
4) Mobilizzazioni passive e poi attive della gamba
5) Esercizi di potenziamento muscolare isometrici della gamba
6) Rieducazione al cammino tramite sistema microgravitario SPAD che permette di camminare in uno stato di allevio corporeo ( minor peso )
7) Esercizi di allungamento muscolare della gamba
Rieducazione propriocettiva della gamba con le classiche tavolette

Più o meno questa è la riabilitazione che dovrebbe fare una persona che ha subito un trauma come quello di suo marito.
Si affidi al suo ortopedico e si faccia indicare un buon centro di riabilitazione dove iniziare le terapie.
In bocca al lupo per suo marito.
Dr. Marco Musorrofiti
Rispondi Con Citazione
  #3 (permalink)  
Vecchio 13-02-2008, 15:41 PM
L'avatar di MARI62
Member
 
Località: Piemonte
MARI62
 
Nel forum da: Feb 2008
Messaggi: 41
Predefinito

Grazie dottore è stato veramente gentile, ieri però è capitato che si è inciampato nella stampella sinista e d'impulso per non cadere ha appoggiato la parte anteriore del piede destro a terra, sul quale dal giorno dell'incidente non aveva mai caricato. Ha provato un dolore forte, che al termine della giornata e nella notte è aumentato, il medico che l'ha visitato questa mattina ha detto che si tratta di uno stiramento, di spalmare il fastum gel tipo impacco e di indossare una calza contenitiva per ridurre l'edema. Speriamo che questo inconveniente non comprometta la guarigione, le farò sapere, grazie ancora.
Rispondi Con Citazione
  #4 (permalink)  
Vecchio 13-02-2008, 22:04 PM
L'avatar di Musorrofiti
Fisioterapista
 
Musorrofiti
 
Nel forum da: Feb 2008
Messaggi: 773
Predefinito

Accidenti! Quando piove sul bagnato..
Dica a suo marito di fare gli impacchi e di mettere la calza, poi se riesce di mettere pure del ghiaccio ( avvolto in un panno e non più di 5 minuti , più volte al giorno ) e quando si riposa di stare con il piede in scarico ( in posizione supina con il piede sopra a due o tre cuscini ).
Mi tenga informato.
A presto
Rispondi Con Citazione
  #5 (permalink)  
Vecchio 23-02-2008, 11:05 AM
L'avatar di MARI62
Member
 
Località: Piemonte
MARI62
 
Nel forum da: Feb 2008
Messaggi: 41
Predefinito

Caro dottore, la ringrazio per i suoi suggerimenti e volevo informarla sui progressi di mio marito. Da lunedì 18 febbraio l'ortopedico gli ha dato 30 kg di carico, la fisioterapia procede bene, oltre alle sedute dal fisioterapista, sta facendo magnetoterapia, quotidianamente, e da qualche giorno ultrasuoni in acqua, in più esercizi a casa. Per 10 giorni il mezzo carico e poi il carico completo, siamo già riusciti a fare qualche passeggiata, gli hanno insegnato come deve fare a camminare bene con le stampelle, e poco alla volta stiamo uscendo da questa brutta disavventura. Poichè amiamo moltissimo fare lunghe passeggiate nelle nostre belle colline a piedi oppure in bicicletta, secondo lei tra qualche tempo, come sarà meglio iniziare, a piedi oppure in bicicletta, che forse se non facciamo molte salite, carica meno sulla gamba destra, che è quella che ha subito la frattura? Ringrazio per l'attenzione che ci dedica, buona giornata.
Rispondi Con Citazione
Rispondi

Strumenti Discussione Cerca in questa Discussione
Cerca in questa Discussione:

Ricerca Avanzata

Regole di Scrittura
Tu non puoi inviare nuove discussioni
Tu non puoi inviare risposte
Tu non puoi inviare allegati
Tu non puoi modificare i tuoi messaggi

Il codice BB è Attivato
Le faccine sono Attivato
Il codice [IMG] è Attivato
Il codice HTML è Disattivato
Trackbacks are Disattivato
Pingbacks are Disattivato
Refbacks are Disattivato



Adesso sono le 11:27 AM.


UPVALUE SRL - MILANO
Forum di discussione su argomenti di Salute, Medicina e Benessere

Powered by vBulletin® Version 3.8.7
Copyright ©2000 - 2014, vBulletin Solutions, Inc.
Content Relevant URLs by vBSEO 3.6.0 PL2