Cimurro nel cane

Facebook Twitter Google Pinterest YouTube

Cimurro nel cane

24-02-2014 - scritto da Cinzia Iannaccio

Sintomi, prognosi e vaccinazione del cimurro canino

Ecco perché nei cuccioli il cimurro è più pericoloso

Cimurro nel cane Il cimurro canino, come è noto, è una malattia virale (cioè provocata da un virus) molto contagiosa e pericolosa. Può essere fatale. Il cimurro però non è prerogativa unica di Fido, ma può colpire anche i furetti, tra gli animali domestici, oltre che alcune specie di fauna selvatica, come procioni, lupi, volpi e puzzole. Non esiste una cura, ma un prezioso vaccino.

Va detto che se il cane contrae la malattia, la prognosi dipende da numerosi fattori come la gravità dei sintomi e la corretta funzionalità del sistema immunitario. E’ per questo che i cuccioli sono particolarmente a rischio!

Il cimurro infatti può colpire cani di tutte le età, ma in quelli appena nati con sistema immunitario non ancora sviluppato o ancora privi di completa copertura vaccinale il rischio è alto. Il virus si diffonde attraverso l’aria o tramite contatto diretto: attacca le tonsille e poi attraverso i linfonodi si diffonde al sistema respiratorio, urinario, digerente e nervoso, con i rischi e le complicanze del caso.

I sintomi? Dipendono dalla fase di avanzamento dell’infezione. Quelli iniziali sono i classici di un contagio virale:

  • Febbre
  • Occhi rossi e lacrimanti
  • Scarico chiaro dal naso
  • Anoressia
  • Vomito
  • Diarrea

In un secondo momento si può assistere a svenimenti, paralisi, tic e tremori, aggressività e comportamento anomalo, la retina si schiarisce. In presenza dei sintomi neurologici è più difficile che il cane riesca a superare la malattia. L’unica cosa da fare in questi casi, come pure in quelli meno drammatici è una terapia di supporto che aiuti Fido a stare meglio e a rimettersi laddove possibile in fretta, consigliata dal veterinario: si tratterà sempre di un trattamento su misura per il cane, ma in generale possiamo dire che potrà consistere in ospedalizzazione, terapia fluida reidratante, antibiotici in caso di sovrinfezioni batteriche, oltre che cure per il trattamento delle vie respiratorie, intestinali, o per i sintomi neurologici. Tutto questo si può evitare con la vaccinazione.

Cosa ne dite? Vi siete trovati in questa spiacevole situazione con il vostro cucciolo? Aspettiamo i vostri consigli e le vostre storie.

Foto: Flickr
Categorie correlate:

Animali, cane, gatto, cuccioli




A cura di Cinzia Iannaccio, Giornalista professionista iscritta all'Albo dal 2007, blogger, specializzata nel settore della salute e del benessere.
Profilo Linkedin di Cinzia Iannaccio
 

ForumSalute
ForumSalute su Facebook
ForumSalute su Twitter
ForumSalute su Google+

 

ATTENZIONE: le informazioni che ti propongo nei miei articoli, seppur visionate dal team di medici e giornalisti di ForumSalute, sono generali e come tali vanno considerate, non possono essere utilizzate a fini diagnostici o terapeutici. Il medico deve rimanere sempre la tua figura di riferimento.



Articoli che potrebbero interessarti

Per offrirti il miglior servizio questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni qui.

X