Amenorrea primaria e secondaria, le cause

Facebook Twitter Google Pinterest YouTube

Amenorrea primaria e secondaria, le cause

10-03-2014 - scritto da Cinzia Iannaccio

Dalla gravidanza all'ipotiroidismo: tutte le cause dell'assenza del ciclo

Amenorrea, ovvero l'assenza del ciclo mestruale

Amenorrea primaria e secondaria, le cause Quando si parla di amenorrea si fa riferimento ad una serie di fattori e condizioni che riguardano la salute delle donne: i medici usano questo termine per indicare un’assenza delle mestruazioni. Le cause per cui questo avviene sono molte e ben differenti tra loro, anche dal punto di vista della prognosi: un’amenorrea può essere il sintomo evidente di una gravidanza, come di una malattia più o meno grave. Proviamo insieme ad elencare e descrivere tutte le varie e più comuni probabili cause di assenza di ciclo mestruale.

Prima di tutto occorre fare una distinzione tra amenorrea primaria (quando c’è una condizione di base che non permette l’inizio delle mestruazioni) e secondaria: questa è la più comune e diversificata. In genere si parla di amenorrea secondaria quando la donna salta almeno tre cicli consecutivi. Le motivazioni sono in genere le stesse che portano ad un ciclo mestruale irregolare, ma mentre in questo caso raramente si va incontro a problematiche di salute serie, se l’amenorrea (in assenza di gravidanza o menopausa) si protrae nel tempo, è opportuno indagare.

L’amenorrea primaria è in genere provocata da malattie di origine genetica o comunque da anomalie dell’apparato riproduttivo. Tra queste troviamo le patologie dell’ipotalamo e della ghiandola pituitaria (che giocano un ruolo determinante nella regolazione degli ormoni ovarici), la disgenesia gonadica ( le ovaie esauriscono prematuramente i follicoli e gli ovociti-uno dei casi più frequenti di amenorrea primaria nelle giovani donne), sindrome di Turner, insensibilità agli androgeni, iperplasia surrenalica congenita e sindrome dell’ovaio policistico.

Tra le cause più frequenti di amenorrea secondaria troviamo invece la gravidanza e la menopausa (amenorrea fisiologica) oltre che tutta una serie di fattori che possono incidere sul funzionamento delle ovaie:

  • Stress
  • Eccessiva perdita di peso (e anoressia)
  • Eccessiva attività fisica sportiva
  • Malattia organica
Tra queste troviamo:

  • Tumori o altre malattie della ghiandola pituitaria ( che provocano iperprolattinemia)
  • Ipotiroidismo
  • Elevati livelli di ormoni maschili
  • Insufficienza ovarica e/o menopausa precoce
  • Sindrome ovaio policistico
  • Sindrome di Asherman
  • Sospensione pillola anticoncezionale
Al riguardo, è noto che dopo l’interruzione dell’assunzione della pillola anticoncezionale si può assistere ad un’amenorrea che però non dura più di 3 mesi. Nell’arco di questo periodo cioè l’organismo torna a funzionare regolarmente. Se passato questo periodo il ciclo non torna è opportuno valutare le altre possibili cause.

Foto: Flickr

Fonte: Medicinet.com

A cura di Cinzia Iannaccio, Giornalista professionista iscritta all'Albo dal 2007, blogger, specializzata nel settore della salute e del benessere.
Profilo Linkedin di Cinzia Iannaccio
 

ForumSalute
ForumSalute su Facebook
ForumSalute su Twitter
ForumSalute su Google+

 

ATTENZIONE: le informazioni che ti propongo nei miei articoli, seppur visionate dal team di medici e giornalisti di ForumSalute, sono generali e come tali vanno considerate, non possono essere utilizzate a fini diagnostici o terapeutici. Il medico deve rimanere sempre la tua figura di riferimento.



Articoli che potrebbero interessarti

Per offrirti il miglior servizio questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni qui.

X