ForumSalute

Botti di Capodanno, i più odiati dai pets

Botti di Capodanno, i più odiati dai pets

31-12-2013 - scritto da Cinzia I.

I botti di Capodanno, spaventano e uccidono i nostri amici animali

Proteggere cani e gatti dai fuochi d'artificio

Botti di Capodanno? No grazie, soprattutto se in casa ci sono i nostri amici animali. Quest’anno oltre 4.000 comuni italiani hanno optato per tale soluzione con delle ordinanze ad hoc che vietano di fare i fuochi d’artificio. Nella città di Torino, ad esempio (ma non solo), è stato organizzato anche un servizio di vigilanza che promette di fare anche salatissime multe, fino a 500 euro, per chi non si attiene alle regole.

Purtroppo però la maggioranza delle persone continuerà a dilettarsi in questa pratica che lo scorso Capodanno ha fatto contare 2 morti e circa 400 feriti tra gli umani, nonché almeno 65 cani e 111 gatti uccisi, oltre le migliaia feriti o fuggiti per paura.

Questo accade perché gli animali randagi (come pure i bambini) possono avvicinarsi incuriositi a botti inesplosi, o essere colpiti mentre questi vengono lanciati. Ma oltre a tale ovvio rischio, non dobbiamo dimenticare che gli animali hanno una fortissima paura dei rumori violenti: cani e gatti spesso sono terrorizzati dai tuoni, immaginate cosa può accadere in loro al momento dello scoppiare della mezzanotte, tra fuochi, fischi, botti e luci.

Alcuni si nascondono in un angolo remoto della casa, ma altri possono fare anche gesti inconsulti ed irrazionali, come saltare da un balcone o scappare se sono liberi in un giardino. Del resto questo accade perché il loro udito è molto più sensibile del nostro, ed ogni rumore forte non fa che impaurirli. Che fare? Evitare che gli amici o i parenti ed i vicini di casa utilizzino questi strumenti di terrore e pericolo, invitandoli con cortesia a comprendere la situazione o chiamando le istituzioni, laddove c’è un’ordinanza che ne vieta l’utilizzo e qualcuno la disattende.

Se li si porta a fare i bisogni (anche nei giorni successivi) utilizzare sempre il guinzaglio e se il pet non ha ancora il microchip, dotatelo almeno di una medaglietta di riconoscimento in caso fuggisse spaventato.

Cercate di non abbandonarli soli in casa e di tranquillizzarli al momento clou dei botti. Laddove fosse necessario, è buona norma lasciare abbassate le tapparelle in modo da attutire il rumore e che non ci sia il rischio che un razzo entri in casa rompendo il vetro. Inutile a dirsi: va evitato di lasciarli soli anche in macchina!

Sia chiaro, adoro i fuochi d’artificio, quelli fatti dai professionisti in occasioni speciali e luoghi protetti, ma a Capodanno, questa tradizione non è certamente tra le mie preferite, considerato anche che vivo in Campania! E voi che ne pensate? Come siete soliti tutelare i vostri amici animali da tutto ciò?

Foto: Flickr


A cura di Cinzia I.
ForumSalute
ForumSalute su Facebook
ForumSalute su Twitter
ForumSalute su Google+



Articoli che potrebbero interessarti

Cimurro nel cane

Cimurro nel cane

Il cimurro canino, come è noto, è una malattia virale (cioè provocata da un virus) molto contagiosa e pericolosa. Può essere fatale. Il cimurro però non è prerogativa unica di Fido, ma può colpire anche i furetti, tra gli animali...

24/02/2014 - scritto da Cinzia I.

Come insegnare al cane a non scavare buche in giardino

Come insegnare al cane a non scavare buche in giardino

Il vostro cane scava buche in giardino e vi fa disperare? Proviamo a riassumere alcuni dei consigli principali che danno gli esperti del comportamento del cane in queste occasioni. Prima di tutto è importante capire il perché delle...

22/01/2014 - scritto da Cinzia I.

Forumsalute.it © UpValue srl Tutti i diritti riservati.
C.F., P. IVA e Iscr. Reg. Imprese Milano n. 04587830961   |  Privacy   |  Credits

Per offrirti il miglior servizio questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni qui.

X