Allergia a gamberi e crostacei: informazioni utili e rimedi naturali

Facebook Twitter Google Pinterest YouTube

Allergia a gamberi e crostacei: informazioni utili e rimedi naturali

26-03-2014 - scritto da Patrizia Frattini

Allergia ai crostacei: in alcuni soggetti si manifesta solo con alcuni tipi, come i gamberi, ma si può essere allergici anche a tutti i crostacei. Ecco alcune info utili

L'allergia ai gamberi o ai crostacei in generale può provocare sintomi da lievi (come orticaria e congestione nasale) a gravi (come vertigini e svenimenti).

Allergia a gamberi e crostacei: informazioni utili e rimedi naturali "Il gambero è un frutto del mare. Te lo puoi fare sia arrosto, che bollito, grigliato, al forno, saltato. C'è lo spiedino di gamberi, gamberi con cipolle, zuppa di gamberi, gamberi fritti in padella, con la pastella, a bagnomaria, gamberi con le patate, gamberi al limone, gamberi strapazzati, gamberi al pepe, minestra di gamberi, stufato di gamberi, gamberi all'insalata, gamberi e patatine, polpette di gamberi, tramezzini coi gamberi. E questo è tutto, mi pare." così diceva il buon Benjamin Buford Blue ("ma tutti quanti mi chiamano Bubba") nel film cult Forrest Gump. Purtroppo, per chi soffre di allergia a questi crostacei, tutte queste gustose ricette non possono rientrare nel menu. Ecco come riconoscere, trattare e convivere con l'allergia a gamberi e crostacei.

I sintomi tipici di una allergia ai crostacei si manifestano generalmente pochi minuti dopo l'ingestione del cibo. Tra i sintomi più frequenti figurano orticaria, eczema o prurito, gonfiore o formicolio delle labbra, del viso o della gola, difficoltà di respirazione, respiro sibilante o congestione nasale, dolori addominali e problemi all'apparato digerente ma nei casi più gravi può comparire anche un senso di vertigine e svenimenti, fino allo shock anafilattico. In quest'ultimo caso è bene intervenire immediatamente con una iniezione di adrenalina (epinefrina), di cui ci avrà dotato il medico dopo la diagnosi della nostra allergia, e una visita al pronto soccorso.

Uno shock anafilattico si riconosce da questi sintomi: grave costrizione delle vie respiratorie, importante calo di pressione sanguigna, polso accelerato, senso di stordimento e di vertigini, perdita di conoscenza.

Se si sospetta di essere affetti da una allergia a gamberi o altri crostacei occorre prima di tutto rivolgersi al proprio medico o al proprio allergologo, che ci prescriverà gli opportuni test per la diagnosi della nostra allergia: test cutaneo (o patch test) o esame del sangue (RAST test).

Una volta che l'allergia è stata accertata, il metodo più sicuro per evitarne i sintomi è ovviamente quello di evitare il contatto con i cibi interessati. nei casi più gravi è importante fare attenzione non soltanto all'ingestione del cibo ma anche ad eventuali contaminazioni incrociate (per esempio nei ristoranti che utilizzano la stessa padella, lo stesso olio o gli stessi utensili per la cottura dei crostacei e di altri pesci).

Infine, è bene sapere che una forma di allergia ai gamberi può manifestarsi anche come allergia crociata. Nei soggetti affetti da allergie respiratorie, in questo caso allergia agli acari della polvere, può infatti accadere che il contatto con determinati cibi, in questo caso gamberi e crostacei, porti a un peggioramento dei sintomi dell'allergia.

La terapia più corretta per chi soffre di allergia ai gamberi viene naturalmente decisa dal proprio medico o allergologo ed è sempre bene seguirla in maniera scrupolosa ed evitare il fai da te. Esistono tuttavia alcuni semplici rimedi naturali che possono essere affiancati alla terapia prescritta dal medico e che possono essere di aiuto per alleviare i sintomi più lievi. Eccone alcuni:

  • Miele: utile per combattere il prurito grazie ai diversi tipi di vitamine che contiene
  • Limone: bere un bicchiere di acqua tiepica con succo di limone può aiutare a ridurre le eruzioni cutanee scatenate dalla allergia
  • Succo di verdura: utile per limitare il gonfiore alla lingua o alla bocca. Particolarmente benefici i succhi di carota, cetriolo, barbabietola e spinaci.
  • Zenzero: utile contro le eruzioni cutanee e il prurito
  • Vitamina E: contenuta in cibi come olive, pistacchi e arachidi questa vitamina è utile nella prevenzione delle allergie


Foto: pixabay.com
Categorie correlate:

Allergia e salute




A cura di Patrizia Frattini aka Rockcopy, copywriter e Giornalista pubblicista iscritta all'Albo dal 2012, da anni attiva (anche, ma non solo) nel settore dell’informazione scientifica e divulgativa.
Profilo Linkedin di Patrizia Frattini
 

ForumSalute
ForumSalute su Facebook
ForumSalute su Twitter
ForumSalute su Google+

 

ATTENZIONE: le informazioni che ti propongo nei miei articoli, seppur visionate dal team di medici e giornalisti di ForumSalute, sono generali e come tali vanno considerate, non possono essere utilizzate a fini diagnostici o terapeutici. Il medico deve rimanere sempre la tua figura di riferimento.



Articoli che potrebbero interessarti

Lotta agli acari: le strategie che funzionano

Lotta agli acari: le strategie che funzionano

04/03/2019.   Quando si parla di acari della polvere la nostra lotta per sconfiggerli ed eliminarli da casa nostra sembra quasi impossibile. Questi minuscoli artropodi ad 8 zampe si annidano soprattutto negli imbottiti di casa come i materassi...

Allergia e salute

Per offrirti il miglior servizio questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni qui.

X