Allergia alla penicillina: nel 94% dei casi è una falsa convinzione

Facebook Twitter Google Pinterest YouTube

Allergia alla penicillina: nel 94% dei casi è una falsa convinzione

28-04-2015 - scritto da Patrizia Frattini

Uno studio americano rivela che chi è convinto di essere allergico alla penicillina nel 94% dei casi non lo è affatto.

Test per stabilire la presenza di allergia alla penicillina potrebbero ridurre l’impiego di medicinali alternativi che provocano effetti collaterali e sono più costosi.

Allergia alla penicillina: nel 94% dei casi è una falsa convinzione

Sottoporre i pazienti allergici alla penicillina a test preoperatori per verificare la presenza della patologia potrebbe ridurre significativamente l’impiego di alternative alla penicillina, che causano maggiori effetti collaterali e sono più costosi. Il 94% dei pazienti che dichiarano di essere allergici alla penicillina, infatti, non lo è per davvero. È quanto rivela uno studio della Mayo Clinic di Jacksonville, in Florida, condotto su 384 soggetti che prima di sottoporsi ad un intervento chirurgico hanno dichiarato di essere allergici alla penicillina.

 

Sottoposti a test cutaneo, i sedicenti allergici si sono rivelati del tutto sani nel 94% dei casi.

 

Lo studio è stato presentato in occasione del Meeting Acaai del 2015 (l’Acaai è l’American College of Allergy, Asthma and Immunology). Il presidente della associazione, James Sublett, ha così commentato i risultati dello studio: “Spesso chi è convinto di essere allergico ad una particolare sostanza farmacologica, e in particolare alla penicillina e agli antibiotici, fonda la sua convinzione su reazione allergiche verificatesi durante l’infanzia, quando loro stessi erano troppo piccoli per ricordare l’episodio. Questa errata convinzione li porta ad affrontare due diversi tipi di problemi: prima di tutto la (finta) necessità di fare ricorso ad antibiotici alternativi che spesso sono meno efficaci e causano maggiori effetti collaterali. In secondo luogo l’acquisto di questi medicinali alternativi li espone a spese che possono essere anche otto volte superiori rispetto al costo della penicillina generica.”

 

Ancora una volta, uno studio sottolinea l’importanza di evitare diagnosi fai da te e di rivolgersi sempre ad un medico per effettuare gli esami diagnostici necessari ad individuare la propria patologia e, di conseguenza, la terapia più adatta.

 

Foto: Flickr.com

Categorie correlate:

Allergia e salute




A cura di Patrizia Frattini aka Rockcopy, copywriter e Giornalista pubblicista iscritta all'Albo dal 2012, da anni attiva (anche, ma non solo) nel settore dell’informazione scientifica e divulgativa.
Profilo Linkedin di Patrizia Frattini
 

ForumSalute
ForumSalute su Facebook
ForumSalute su Twitter
ForumSalute su Google+

 

ATTENZIONE: le informazioni che ti propongo nei miei articoli, seppur visionate dal team di medici e giornalisti di ForumSalute, sono generali e come tali vanno considerate, non possono essere utilizzate a fini diagnostici o terapeutici. Il medico deve rimanere sempre la tua figura di riferimento.



Articoli che potrebbero interessarti

Lotta agli acari: le strategie che funzionano

Lotta agli acari: le strategie che funzionano

04/03/2019.   Quando si parla di acari della polvere la nostra lotta per sconfiggerli ed eliminarli da casa nostra sembra quasi impossibile. Questi minuscoli artropodi ad 8 zampe si annidano soprattutto negli imbottiti di casa come i materassi...

Allergia e salute

Forumsalute.it © UpValue srl Tutti i diritti riservati.
C.F., P. IVA e Iscr. Reg. Imprese Milano n. 04587830961   |  Privacy   |  Chi Siamo

Per offrirti il miglior servizio questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni qui.

X