Come non ingrassare durante le feste natalizie

Facebook Twitter Google Pinterest YouTube

Come non ingrassare durante le feste natalizie

18-12-2012 - scritto da Paola Perria

Possiamo goderci il Natale, con i pranzi e le cene in compagnia, senza aumentare di peso? La risposta è sì, usando la testa!

I consigli per non ingrassare durante le vacanze di Natale

Come non ingrassare durante le feste natalizie Esiste un modo per non ingrassare durante le festività natalizie… senza negarci il piacere di partecipare – con tutti i sensi – ai banchetti e agli incontri conviviali tradizionali? In prossimità del Natale, come ogni anno, ci apprestiamo a programmare le nostre cene e i nostri pranzi con amici e parenti, immaginando come organizzare i nostri menù in modo da accontentare i gusti di tutti, bambini inclusi. Riceveremo, e saremo ricevuti, mangeremo e faremo mangiare, cucineremo e ci verranno proposte pietanze la cui prelibatezza ben conosciamo a pregustiamo. Si tratta di consuetudini care a tutti noi, irrinunciabili, tanto è vero che nonostante la crisi economica poderosa che ci attanaglia da qualche anno, stando a quanto ci dicono le statistiche gli italiani a tutto rinunciano tranne che al buon cibo e al buon bere. A Natale soprattutto.

E, aggiungiamo noi, fanno bene, anzi, benissimo, perché mangiare circondanti da chi amiamo, preparare con amore i piatti della tradizione certi di allietare i nostri commensali e gustare con riconoscenza ciò che ci viene offerto, sono altrettanti modi di manifestare il nostro affetto, e forse il modo più sincero di vivere lo spirito natalizio. Eppure… in tutto questo “caramello” c’è un ma, e si chiama timore di ingrassare. Sappiamo che regolarmente, dopo le grandi abbuffate natalizie, a feste finite ci ritroviamo tutti con qualche chilo di troppo, e ne piangiamo amaramente. Come possiamo limitare l’apporto calorico delle cene e dei pranzi delle feste senza compromettere la bontà delle nostre pietanze? Non è poi così difficile. Prima cosa, evitiamo di rimpinzarci nei giorni intermedi.

Anche se in casa abbiamo i classici “avanzi”, se siamo pieni di pandori e panettoni (magari farciti) intaccati e da terminare, anche se ci hanno regalato cioccolati, frutta secca a profusione, liquorini e spumanti, evitiamoli. Impacchettiamoli e doniamoli alla Caritas, regaliamo i dolcetti in avanzo, congeliamo il congelabile e teniamolo per altre occasioni. Insomma, non lasciamoci tentare quando possiamo, invece, approfittare delle pause per mangiare “di magro”. Leggeri passati di verdure, tanta frutta fresca, acqua in abbondanza e insalate, pochi carboidrati, e semmai cereali integrali, qualche passeggiata in più a piedi, ci aiuteranno a smaltire gli eccessi dei giorni di Festa e a non sentirci poi in colpa se mangeremo qualcosa in più nei giorni “in rosso”.

Veniamo ai cenoni (del 24 dicembre e di Capodanno) e ai pranzi (di Natale, di San Silvestro, della Befana). Se cuciniamo noi, cerchiamo di limitare l’apporto calorico laddove possiamo. Ad esempio con gli antipasti: prepariamoli leggeri e a base di frutta e verdura fresca. Pinzimoni, ciotoline con dadini di frutta gustosa ma diuretica, come ananas, mele, chicchi di melagrana o d’uva, bastoncini di carote e fette di finocchi, gambi di sedano da intingere in emulsioni leggerissime a base di olio e di aceto e tanti odori, ci aiuteranno a smorzare la fame e a stimolare il metabolismo (e quindi iniziare subito a bruciare calorie).

Stiamo attenti ai condimenti, se facciamo un soffritto usiamo il vino bianco e l’acqua per sfumare e brasare, piuttosto che grandi quantità di olio o di burro, saliamo meno e adoperiamo spezie a aromi, cerchiamo di condire a crudo più che possiamo. Per gli arrosti usiamo carni bianche come il pollo, ad esempio – oppure evitiamo il primo piatto se il secondo è molto ricco o farcito. Semmai prepariamo tanti contorni sfiziosi a base di verdure di stagione, come i cavoli, il radicchio, le ottime scarole eccetera.

Capitolo dolci: cerchiamo di gustarci una fettina di pandoro o di panettone piccola, giusto un assaggio, e centelliniamola, perché una sola fetta media di panettone semplice (quindi senza ulteriori aggiunte di creme) ci apporta ben 362 calorie, che aggiunte al computo che a fine pasto avremo già raggiunto, ci potrebbe portare a sforare davvero troppo. I liquorini e le creme alcoliche sono ricchissimi di calorie, cerchiamo di evitarle, e semmai gustiamoci un buon the o una tisana digestiva per aiutare il nostro stomaco affaticato.

Insomma, usiamo sempre la testa, anche quando siamo in compagnia e stiamo gustando delle prelibatezze. Infine, ultimo consiglio degli psicologi, serviamo le nostre ricette in piatti rossi: questo colore, peraltro perfettamente in tema natalizio, ha infatti il potere di “costringerci” a limitarci. Infatti associamo il rosso al divieto, allo stop, al concetto di pericolo e di allarme, e istintivamente un po’ ci ritraiamo. E’ stato sperimentato che se ci viene porto un piatto colmo di cibo di un colore di verso dal rosso, tendiamo a “ripulirlo”, mentre ciò non accade se lo stesso cibo è contenuto in piatti rossi. Piccoli trucchi che possono servire. Non resta che provare!


Articoli che potrebbero interessarti

Per offrirti il miglior servizio questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni qui.

X