Achillea: non solo per la bellezza, le altre proprietà benefiche

Facebook Twitter Google Pinterest YouTube

Achillea: non solo per la bellezza, le altre proprietà benefiche

24-06-2013 - scritto da Valeria Grisanti

Cicatrizzante e tonico, l'achillea aiuta a controllare il flusso mestruale e a limitare i dololi del ciclo

Proprietà ed usi dell'achillea

Achillea: non solo per la bellezza, le altre proprietà benefiche Delle proprietà dell’achillea come pianta della bellezza abbiamo già parlato. Come promesso però ecco un altro post sempre sulla stessa pianta: l’achillea infatti oltre ad essere una pianta amica della pelle e nemica della cellulite, possiede anche molte altre proprietà curatrici che non si devono sottovalutare.

L’achillea contiene azuleni eflavonoidi oltre a tutta un’altra serie di elementi benefici. Si tratta però comunque di una droga dall’azione abbastanza forte, è quindi bene prima sperimentare la reazione della nostra pelle e poi eventualmente utilizzarla come rimedio.

L’achillea infatti ha doti antiemorragiche e antispasmodiche, è particolarmente adatta per combattere i dolori derivanti dal ciclo mestruale e per regolarizzarne il flusso, soprattutto quando il problema è rappresentato da un ciclo molto abbondante; sconsigliato quindi invece quando questo è scarso perché l’assunzione della pianta potrebbe portare ad una riduzione ulteriore della quantità di mestruazioni.

Importante una precisazione: esistono due differenti piante conosciute con il nome di achillea: la millefiori (achillea millefolium) e l’achillea moscata. La seconda è principalmente utilizzata per la preparazione di liquori e possiede proprietà aperitive e digestive molto importanti.

Le principali doti curative e benefiche però sono contenute dalla prima: l’achillea millefiori ha spiccate doti cicatrizzanti. Il succo fresco della pianta infatti applicato su una ferita è ottimo sia per accelerare la guarigione della lesione ma anche come disinfettante e antiemorragico.
Le proprietà toniche possedute dall’achillea, la rendono molto utile per combattere affezioni come le vene varicose, le emorroidi o la felbite.
L’achillea ha inoltre proprietà emostatiche, depurative e stimolanti. Infine la pianta è in grado di condizionare anche le secrezioni biliari, agendo quindi sul fegato: l’achillea infatti ha la proprietà di fluidificare la bile, è quindi in grado, come l’achillea moscata, di avere un’azione sui processi digestivi.


Ricette:

Per facilitare la digestione ma anche come calmante dei dolori mestruali è consigliata l’assunzione di una tisana a base di achillea: 4 grammi di fiori in 100 ml di acqua.

A cura di Valeria Grisanti, Giornalista pubblicista iscritta all'Albo dal 2012, specializzata nel settore della Medicina Naturale e Alternativa.

 

ForumSalute
ForumSalute su Facebook
ForumSalute su Twitter
ForumSalute su Google+

 

ATTENZIONE: le informazioni che ti propongo nei miei articoli, seppur visionate dal team di medici e giornalisti di ForumSalute, sono generali e come tali vanno considerate, non possono essere utilizzate a fini diagnostici o terapeutici. Il medico deve rimanere sempre la tua figura di riferimento.



Articoli che potrebbero interessarti

Mammografia: come e quando si svolge

Mammografia: come e quando si svolge

20/10/2020. Grazie ai costanti avanzamenti della ricerca medico-scientifica, negli ultimi anni sono aumentate le tecniche diagnostiche finalizzate alla prevenzione o all’identificazione dell’insorgenza di patologie. Un grande passo in...

Salute donna

Per offrirti il miglior servizio questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni qui.

X