Calendula, mille e uno utilizzi

Facebook Twitter Google Pinterest YouTube

Calendula, mille e uno utilizzi

17-01-2013 - scritto da Valeria Grisanti

La pianta della calendula: adatta per molte esigenze

Proprietà ed usi della calendula

Calendula, mille e uno utilizzi Una pianta dai mille usi la calendula. A chi di voi non è mai capitato di utilizzarla o di acquistare prodotti che fossero a base di calendula?

Tanto per cominciare la calendula è una pianta con la quale è possibile confezionare creme molto efficaci per la pelle, contro le sue irritazioni, le scottature e gli eritemi ad esempio, ma anche lesioni come herpes, verruche e acne per le sue doti di cicatrizzanti.
La calendula si usa contro i calli, i geloni e le contusioni ma anche contro le congestioni del fegato.

Con una crema a base di calendula è possibile trattare con risultati importanti le arrossature provocate dal sole. Personalmente ho sperimentato come, dopo aver esagerato con l’esposizione al sole, avendo a che fare con una bella scottatura rossa e pruriginosa (è quella la parte peggiore no?!), trattare la parte con una crema a base di calendula mi abbia immediatamente donato sollievo e alleviato il prurito provocato dall’irritazione dovuta all’eccessiva esposizione ai raggi solari.

Ma non è finita qui! La calendula è una pianta che trova molti altri utilizzi nella cura dei sintomi di molte altre patologie. Aiuta infatti a combattere i dolori causati dal menarca ed è un ottimo rimedio contro l’irregolarità del ciclo mestruale e aiuta a far scendere la febbre nel caso di influenze per le sue capacità sudorifere. Le foglie della calendula poi possono essere utilizzate come alimento da aggiungere alle insalate ma anche come decorazione per il loro colore arancione acceso molto gradevole.

Ricette:

Contro i dolori mestruali si può bere una tisana a base di calendula: fate bollire in 100 ml di acqua 5 grammi di foglie di calendula.

Per combattere l’acne è possibile invece fare degli impacchi con un composto preparato facendo bollire due manciate di fiori di calendula all’interno di un litro d’acqua. Dopo aver fatto bollire per 10 minuti e fatto raffreddare, con delle garze o dell’ovatta, applicare il composto sulla pelle del viso, della schiena e delle zone colpite dall’acne come se si trattasse di un tonico.

Insomma, con la calendula ci si può sbizzarrire!

Avete mai usato la pianta? Conoscete dei buoni prodotti in circolazione che la contengono o in vita vostra avete mai utilizzato la calendula per curarvi? E se sì, conoscete qualche ricetta carina e sfiziosa da condividere con me?

Foto da Photopin.com


Articoli che potrebbero interessarti

Cistite ricorrente: un problema femminile

Cistite ricorrente: un problema femminile

10/06/2019.   La cistite è la più comune tra le cosiddette IVU (infezioni alle vie urinarie), e sembra che abbia una particolare predilezione per il sesso femminile. Sono le donne, infatti, sia giovani che...

Salute donna

Per offrirti il miglior servizio questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni qui.

X