Come distinguere un’allergia da un raffreddore

Facebook Twitter Google Pinterest YouTube

Come distinguere un’allergia da un raffreddore

19-03-2015 - scritto da Laura C.

Distinguere la rinite allergica dal raffreddore non è facile poiché i sintomi sono simili. Tuttavia qualche differenza nelle manifestazioni cliniche c’è.

Rinite allergica o raffreddore? Ecco i diversi segnali.

Come distinguere un’allergia da un raffreddore

Starnuti, tosse, naso chiuso e che cola, sono i sintomi tipici di un comune raffreddore ma anche della rinite allergica. Distinguere l’uno dall’altra non è sempre facile, soprattutto quando si tratta di bambini che non sempre riescono a spiegare chiaramente ciò che sentono. Tuttavia si tratta di due condizioni patologiche caratterizzate da fattori scatenanti diversi e che richiedono differenti trattamenti.

Il raffreddore è un’infezione virale, causata solitamente da Rhinovirus, non grave, che interessa le prime vie respiratorie, in particolare naso e gola. Il raffreddore è la malattia umana più comune: colpisce gli adulti 2-4 volte l’anno e i bambini fino a 12 volte l’anno. La rinite allergica invece è una malattia infiammatoria del naso provocata da una reazione immunitaria in seguito ad esposizione ad un allergene (pollini, acari, muffa, peli di animali). La rinite allergica è una delle patologie allergiche più comuni, in Europa si stima una prevalenza del 10-12%.

Nonostante l’elevata sovrapponibilità dei sintomi di queste due affezioni, vi sono alcune caratteristiche e segni tipici di ciascuna che possono aiutare nel distinguerle ed è di fondamentale importanza riconoscerli. Confondere l’allergia per raffreddore o viceversa è rischioso, dal momento che verrebbero impiegati farmaci non adatti al trattamento della patologia in corso, o rimedi naturali, con risultati nulli o addirittura peggiori. Inoltre, in caso di allergia bisogna individuare l’allergene e allontanarlo il prima possibile, oltre a seguire una terapia specifica.

E’ opportuno quindi prestare molta attenzione ad ogni minimo segnale che ci possa mettere sulla strada giusta e consultare il medico prima di intraprendere il trattamento. Ma quali sono questi segnali?

 

  • Le allergie sono caratterizzate da prurito del naso e degli occhi più intenso rispetto al raffreddore
  • Nelle allerie gli starnuti sono più frequenti e ripetuti rispetto al raffreddore
  • Nelle allergie gli occhi sono interessati da lacrimazione
  • Il raffreddore spesso è accompagnato da febbre, l'allergia no
  • Il raffreddore solitamente dura 2-3 giorni nell’arco dei quali l’intensità dei sintomi rimane costante. Nell'allergia, invece, la durata e l’intensità dei sintomi sono strettamente correlate alla presenza dell’allergene
  • In caso di rinite allergica il muco si presenta di aspetto chiaro e di consistenza acquosa mentre nel raffreddore solitamente è più denso e di colore giallastro
Categorie correlate:

Allergia e salute




A cura di Laura C., Dottoressa in Chimica e Tecnologia Farmaceutiche, redattrice medico-scientifica dal 2013.
 

ForumSalute
ForumSalute su Facebook
ForumSalute su Twitter
ForumSalute su Google+

 

ATTENZIONE: le informazioni che ti propongo nei miei articoli, seppur visionate dal team di medici e giornalisti di ForumSalute, sono generali e come tali vanno considerate, non possono essere utilizzate a fini diagnostici o terapeutici. Il medico deve rimanere sempre la tua figura di riferimento.



Articoli che potrebbero interessarti

Lotta agli acari: le strategie che funzionano

Lotta agli acari: le strategie che funzionano

04/03/2019.   Quando si parla di acari della polvere la nostra lotta per sconfiggerli ed eliminarli da casa nostra sembra quasi impossibile. Questi minuscoli artropodi ad 8 zampe si annidano soprattutto negli imbottiti di casa come i materassi...

Allergia e salute

Forumsalute.it © UpValue srl Tutti i diritti riservati.
C.F., P. IVA e Iscr. Reg. Imprese Milano n. 04587830961   |  Privacy   |  Chi Siamo

Per offrirti il miglior servizio questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni qui.

X