Cambiamo il modo di far nascere i nostri figli

Facebook Twitter Google Pinterest YouTube

Cambiamo il modo di far nascere i nostri figli

08-09-2008 - scritto da buchal

Cambiamo il modo di far nascere i nostri figli

La salute dell’individuo inizia nel grembo materno

E’ uno spunto questo che dà adito allo sviluppo in tante direzioni. Quello che interessa la nostra Associazione Eliotropio, sezione “LA VITA PRENATALE” – è prendere in considerazione la fase prenatale, periodo determinante per tutto il resto dell’esistenza, ma del quale si parla ancora troppo poco. Per dare un esempio: quando si parla di bambini, si intendono sempre solo i bambini già nati. I bambini in gestazione non vengono quasi mai considerati, se non per aspetti puramente medici, aspetti che riguardano però soprattutto le mamme. Invece ora è venuto il momento di dedicare tutta l’attenzione al bambino in gestazione, il quale, sulla base di ricerche fatte in tutto il mondo nel campo della vita intrauterina, non è affatto un essere passivo ma va visto da subito come una persona, bisognosa e degna di tutte le cure, ma soprattutto, di tanto tanto Amore. L’Amore è cibo per i bambini in gestazione; infatti tutto il benessere parte dall’Amore.
Bambini non desiderati sono a rischio sin dal primo momento. Uno psicoanalista tedesco, Ludwig Janus di Heidelberg, nel suo libro intitolato “Bambini non voluti” (Ungewollte Kinder) illustra numerosi casi di persone venute da lui in analisi perché tormentati da sensazioni alle quali non erano in grado di dare delle spiegazioni. Poi, nel corso dell’analisi è risultato che erano tutti figli non voluti o rifiutati in partenza da uno o da entrambi i genitori. Situazioni come queste creano la premessa per esistenze infelici e, non da ultimo, malattie.
Questo spiega con quanta consapevolezza tutte le donne dovrebbero vivere la loro gravidanza come evento straordinario che arricchisce radicalmente la loro vita, dando solo il meglio di sé alla nuova creatura che si affaccia sul mondo.
L’evoluzione non solo fisica ma anche psichica del bambino inizia sin dal momento del concepimento. I risultati delle numerose ricerche iniziate circa 40/50 anni fa mostrano qual è la vera identità del bambino in gestazione, affermando che il nascituro è dotato di capacità sensoriali, reagisce alle condizioni ambientali, è capace di provare sentimenti ed emozioni ed è felice quando si sente in stretta relazione con i genitori. Infatti il legame con i genitori è determinante, specialmente con la madre, ed è alla sua voce che è particolarmente sensibile. Ora anche alla figura del padre viene attribuita un’importanza sempre maggiore. Entrambi sono indispensabili, ognuno con un compito diverso ma uniti nel dare Amore al figlio atteso. Legame questo che darà i suoi frutti anche durante l’infanzia, l’adolescenza e oltre. I figli hanno bisogno di un punto di riferimento saldo in cui avere la massima fiducia, e le basi di questo rapporto si possono creare già nella vita prenatale.
Michel Odent, noto ginecologo francese che ora vive e lavora a Londra, convinto pioniere della psicologia prenatale, afferma che la salute dell’individuo inizia nel grembo materno. Egli afferma anche che “Non si potrà mai cambiare la società se non si cambia il modo di far nascere i propri figli”. Questa frase fa capire che anche nel mondo della ginecologia e dell’ostetricia ci sarebbe molto da rinnovare, da aggiornare, da rendere più in armonia con i valori che le nuove conoscenze mediche e psicologiche richiedono a favore del percorso prenatale.
Infatti, è venuto il momento di dare grande valore all’aspetto psicologico del processo. E’ vero e va riconosciuto che da quando la medicina si è impossessata del ‘percorso nascita’, la mortalità di donne e bambini è sensibilmente diminuita, e che molti disturbi specifici della gravidanza sono diventati curabili, ma è vero anche che si sono persi tanti aspetti che in passato davano alla nascita di un figlio un senso di sacralità, aspetti e valori che ora desideriamo ripristinare.
Se entrambi i genitori sono profondamente consapevoli del compito che stanno svolgendo e della responsabilità che si sono assunti nel preparare un nuovo individuo da dare non soltanto alla famiglia ma alla società, essi dovranno essere in grado di rinunciare a tutto ciò che potrebbe danneggiare il bambino (fumo, alcolici, alimenti inadatti, ecc.) per dare al figlio il meglio di loro stessi a tutti i livelli e vivere in funzione del loro momentaneo ruolo controllando anche pensieri e sentimenti in modo che giungano al bambino i migliori modelli, quelli che rimarranno per sempre indelebili nella sua coscienza. Molte volte questo compito richiede un’auto-educazione.
Infatti, il bambino prenatale vive tutto ciò che vive la madre, in quanto madre e figlio durante la gravidanza sono un corpo solo, anche se entrambi con un proprio progetto di vita.
Il bambino, già nella fase prenatale, è un essere profondamente relazionale, in grado di dare e ricevere amore. Se una relazione amorevole con la madre, ma anche con il padre, inizia già durante la gestazione, ciò dà adito a un’impronta psicologica profonda che condiziona lo sviluppo fisico e psichico del bambino in modo positivo. Tutto questo serve a formare nel profondo la memoria cellulare del bambino, creando le premesse della sua salute fisica e mentale.
Le nuove conoscenze che ci vengono date dalla scienza e dalla psicologia ci informano quindi che la salute fisica e psichica delle future generazioni dipende dal comportamento e dai sentimenti che nutrono i genitori verso il nascituro.
Ne deriva che la coppia attuale possiede uno straordinario strumento di formazione e di trasformazione della società, strumento questo che dovrebbe essere presentato ai giovani nel periodo scolastico, in modo che, da adulti, siano già in possesso delle basi necessarie per dare a sé, alla famiglia e alla società una migliore qualità di vita.
Va da sé che una gravidanza improntata all’amore rappresenta uno straordinario strumento di prevenzione non solo contro la malattia, ma anche contro la violenza, la criminalità, e tutto ciò che attualmente turba così tanto il mondo.
In sintesi, va ribadito che l’Amore è il migliore elemento per forgiare una società sana e amante della Pace.



Bianca Buchal

Profilo del medico - buchal

Nome:
BIANCA BUCHAL
Professione:
Altro Operatore Sanitario
Contatti/Profili social:


Articoli che potrebbero interessarti

Per offrirti il miglior servizio questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni qui.

X