Carboidrati, fanno solo ingrassare?

Facebook Twitter Google Pinterest YouTube

Carboidrati, fanno solo ingrassare?

23-09-2015 - scritto da Cinzia Iannaccio

La giusta quantità e qualità dei carboidrati nell'alimentazione quotidiana.

Carboidrati, zuccheri semplici e complessi preziosi nella dieta.

Carboidrati, fanno solo ingrassare?

Carboidrati, il terrore di ogni dieta dimagrante: ma è correttamente così? In effetti per dare un taglio ai chili di troppo spesso si comincia col ridurre gli alimenti che li provocano, ma eliminarli totalmente è una cosa errata, perché per mangiare sano e dimagrire bene è importante sempre nutrirsi in modo equilibrato. Ma come? Un altro errore abbastanza comune è quello di credere che tali nutrienti caratterizzino solo pane e pasta.

Quali sono in realtà i carboidrati? In quali cibi si trovano? E cosa si intende quando si parla in relazione a questi di zuccheri complessi e semplici?

I carboidrati - indicati spesso nelle etichette anche come glucidi, zuccheri, idrati di carbonio o amidi - si trovano nei cereali, nei legumi, negli ortaggi e nella frutta: sono fondamentali nella nostra dieta in quanto preziosa fonte di energia (insieme alle proteine e ai grassi). A seconda del tipo, però, la digestione dell'alimento e la sua successiva trasformazione in energia avvengono in tempistiche diverse: in base a ciò, e alle singole caratteristiche, abitualmente si è soliti distinguerli in due macro categorie, gli zuccheri semplici e quelli complessi.

Quale è la differenza tra questi due?

In pratica gli zuccheri semplici sono quelli che dal punto di vista della chimica nell'organismo si trasformano rapidamente in energia: sono il glucosio e il fruttosio, ma anche il saccarosio (o zucchero comune), lattosio e maltosio rispettivamente contenuti in frutta, miele, barbabietola o canna da zucchero, latte e cereali. 

Al contrario gli zuccheri complessi (amido e fibra) vengono elaborati più lentamente e danno origine a energia sfruttabile sul più lungo termine. E' importante conoscerne bene le  caratteristiche per ciò che riguarda la salute.

Gli amidi sono presenti nei cereali (e dunque nel riso, nel mais, nel grano e conseguentemente nei loro derivati, pane e pasta in primis), nei legumi e nelle patate: sono costituiti da lunghe catene di molecole di glucosio, che si digeriscono con gradualità dunque evitando grandi sbalzi di glicemia nel sangue

Le fibre invece, corrispondenti a tutti i prodotti vegetali, non hanno valore nutrizionale, in quanto non possiamo digerirle: attraversano l'intestino senza venire assorbiti fino all'espulsione con le feci. Il loro compito dunque non è quello di fornire energia, ma di regolare la funzione intestinale.

In una dieta equilibrata e sana come quella Mediterranea le calorie assunte e necessarie al corretto funzionamento dell'organismo devono provenire per circa il 60% dei casi da carboidrati. Di questi 3/4 dovrebbero essere complessi e per il resto semplici. 

Ciò ci fa comprendere quanto diete drastiche che eliminano totalmente i carboidrati possano essere deleterie, specie se protratte per lungo tempo. E' necessario assumere le giuste dosi di tutti i nutrienti, non si ingrassa cioè e non ci si ammala per un piatto di pasta in più, ma per il fatto che si assumono troppe calorie rispetto a quelle che si bruciano, e che queste non sono varie: troppo pochi i cereali integrali, le verdure, i legumi e la frutta a favore degli altri zuccheri, ivi comprese proteine animali e grassi.

Per tali motivi, quando si vuole dimagrire o comunque seguire una dieta adeguata alla prevenzione delle malattie è opportuno rivolgersi ad uno specialista: noi da soli difficilmente sapremmo mettere in equilibrio tutti i nutrienti. Che ne dite?

 

Fonte: Sapermangiare.mobi /INRAN 

Foto: Pixabay 



A cura di Cinzia Iannaccio, Giornalista professionista iscritta all'Albo dal 2007, blogger, specializzata nel settore della salute e del benessere.
Profilo Linkedin di Cinzia Iannaccio
 

ForumSalute
ForumSalute su Facebook
ForumSalute su Twitter
ForumSalute su Google+

 

ATTENZIONE: le informazioni che ti propongo nei miei articoli, seppur visionate dal team di medici e giornalisti di ForumSalute, sono generali e come tali vanno considerate, non possono essere utilizzate a fini diagnostici o terapeutici. Il medico deve rimanere sempre la tua figura di riferimento.



Articoli che potrebbero interessarti

Per offrirti il miglior servizio questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni qui.

X