10 consigli per non rischiare la salute con il caldo

Facebook Twitter Google Pinterest YouTube

10 consigli per non rischiare la salute con il caldo

07-07-2015 - scritto da Cinzia Iannaccio

Decalogo del Ministero della salute per superare indenni le ondate di calore.

Ondata di calore, ecco come affrontarla.

10 consigli per non rischiare la salute con il caldo

L'estate è arrivata, nel vero senso della parola, con giornate lunghe e luminose e caldo intenso. Ciò come sappiamo può arrecare danni alla salute, specie nei bambini piccoli e nelle persone anziane, a maggior ragione se ci si trova come in queste ore nel pieno di un'"ondata di calore".

Con tale termine si intende una particolare situazione climatica caratterizzata da temperature molto elevate, ad alto tasso di umidità che si protrae per più giorni, spesso in assenza del più lieve venticello e con il cielo limpidissimo.

I più fortunati corrono al mare, in montagna o in piscina, ma per chi rimane in città il pericolo di incappare in qualche rischio per la salute è più alto. Per questo motivo il Ministero della Salute ha messo a punto-come ogni anno- una serie di iniziative per informare sulla corretta prevenzione, opuscoli e bollettini meteo.

 

Prezioso anche il decalogo con i consigli sullo stile di vita corretto per affrontare il caldo:

 

1. Evitare di uscire nelle ore più calde (per qualunque impegno, se possibile, prediligere la mattina presto ed il tardo pomeriggio, ovvero prima delle 11,00 e dopo le 18,00)

 

2. Usare la protezione solare per la pelle, un cappello e gli occhiali se si sta all'aperto, anche per una breve passeggiata

 

3 Indossare abiti freschi (non aderenti e possibilmente in fibre naturali che favoriscono la traspirazione al contrario di quelle sintetiche)

 

4. Rinfrescare il più possibile l'ambiente in cui si soggiorna (areare al mattino presto e a partire dal tardo pomeriggio-cioè nelle ore in cui l'aria è meno calda- abbassare le tende o le tapparelle; in caso di utilizzo di aria condizionata evitare gli sbalzi di temperatura e pulire regolarmente i filtri)

 

5. Ridurre la temperatura corporea (con docce tiepide -non fredde- rinfrescando anche solo viso ed arti, evitando anche attività sportive e lavori pesanti se possibile, almeno nelle ore più calde)

 

6. Bere almeno 2 litri di acqua al giorno (salvo altre indicazioni mediche) e seguire una dieta bilanciata ricca di sali minerali e vitamine (frutta e verdura in primis); meglio evitare alcolici.

 

7. In macchina, areare il veicolo prima di salire ed eventualmente rinfrescarlo anche con l'aria condizionata: non lasciare mai bambini o animali chiusi in macchina sotto il sole neppure per pochi minuti.

 

8. Attenzione ai farmaci (molti di loro vanno conservati al fresco e le temperature estive ambientali possono spesso alterarne la qualità: leggere i foglietti illustrativi e vedere quali devonoe ssere conservati in frigo).

 

9. Categorie a rischio devono prestare particolari attenzioni (anziani, bambini, donne incinte, persone con diabete, malattie cardiovascolari, neurologiche o respiratorie, specie se assumono farmaci devono verificare col proprio medico curante se è necessario un adeguamento della terapia o dei controlli: ad esempio chi usa anticoagulanti, con il caldo potrebbe essere maggiormente a rischio di emorragie).

 

10. Prendersi cura delle persone anziane e di tutte quelle a rischio: non bisogna pensare solo a se stessi, ma anche agli altri, specie gli anziani, spesso soli: insistete affinché bevano, anche se non hanno sete, aiutateli a fare la spesa o ad andare in farmacia, oppure segnalate il caso ai servizi sociali del territorio. Aiutare qualcuno fa stare meglio!

 

I rischi per la salute sono molti con il caldo e non vanno trascurati: non c'è solo il famigerato colpo di calore, ma anche le più comuni insolazioni, la disidratazione, la congestione e disturbi come la ritenzione idrica! Vogliamoci bene, anche d'estate.

 

Fonte: Ministero della Salute

Foto: Pixabay



A cura di Cinzia Iannaccio, Giornalista professionista iscritta all'Albo dal 2007, blogger, specializzata nel settore della salute e del benessere.
Profilo Linkedin di Cinzia Iannaccio
 

ForumSalute
ForumSalute su Facebook
ForumSalute su Twitter
ForumSalute su Google+

 

ATTENZIONE: le informazioni che ti propongo nei miei articoli, seppur visionate dal team di medici e giornalisti di ForumSalute, sono generali e come tali vanno considerate, non possono essere utilizzate a fini diagnostici o terapeutici. Il medico deve rimanere sempre la tua figura di riferimento.



Articoli che potrebbero interessarti

Per offrirti il miglior servizio questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni qui.

X