Connect With Us

Facebook Twitter Google Pinterest YouTube
Home > Hobby e tempo libero > Le tue ricette > Contorni e salse > Pesto alla genovese: la ricetta casalinga
Segna Forum Come Letti

   

Pesto alla genovese: la ricetta casalinga

Paola Perria
 

Come preparare in casa uno dei condimenti più gustosi della tradizione gastronomica regionale

Basilico, olio, formaggio... cosa serve per preparare un perfetto pesto alla genovese? Scopriamolo!

Chi non va matto per il pesto alla genovese alzi la mano! Si tratta senza dubbio di uno dei condimenti per la pasta più conosciuti e apprezzati non solo in tutta Italia, ma anche nel mondo. Il suo inconfondibile gusto fresco e piccante, il suo armonioso mix di ingredienti, la consistenza morbida e solo appena granulosa, fa del pesto un sugo sublime, e un'idea gastronomica vincente, quasi geniale. La sua storia è molto antica, e probabilmente deriva da una sorta di elaborazione di un condimento di origine medievale - l'agliata - che veniva usato anche dai marinai liguri per potenziare il sistema immunitario e prevenire infezioni e malattie durante i lunghi viaggi per mare. Del resto le virtù dell'aglio sono note, anzi, possiamo considerare questo bulbo un vero antibiotico naturale.

La ricetta del pesto come lo conosciamo oggi risale, però, a tempi un po' più recenti, ne abbiamo, ad esempio, una descrizione dettagliata nel libro "La cuciniera genovese" (1863) di Giovanni Battista Ratto. Una volta "stabilizzata" (con l'introduzione dei pinoli al posto delle noci), questa salsa fredda fatta rigorosamente con pestello e mortaio fece letteralmente il giro del mondo imponendosi come prodotto della miglior cucina made in Italy. Un vero fiore all'occhiello della dieta mediterranea. Con il pesto si condiscono, per tradizione, trofie, trenette, lasagne ma si possono anche insaporire un minestrone o persino una pizza. In ogni caso, farlo in casa non è difficile, si conserva bene e se useremo ingredienti di ottima qualità faremo senza dubbio un figurone con i nostro ospiti. Vediamo cosa ci serve per il nostro pesto alla genovese casalingo.

Ingredienti per 4 persone (350 g di pasta)
  • 40 foglie di basilico ligure (o comunque ottimo basilico fresco a foglie grandi)
  • 1 bicchiere e 1/4 di olio extravergine d'oliva (meglio se ligure, comunque delicato)
  • 3 cucchiai di pinoli sgusciati
  • 2 spicchi di aglio
  • 1 cucchiaio di pecorino sardo stagionato grattugiato
  • 3 cucchiai di parmigiano grattugiato
  • 1 pizzico di sale marino grosso

Preparazione:
Pulite il basilico delicatamente con della carta da cucina ma senza bagnarlo. Sbucciate l'aglio, spaccate a metà gli spicchi ed eliminate il germoglio. Nel mortaio (sarebbe l'ideale, ma in alternativa usate il frullatore) o nel vaso del mixer versate l'aglio, il basilico, i pinoli e il sale e pestate o frullate fino ad ottenere un composto abbastanza fine. Aggiungete la miscela di formaggi grattugiati e l'olio extravergine d'oliva a filo continuando a pestare o frullare.

Alla fine il pesto dovrà avere un bel colore verde brillante e una consistenza cremosa ma non liquida. Dal momento che questa salsa va preparata a freddo e il frullatore potrebbe, invece, riscaldarla, ricordate di fare molte pause tra una frullata e l'altra. Una volta pronto il pesto si può usare subito, oppure lo possiamo conservare versandolo in vasetti di vetro da tenere in frigorifero coperti da un filo di olio. Facile, no?



Foto| via Pinterest

Documenti articolo
Immagini
__________________
A cura di Paola Perria, Giornalista pubblicista iscritta all'Albo dal 2009, Master in Gender Equality-Strategie per l'equità di Genere con tesi sulla medicina di genere.
Profilo Linkedin di Paola Perria

ForumSalute
ForumSalute su Facebook
ForumSalute su Twitter
ForumSalute su Google+


ATTENZIONE: le informazioni che ti propongo nei miei articoli, seppur visionate dal team di medici e giornalisti di ForumSalute, sono generali e come tali vanno considerate, non possono essere utilizzate a fini diagnostici o terapeutici. Il medico deve rimanere sempre la tua figura di riferimento.
MIGLIOR COMMENTO
Cindyil
proprio sabato passato ho mangiato "testaroli al pesto" i testaroli per chi non lo sapesse è una pasta di Pontremoli. C'era la partita inter-livorno siamo andati in casa di amici per la partita..eravamo in nove...ho portato due dischi di testaroli...cioè li ho fatti a pezzetti e li ho messi in due sacchetti da friser...+ due confezioni di pesto Rana già confezionato..con i testaroli è perfetto! e parmigiano reggiano...
x la cottura ..si mette l'acqua al fuoco..sale.. appena spicca il bollore si spegne il fuoco..e si buttano i testaroli per tre quattro minuti...quindi con una mestola bucata si tirano su e si mettono subito nei piatti dove è stato messo un po' di pesto e si cosparge il tutto di parmigiano...
http://1.bp.blogspot.com/_sVAHyQxAyz...0/DSC_0036.JPG
__________________

Quelli belli come noi fan l'amore in un sorriso lontano ed indeciso che non capiresti mai.

Leggi altri commenti
Leggi altri commenti
   
Strumenti Discussione



Adesso sono le 00:26 AM.




Powered by vBulletin® Version 3.8.7
Copyright ©2000 - 2020, vBulletin Solutions, Inc.
Content Relevant URLs by vBSEO 3.6.0 PL2

Per offrirti il miglior servizio questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni qui.

X