ForumSalute

Prostatite e problemi di erezione

Prostatite e problemi di erezione

17-01-2017 - scritto da Francesca F. Salute

Prostatite e problemi di erezione viaggiano spesso in coppia. L'urologo ti spiega come intervenire efficacemente e ritrovare il benessere sessuale.

Dal problema prostatico a quello erettivo il passo può essere breve. E le soluzioni a portata di mano.

 

problemi di erezione possono avere cause organiche o psicologiche: ansia da prestazione, stress, paura di non essere all’altezza, incomprensioni di coppia, abuso di alcol o droghe, interazione con alcuni farmaci, obesità, problemi di circolazione sanguigna e alcune malattie anche molto diffuse come il diabete, i problemi cardiaci, l’ipertensione ecc.

Quello che non tutti gli uomini sanno è che le défaillance sotto le lenzuola possono dipendere anche da problemi alla prostata, e in particolare dalla prostatite.

Indagando la salute della prostata, attraverso la visita specialistica di un urologo/andrologo, e adottando i rimedi prescritti dal medico, è possibile stabilire se la prostatite è la problematica alla base delle difficoltà di erezione e tornare così a vivere rapporti sessuali senza più ansie né frustrazioni. Perché un’attività sessuale appagante è un elemento importante per il benessere dell’uomo, e naturalmente anche della sua partner.

Cosa dovrebbero sapere gli uomini quando si parla di prostata, e in particolare di prostatite e problemi di erezione? Lo spiega il Dott. Andrea Militello, medico chirurgo specialista in Urologia e Andrologia.

 

Nella foto, il Dott. Andrea Militello, Urologo e Andrologo a Roma, Rieti, Viterbo e L'Aquila.

 

Dott. Militello, oggi parliamo di prostatite e problemi di erezione. Innanzitutto, esiste un collegamento tra i due problemi?

Sì, in effetti talvolta la prostatite si accompagna a disturbi della sfera sessuale, come appunto la disfunzione erettile, e il paziente si rivolge allo specialista per ambedue i problemi. E’ chiaro che indagare i problemi alla prostata, e trattarli, in questo caso è un ottimo modo per recuperare anche una buona erezione e soddisfazione sessuale.

 

Ma cos’è la prostata e a cosa serve?

La prostata è una ghiandola posta sotto la vescica maschile e attraversata dai dotti eiaculatori. Produce liquido prostatico, che compone una larga parte del liquido seminale. Nel tempo la prostata tende a ingrossarsi e in età avanzata anche a trasformarsi in patologia tumorale. Diciamo che, proprio quando inizia a servire di meno, è lì che comincia anche a dare più fastidi.

 

Ok l’ingrossamento, ma non ha nominato la prostatite…

Ha ragione, anche la prostatite è una condizione abbastanza diffusa. Ma a differenza dell’ipertrofia prostatica benigna (ingrossamento della prostata) non è tipica dell’età “matura” ma più spesso della fase della vita in cui l’uomo è sessualmente più attivo. Succede infatti che, per questioni anatomiche, la prostata può essere contaminata da germi provenienti dall’esterno attraverso i rapporti sessuali. Può anche accadere che ci siano delle contaminazioni derivanti da dismicrobismi del proprio intestino.

 

Dismicro… che???

Per dismicrobismi si intendono le alterazioni della normale flora batterica intestinale.

 

Ah, ecco. Cosa ci dice però delle forme non infettive?

Esistono alcune forme di prostatite che non vedono tra le loro cause attacchi batterici, ma processi infiammatori, talvolta legati a problemi urinari, o sollecitazioni continue del perineo.

 

Qualche esempio?

Ci sono categorie di uomini a rischio, come ad esempio autisti, tassisti, motociclisti o ciclisti professionisti che, a causa del loro lavoro o della posizione che assumono per tante ore al giorno, sollecitano continuamente il perineo, sopra il quale poggia la prostata. A rischio anche gli uomini che soffrono di problemi urinari e sclerosi del collo vescicale.

 

 

Come si diagnostica la prostatite?

Innanzitutto la diagnosi deve farla uno specialista urologo/andrologo dopo aver visitato il paziente e avergli fatto fare una spermio coltura. Sono spesso molto utili una ecografia prostatica e una uroflussometria. Poi l’iter diagnostico è chiaramente personalizzato. Non ho nominato l’esplorazione rettale, che è una manovra assolutamente indolore e velocissima che permette allo specialista di apprezzare le caratteristiche della ghiandola prostatica.

 

La prostatite può essere trattata?

Certo. Le forme batteriche devono essere trattate con una cura antibiotica mirata, spesso poi è fondamentale la bonifica dell’ambiente urinario e della vescica con sostanze naturali, quali ad esempio il cranberry e l’uva ursina. Le forme non batteriche devono invece essere trattate con particolare riguardo all’eliminazione delle cause. Un'altra sostanza utilizzata spesso con beneficio a scopo decongestionante è la serenoa repens.

 

Ci possono essere problemi anche per la fertilità?

Purtroppo si, l’ambiente ossidativo che viene a crearsi nella prostata può creare un blocco nella catena respiratoria della coda dello spermatozoo, rendendolo poco mobile e meno fecondante.

 

Abbiamo modo di prevenire la prostatite?

Le forme infettive possono facilmente essere prevenute con l’abitudine di avere rapporti protetti. Le forme che hanno cause urinarie o “lavorative”, come pocanzi detto, chiaramente vedono come obiettivo l’eliminazione dei fattori scatenanti.

 

Bene per adesso siamo soddisfatti, ma si tenga pronto per ulteriori interviste…

Sto già studiando :-)

 


 

Articolo realizzato con la collaborazione degli esperti di Cose da Uomo, il programma GRATUITO che ti insegna a prenderti cura della tua prostata e delle tue vie urinarie in 60 giorni.

 

La tua prostata perde i colpi? E' ora di prenderti cura di lei!

Segui i consigli del programma Cose da Uomo pensato per la tua prostata e le tue vie urinarie. Registrarsi è semplice e GRATUITO.

Grazie al programma Cose da Uomo ricevi informazioni preziose per la tua salute intima. Fatti accompagnare in un percorso di cambiamento dei tuoi comportamenti, con consigli utili che ti permetteranno di raggiungere una migliore qualità di vita!

 

 

Leggi tutti gli articoli della rubrica dedicata alla salute della prostata.




A cura di Francesca F. Salute
ForumSalute
Forumsalute su Facebook
Forumsalute su Twitter
ForumSalute su Google+
Francesca F. Salute su Google+



Articoli che potrebbero interessarti

Cistite: non è solo roba da donne

Cistite: non è solo roba da donne

  Tua moglie periodicamente è alle prese con dolore e bruciore nel fare la pipì. Si lamenta, sente la pancia gonfia e dura, magari le viene qualche linea di febbre e corre in bagno ogni due per tre perché...

20/07/2017 - scritto da Francesca F. Salute

Forumsalute.it © UpValue srl Tutti i diritti riservati.
C.F., P. IVA e Iscr. Reg. Imprese Milano n. 04587830961   |  Privacy   |  Credits

CHIUDI
POTREBBERO INTERESSARTI
CISTITE: LE REGOLE PER UN SESSO SICURO

Bruciore intimo, irritazione e stimolo frequente a fare pipì possono mettere in pericolo l'intimità e la sessualità di coppia. Ritrova il piacere e la passione... così!
Ecco i rimedi.
DIMAGRIRE CON I PROBIOTICI

Lo dice la scienza: una flora batterica intestinale sana sarebbe alla base dell'equilibrio del peso corporeo. Se vuoi tornare in forma, punta sulla dieta probiotica!
Leggi tutto.

Per offrirti il miglior servizio questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni qui.

X