Anoressia e bulimia anche in menopausa

Facebook Twitter Google Pinterest YouTube

Anoressia e bulimia anche in menopausa

15-03-2010 - scritto da Viviana Vischi

Anoressia e bulimia, l’ultimo traguardo del disagio di molte donne. A lanciare l’allarme sono i figli

Anoressia e bulimia sempre più diffuse anche tra donne non più giovanissime

08/05/2006 - I disturbi alimentari: una piaga che si allarga e supera i confini dell’adolescenza. Ora ad essere colpite sono anche le bambine e le donne in menopausa, che sempre più spesso entrano in cura nei centri specializzati. E a lanciare l'allarme, ad intervenire per spezzare il percorso della malattia, sono i figli.
L’anoressia cominciò a essere focalizzata fra le adolescenti a partire dagli anni '70; negli anni '80 cominciarono ad emergere alcuni casi fra le giovanissime; negli anni ‘90 si comprese che il disagio si allargava anche nell'età adulta fino ad arrivare ora ad una analisi di questi problemi proprio fra le quarantenni e fra le donne in menopausa.
Una situazione confermata dalla professoressa Emilia Costa, direttore del centro di disturbi di condotta alimentare del Policlinico Umberto I di Roma e presidente della Società Italiana di Psicopatologia di genere. “Si tratta di persone - ha spiegato la psichiatra - che avevano già disturbi preesistenti che sono emersi proprio in prossimità dell'età della menopausa, capace di far esplodere il disagio e che vivono la competizione con le figlie, con le donne più giovani, subendo il fascino del rapporto magrezza uguale ed efficienza, giovinezza e successo”.
Ma più che di anoressia, malattia le cui tracce sono drammaticamente evidenti, oggi, in tutte le età, si soffre di bulimia: si ingeriscono enormi quantità di cibo (anche crudo, surgelato, rubato) che viene vomitato subito dopo, anche più volte al giorno. E chi ne soffre in genere ha un peso normale, condizione ancora più insidiosa perchè non fa scattare l'allarme.
In Italia sono tre milioni le persone che soffrono di disturbi del comportamento alimentare, si legge in un opuscolo messo a punto dai ministri delle Pari Opportunità Stefania Prestigiacomo e da quello della Salute, Francesco Storace, in questi giorni disponibile in farmacia. Nell'opuscolo sono riportati i numeri per ottenere una consulenza telefonica 24 ore su 24 da parte dell'Ospedale Pediatrico Bambin Gesù e dell’Aba, l'associazione per lo studio e la ricerca su anoressia, obesità e disordini alimentari (numero verde 800.16.56.16).


A cura di Viviana Vischi, Giornalista professionista iscritta all'Albo dal 2002, Direttore Responsabile di diverse testate giornalistiche digitali in campo medico-scientifico.
Profilo Linkedin di Viviana Vischi
 

ForumSalute
ForumSalute su Facebook
ForumSalute su Twitter
ForumSalute su Google+

 

ATTENZIONE: le informazioni che ti propongo nei miei articoli, seppur visionate dal team di medici e giornalisti di ForumSalute, sono generali e come tali vanno considerate, non possono essere utilizzate a fini diagnostici o terapeutici. Il medico deve rimanere sempre la tua figura di riferimento.



Articoli che potrebbero interessarti

Per offrirti il miglior servizio questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni qui.

X