Achillea: i suoi usi per favorire la bellezza

Facebook Twitter Google Pinterest YouTube

Achillea: i suoi usi per favorire la bellezza

20-06-2013 - scritto da Valeria Grisanti

Capelli, pelle del viso e cellulite, ecco i tanti impieghi dell'achillea per migliorare il nostro aspetto fisico

L'achillea, ottima alleata della bellezza

Achillea: i suoi usi per favorire la bellezza L’Achillea è una piata che contiene azuleni. Deve il suo nome all’eroe greco Achille, grande combattente, semidio figlio di una ninfa e di un umano. Secondo la leggenda infatti il protagonista dell’Iliade utilizzò proprio i fiori di questa pianta per curare le numerose ferite riportate durante gli aspri combattimenti.

L’achillea è infatti una pianta dalle numerose doti officinali, conosciuta in passato principalmente per il suo potere di fortissimo cicatrizzante.

In questa sede però mi piacerebbe concentrarmi sulla capacità dell’achillea di aiutare le donne (o anche gli uomini che lo volessero!) a risolvere dei piccoli problemi e inestetismi, nemici della bellezza.

Sicuramente ci sarà modo di riparlare della piate e illustrarne tutte le proprietà curative che sono svariate e sono differenti a seconda del preparato che si intende utilizzare.

I prodotti a base di achillea aiutano a sconfiggere l’untuosità dei capelli ma anche i disturbi collegati all’acne. In particolare contro quest’ultima, per cercare di limitare i segni che la patologia è solita lasciare sul volto e tentare di limitare la comparsa di brufoli e comedoni, è possibile confezionare una crema in grado di arginare i danni della troppa secrezione di sebo da parte della pelle.

Come sempre detto in passato però, non ci stancheremo mai di ripetere che il sebo altro non è che una difesa della pelle nei confronti di se stessa. Aggredire la cute con dei preparati troppo aggressivi non fa che aumentare la produzione di sebo e quindi la comparsa di brufoli e comedoni, ecco perché è buona norma alternare l’utilizzo di preparati di questo genere con l’uso di ottime creme idratanti che possono anche essere confezionate con l’aiuto della natura. Sempre per la pelle del viso, è possibile utilizzare l’achillea come rimedio per contrastare i rossori derivanti da un disturbo come la couperose.

Tornando ai capelli, shampoo e maschere all’achillea, grazie alla proprietà della pianta di eliminare l’eccesso di sebo, possono rappresentare un valido aiuto contro i problemi derivanti da un cuoio capelluto grasso. Anche qui il consiglio è di non esagerare: un utilizzo smodato infatti seccherà esageratamente cute e punte dei nostri capelli, sfibrandoli e contribuendo alla comparsa della forfora se la cute verrà seccata eccessivamente.

Infine l’achillea, in particolare il suo olio essenziale, è ottimo per combattere gli inestetismi della cellulite.

Ricette:
Tonico contro la couperose e gli arrossamenti della pelle: lasciare in infusione l’achillea, sia le foglie che i fiori, in acqua per circa un’ora. Dopo aver fatto freddare il composto, il liquido si può utilizzare come tonico per il viso e per il corpo.

Olio essenziale di achillea contro la cellulite: unire qualche goccia dell’OE in olio di jojoba e massaggiare le parti interessate con dei movimenti circolari per ripristinare la corretta circolazione periferica ed eliminare gli accumuli adiposi.

Foto da google.com

A cura di Valeria Grisanti, Giornalista pubblicista iscritta all'Albo dal 2012, specializzata nel settore della Medicina Naturale e Alternativa.

 

ForumSalute
ForumSalute su Facebook
ForumSalute su Twitter
ForumSalute su Google+

 

ATTENZIONE: le informazioni che ti propongo nei miei articoli, seppur visionate dal team di medici e giornalisti di ForumSalute, sono generali e come tali vanno considerate, non possono essere utilizzate a fini diagnostici o terapeutici. Il medico deve rimanere sempre la tua figura di riferimento.



Articoli che potrebbero interessarti

Afte della bocca: sintomi, cause e rimedi

Afte della bocca: sintomi, cause e rimedi

22/08/2018.   All’aspetto sono piccole lesioni biancastre, di forma rotonda o leggermente ovoidale, con i bordi arrossati, che possono formarsi un po’ in tutto il cavo orale con particolare incidenza nel distretto linguale (sopra,...

Bocca, denti

Per offrirti il miglior servizio questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni qui.

X