Come mantenere l’abbronzatura

Facebook Twitter Google Pinterest YouTube

Come mantenere l’abbronzatura

25-08-2011 - scritto da Viviana Vischi

I consigli per mantenere un colorito dorato e combattere grigiore e secchezza tipici di fine estate

Gli idratanti, i trucchi e l’alimentazione per un'abbronzatura duratura

Come mantenere l’abbronzatura Sole, mare e vita all’aria aperta fanno un gran bene all’organismo, ma alla lunga lasciano qualche segno sulla pelle che, infatti, subito dopo il rientro dalle vacanze, comincia ad apparire spenta, grigiastra, squamata, con qualche ruga in più accentuata dall’abbronzatura. Il fenomeno è ancor più evidente se, durante le vacanze, l’epidermide non è stata adeguatamente protetta. Un trattamento di bellezza mirato è ideale per riequilibrare la pelle stressata dai raggi UV, dal vento e dalla salsedine.

Il primo passo è quello di mettere al bando i saponi aggressivi che seccano ulteriormente la pelle; meglio detergere regolarmente il viso con prodotti delicati e idratanti. Non è l’acqua a lavare via l’abbronzatura!

Ottima idea è quella di fare uno scrub un paio di volte a settimana. A differenza di quanto si pensi, l’esfoliante in microgranuli non sbiadisce la tintarella ma, anzi, eliminando lo strato più superficiale di cellule morte e impurità che impedisce alla pelle di respirare al meglio, la rende molto più omogenea e luminosa, valorizzandone il colorito accentuato dal sole.

Per ripristinare l’equilibrio dell’epidermide durante il giorno bisogna applicare con costanza, senza mai saltare, creme idratanti ricche di principi attivi come, tanto per citarne alcuni: vitamine A ed E, olio di mandorle dolci, di jojoba e di germe di grano, ceramidi, acidi grassi essenziali, aloe vera, rosa mosqueta, calendula, fosfolipidi, acido ialuronico e collagene, da massaggiare a fondo con movimenti circolari che stimolino la microcircolazione.

Prima di andare a letto non bisogna dimenticarsi di applicare generosamente su viso, collo e decolleté una crema notte altamente nutriente. Meglio scegliere un prodotto naturale, non aggressivo, privo di profumo, conservanti e parabeni.

Per nascondere le imperfezioni si può sfruttare il potere coprente del make-up (fondotinta liquido o compatto, correttore, terra, fard ecc.). Attenzione però: bisogna essere capaci di stendere la base ed effettuare le correzioni, altrimenti il risultato potrebbe essere un vero disastro! Una valida alternativa al trucco è rappresentata dagli autoabbronzanti specifici per il viso: sotto forma di gocce, donano un colorito molto luminoso e naturale, prolungando l’effetto-abbronzatura.

Per restituire elasticità e vitalità alla pelle e per mantenere la tintarella più a lungo è infine bene seguire una dieta sana ricca di frutta e verdura fresche e, dunque, di vitamine preziose, di olio extra vergine d’oliva, di pesce, frutta secca e di alimenti contenenti betacarotene. Questa sostanza si trova principalmente nella frutta e verdura di colore giallo, arancio e rosso (soprattutto zucca, carote e peperoni), ma anche in asparagi e spinaci. Da evitare, naturalmente, sia alcool sia fumo che, invece, contribuiscono a peggiorare lo stato di salute e la bellezza del viso.

A cura di Viviana Vischi, Giornalista professionista iscritta all'Albo dal 2002, Direttore Responsabile di diverse testate giornalistiche digitali in campo medico-scientifico.
Profilo Linkedin di Viviana Vischi
 

ForumSalute
ForumSalute su Facebook
ForumSalute su Twitter
ForumSalute su Google+

 

ATTENZIONE: le informazioni che ti propongo nei miei articoli, seppur visionate dal team di medici e giornalisti di ForumSalute, sono generali e come tali vanno considerate, non possono essere utilizzate a fini diagnostici o terapeutici. Il medico deve rimanere sempre la tua figura di riferimento.



Articoli che potrebbero interessarti

Cura della pelle durante le terapie oncologiche

Cura della pelle durante le terapie oncologiche

18/05/2021.   Uno dei principali effetti collaterali delle terapie oncologiche è la ricaduta negativa sulla pelle, l’organo più esteso e sensibile del corpo, in questo caso “bersaglio” dell’azione...

Forumsalute.it © UpValue srl Tutti i diritti riservati.
C.F., P. IVA e Iscr. Reg. Imprese Milano n. 04587830961   |  Privacy   |  Chi Siamo

Per offrirti il miglior servizio questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni qui.

X