Cereali a colazione, come sceglierli per stare bene e mantenere la linea

Facebook Twitter Google Pinterest YouTube

Cereali a colazione, come sceglierli per stare bene e mantenere la linea

05-11-2013 - scritto da Paola Perria

Mangiare cereali a colazione è una buona abitudine, a patto di scegliere il prodotto giusto

Quali cereali sono più adatti per una prima colazione salutare? Scopriamolo

Cereali a colazione, come sceglierli per stare bene e mantenere la  linea Consumare cereali durante la colazione è un'ottima abitudine dal punto di vista nutrizionale. Questo primo pasto della giornata è infatti cruciale per il nostro benessere e - come molti studi hanno recentemente dimostrato - strategico anche per chi voglia dimagrire. Concentrare il 15-20% di tutto l'apporto calorico giornaliero nella colazione, infatti, funge da volano per il metabolismo mantenendo regolare la produzione ormonale endocrina (soprattutto l'attività della tiroide), fornisce quella carica energetica di cui abbiamo bisogno per affrontare la giornata e inoltre ci consente di prevenire pericolosi cali glicemici (e conseguenti "attacchi di fame") durante la mattinata.

Grazie ad una prima colazione nutriente ed equilibrata resisteremo fio all'ora del pranzo senza aver bisogno di spuntini spezza-fame. Tornando ai nostri cereali, come scegliere quelli migliori per le nostre esigenze? Consideriamo che in una colazione ben modulata i carboidrati dovrebbero costituire il 60% dei principi nutritivi presenti, meglio se complessi, quindi a lento assorbimento. Il resto del pasto dovrebbe comprendere proteine (magari quelle del latte o dello yogurt), grassi e vitamine. Importantissime, poi, le fibre alimentari, che stimolano l'attività intestinale e limitano l'assorbimento degli zuccheri e del colesterolo.

Ergo, i cereali migliori saranno quelli integrali, più nutrienti ma meno calorici, con una percentuale superiore di proteine e di minerali. Evitiamo, però, di acquistare quelle classiche confezioni super reclamizzate che sono arricchite con frutta disidratata (che non ci apporta benefici nutrizionali), cioccolato, zucchero, sale. Scegliamo quelli biologici e naturali, misti (avena, farro, frumento, miglio eccetera) magari in fiocchi da lasciare in ammollo la notte prima in poca acqua e consumare nel latte o nello yogurt al mattino.

Completiamo la nostra porzione con un cucchiaino di buon miele italiano, frutta fresca di stagione (quella che troviamo, dalle mele ai kiwi, passando per banane, fragole o pere), una o due mandorle o noci sgusciate, un quadratino di ottimo cioccolato fondente (almeno al 70%) spezzettato. Il latte o lo yogurt potranno essere anche vegetali per chi segua un regime veg o sia intollerante ai latticini. Una prima colazione così ci aiuterà a stare in forma o ad acquistarla se siamo a dieta, ci metterà di buon umore e ci fornirà tutta l'energia necessaria per iniziare con sprint la giornata.


Foto| via Pinterest

A cura di Paola Perria, Giornalista pubblicista iscritta all'Albo dal 2009, Master I livello in Gender Equality-Strategie per l’equità di Genere con tesi sulla medicina di genere.
Profilo Linkedin di Paola Perria
 

ForumSalute
ForumSalute su Facebook
ForumSalute su Twitter
ForumSalute su Google+

 

ATTENZIONE: le informazioni che ti propongo nei miei articoli, seppur visionate dal team di medici e giornalisti di ForumSalute, sono generali e come tali vanno considerate, non possono essere utilizzate a fini diagnostici o terapeutici. Il medico deve rimanere sempre la tua figura di riferimento.



Articoli che potrebbero interessarti

Per offrirti il miglior servizio questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni qui.

X