Come fermare la caduta dei capelli

Facebook Twitter Google Pinterest YouTube

Come fermare la caduta dei capelli

26-04-2011 - scritto da Viviana Vischi

Il miglio: un concentrato di vitamine e minerali che rinforza, allunga e aiuta a contrastare la caduta dei capelli

Capelli in caduta? Lo conferma chi l’ha provato: il miglio funziona davvero! Ottimo anche per le unghie deboli che tendono a sfaldarsi

Come fermare la caduta dei capelli

Caduta capelli: la caduta eccessiva dei capelli è un problema che riguarda principalmente gli uomini, ma questo non significa che le donne ne siano immuni, anzi, è frequente, soprattutto in primavera e in autunno, assistere a uno sfoltimento anomalo anche della capigliatura femminile.
E se il fenomeno è vissuto con apprensione da tutti, secondo alcuni sondaggi il gentil sesso lo vive addirittura peggio della cellulite. Ecco perché, in particolare durante i cambi di stagione, per evitare che il problema peggiori e porti a un diradamento visibile si va alla ricerca di prodotti cosmetici e integratori alimentari che possano dare una mano a frenare la caduta e a irrobustire le chiome.
Cosa scegliere? Il miglio è certamente uno degli estratti naturali che funzionano meglio e che, grazie ai suoi nutrienti, si può definire un vero e proprio concentrato di vitamine e minerali mirati per capelli. Lo conferma chi l’ha provato: grazie al miglio i capelli crescono con più vigore, più velocemente, diventano più lucidi, più belli e più resistenti. Il miglio rallenta la caduta e stimola la ricrescita. Insomma, è un ottimo integratore.
Gli integratori a base di miglio come Migliocres sono il trattamento nutrizionale con cui apportare ai follicoli le sostanze indispensabili per rivitalizzarli e favorire la formazione di nuovi capelli. Un’alimentazione equilibrata non dovrebbe richiedere un’integrazione; tuttavia, situazioni di debilitazione fisica, stress, dieta rigida, alimentazione scorretta o sbalzi ormonali possono rendere necessario un apporto speciale di nutrienti specifici.
Un trattamento a base di miglio può essere ripetuto ciclicamente anche più volte all’anno. Naturalmente, per ottenere risultati molto buoni, ci vuole continuità: il miglioramento si osserva dopo qualche settimana di assunzione, soprattutto se, in sinergia con le capsule o compresse, si utilizzano lozioni da frizionare sul cuoio capelluto, che puntano a stimolare il microcircolo e il bulbo.
A proposito di lozioni: molti si preoccupano delle temporanee macchie rosse e della sensazione di bruciore alla cute che provocano. Nessun allarme, è tutto normale: le lozioni hanno base alcolica e contengono estratti rubefacenti, cioè che arrossano il cuoio capelluto richiamando sangue in superficie e comportando una vasodilatazione.
Ma il miglio non è un toccasana solo per i capelli che cadono, fragili, sfibrati, privi di vita. Grazie al suo contenuto in cisteina, metionina, silicio, rame, zinco e vitamine, questo cereale contribuisce a irrobustire e favorire la ricrescita delle unghie deboli che tendono a sfaldarsi e a scheggiarsi, soprattutto dopo le micosi ungueali e in caso di onicorressi (striature, fessurazioni).



A cura di Viviana Vischi, Giornalista professionista iscritta all'Albo dal 2002, Direttore Responsabile di diverse testate giornalistiche digitali in campo medico-scientifico.
Profilo Linkedin di Viviana Vischi
 

ForumSalute
ForumSalute su Facebook
ForumSalute su Twitter
ForumSalute su Google+

 

ATTENZIONE: le informazioni che ti propongo nei miei articoli, seppur visionate dal team di medici e giornalisti di ForumSalute, sono generali e come tali vanno considerate, non possono essere utilizzate a fini diagnostici o terapeutici. Il medico deve rimanere sempre la tua figura di riferimento.



Articoli che potrebbero interessarti

Per offrirti il miglior servizio questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni qui.

X