Attacco urto ai chili di troppo

Facebook Twitter Google Pinterest YouTube

Attacco urto ai chili di troppo

27-08-2010 - scritto da Viviana Vischi

Come smaltire i chili accumulati e ottenere una silhouette al top in pochi giorni al rientro dalle vacanze

Guida pratica per perdere peso dopo le vacanze

Attacco urto ai chili di troppo

Le vacanze sono finite e gli stravizi e la scarsa attività fisica ci hanno lasciato addosso una silhouette non propriamente al top? Non disperiamo: in pochi giorni possiamo darci dentro e smaltire un po’ dei cuscinetti e dei chili di troppo che ci danno il tormento! L’importante è essere consapevoli che, cosa molto importante, saltare i pasti o costringerci alla fame non porta a nessun buon risultato. Tutt’altro.
Il programma di dimagrimento post-vacanze inizia con l’eliminazione dei liquidi in eccesso. A tavola puntiamo su un menu proteico (carni bianche e pesce) e ricco di verdure, piuttosto che sui carboidrati (pasta, pane, pizza ecc.). Questo non significa farne completamente a meno, perché il corpo ha bisogno dell’energia dei carboidrati per funzionare al meglio. Significa però limitarli, riservandoli al pranzo, non alla cena. L’importante, inoltre, è condirli in modo leggero, evitando sughi e intrugli elaborati.
Fa un po' meno caldo, ed è dunque tempo di cucinare un buon minestrone. Non potrà farci che bene: contribuisce a “ripulire” l’organismo, fornisce minerali e oligoelementi e facilita il transito intestinale.
Dimentichiamoci i grassi (sia animali sia vegetali), o meglio, limitiamoci a un cucchiaio di olio d’oliva a pasto. Occhio ai formaggi: se proprio non possiamo farne a meno scegliamoli freschi, leggeri, non abbuffiamoci di stagionati. Bandiamo il sale dalla nostra tavola per qualche giorno e ricordiamoci di bere molto: aiuta a smaltire i liquidi in eccesso e protegge l’organismo dagli ultimi caldi. Quanto alla frutta, evitiamo quella più zuccherina come cachi, uva e banane.
Per smaltire i liquidi in eccesso facciamoci infine aiutare da tisane o drink a base di tarassaco, mela, semi di finocchio, rosmarino, foglie di betulla e tè verde. I risultati saranno visibili in pochi giorni.
Ma non è finita qui. Oltre a drenare, occorre fare in modo di ridurre l’assimilazione delle calorie e dei grassi, così da avere meno scorte da smaltire. Il chitosano, ottimo coadiuvante per il controllo del peso, è una sostanza naturale che certamente può fare al caso nostro: non solo riduce l’appetito ma ha proprio la capacità specifica di ridurre l’immagazzinamento dei grassi.
Ultimo step del nostro programma: bruciare i depositi adiposi, cioè favorirne la dispersione sotto forma di calore. Qui, di nuovo, possiamo farci aiutare da drink o compresse a base di tè verde, proteine del fagiolo, cassia nomame e guggul, che hanno proprio lo scopo di favorire l’utilizzo dei grassi a scopo energetico, diminuendone la tendenza al deposito. In questi giorni di buoni propositi puntiamo infine sullo sport, scegliendo tutti i giorni un’attività aerobica. L’ideale è la corsa, a patto che venga praticata a una frequenza cardiaca che ci consenta di resistere non meno di 20 minuti: coinvolge tutto il corpo e offre risultati sul breve termine.



A cura di Viviana Vischi, Giornalista professionista iscritta all'Albo dal 2002, Direttore Responsabile di diverse testate giornalistiche digitali in campo medico-scientifico.
Profilo Linkedin di Viviana Vischi
 

ForumSalute
ForumSalute su Facebook
ForumSalute su Twitter
ForumSalute su Google+

 

ATTENZIONE: le informazioni che ti propongo nei miei articoli, seppur visionate dal team di medici e giornalisti di ForumSalute, sono generali e come tali vanno considerate, non possono essere utilizzate a fini diagnostici o terapeutici. Il medico deve rimanere sempre la tua figura di riferimento.



Articoli che potrebbero interessarti

Per offrirti il miglior servizio questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni qui.

X