Connect With Us

Facebook Twitter Google Pinterest YouTube
Home > Salute: consigli del medico, esperienze dei pazienti > Ortopedia e traumatologia > Protesi ortopediche > Protesi di rivestimento fuori asse
Segna Forum Come Letti

   

Protesi di rivestimento fuori asse

itachi981
 

Buongirno, vorrei illustrarvi il mio caso per avere qualche consiglio:
nel novembre 2004 e nel marzo 2005 mi sono state impiantate protesi di rivestimento alle anche sx (2004) dx (2005) in quanto da bambino ero affetto da morbo di Perthes.
oggi, in seguito a radiografie, ho riscontrato che la protesi sinistra risulta essere fuori asse, in pratica il "gambo" della protesi non risulta più essere fissato all'interno del femore.
Premetto che in settimana andrò a visita dal dottore che mi ha fatto le operazioni.
Volevo sapere se qualc'uno ha avuto un problema del genere e come si interviene in questi casi, se la protesi di rivestimento va sostituita con una completa o se si può intervenire sulla vecchia fissandola....
Ci tengo a dire a tutti quelli che hanno avuto protesi come le mie a non trascurarsi, fare esercizi di mantenimento, nuoto o qualsiasi cosa vi consiglia il vostro medico, per non trovarsi nella mia condizione odierna dovuta credo soprattutto al mio trascurarmi degli ultimi anni.
Grazie in anticipo per le risposte,
Salvatore.

MIGLIOR COMMENTO
TizianoGastaldi
andrebbe visionata la radiografia, ma se la fissazione non é mantenuta, di solito si sostituisce la protesi. Non é facile capire cosa significhi fuori asse, ma probabilmente é anche mobilizzata.
Spero che qualcun altro possa essere piu' preciso
Leggi altri commenti
Dr. Alessandro Calistri
 

Caro Itachi981
direi prima di tutto che il fatto che lei abbia fatto esercizi o no non può aver influito in modo negativo sul suo impianto a patto che chiaramente riuscisse a deambulare in modo corretto da dopo l'intervento e fosse in grado di svolgere la sua vita in modo normale.
Rispetto alle sue radiografie , vanno chiaramente esaminate, normalmente però lo stelino del rivestimento non è mai stato integrato dal suo osso.Quello stelino serve ad introdurre la protesi nel momento del posizionamento ma non ha alcuna funzione di ancoraggio o fissazione dell'impianto, quindi un area di radiolucenza in quella zona dell'impianto non indica necessariamente un problema all'impianto , ma va comunque valutata.
Saluti

__________________
Dr. Alessandro Calistri
ANCA Clinic, Roma
www.ancaclinic.it
titamot
 

Gentile dott. Calistri le scrivo poichè ho letto spesso su questo forum il suo nome. Sono la mamma di un bambino,
Lorenzo, di 3anni e 4mesi al quale solo lo scorso 29 Aprile hanno diagnosticato
il morbo di perthes sulla gamba dx . Noi abitiamo in provincia di Taranto e già
sei mesi fa notando la zoppia di nostro figlio abbiamo chiesto una consulenza
presso un ortopedico della zona il quale dopo aver fatto eseguire delle
radiografie ci ha detto che il bambino aveva uno svettamento all'anca destra
per cui non esisteva cura ma solo alcune precauzione ossia non farlo ingrassare
e farlo correre il più possibile! E questo farlo correre dopo sei mesi ha reso
la situazione catastrofica. Difatti la mattina del 29 Aprile Lorenzo sembrava
avere la gamba paralizzata; al che io e mio marito partimmo per Bari al più
vicino ospedale pediatrico e lì subito lastre ed ecografie che evidenziarono il
morbo in una fase abbastanza avanzata. Il dott. Carluccio (l'ortopedico che ci
guidò quel giorno) visti tutti gli esami si espresse in questo modo: dovete
ricoverarlo perchè subito va messo in trazione e operato! Io e mio marito che
già non riuscivamo a parlare non volevamo accettare tutto ciò e in un minuto
decidemmo di partire per Roma al Bambin Gesù. Arrivammo di notte dove
l'ortopedico di turno ci confermò che si trattava sicuramente di un perthes.
Decidemmo di aspettare la mattina dopo per una consulenza ortopedica con il
dott Mastantuoni che ahinoi ci elencò in breve come sarebbe stato il cammino e cioè una piccola cura di antinfiammatori (nurofen ) per togliere l'infiammo
visto che vi era anche una sinovite in atto e poi intervento precisamente
OSTEOTOMIA DI CENTRAZIONE. Ad oggi 19 Maggio attendiamo una chiamata che ci comunichi quando si farà l'intervento. Dunque una volta a casa con calma ho visitato vari forum in cui si discuteva del perthes e in molti di questi si faceva riferimento ed elogio alla Sua persona . Motivo per cui vorrei chiederle, sempre fosse possibile, un suo parere sull'efficacia di questo intervento. In attesa di una sua risposta le invio calorosi saluti

Dr. Alessandro Calistri
 

cara Titamot,
mandami per email dr.calistri@ancaclinic.it le rx del bimbo.
vediamo di cosa si tratta, di urgente in ortopedia non esiste quasi nulla!!
di chirurgico da fare in questi casi così precoci(ma che hanno una migliore prognosi ) c'è davvero poco o nulla nella maggior parte dei casi.stai tranquilla anche i peggiori sintomi passeranno.
a presto

__________________
Dr. Alessandro Calistri
ANCA Clinic, Roma
www.ancaclinic.it
titamot
 

La ringrazio vivamente per la celere risposta. Domani proverò a scannerizzare la lastra per inviargliela... Non le nascondo che i miei dubbi sono aumentati poichè denoto un certo disaccordo con la decisione di operare... Noi abbiamo sentito due pareri ed essendo identici abbiamo pensato di affidarci all'ortopedico del Bambin Gesù comunque ci tengo molto al suo parere... Grazie mille

Leggi altri commenti
   
Strumenti Discussione



Adesso sono le 16:32 PM.




Powered by vBulletin® Version 3.8.7
Copyright ©2000 - 2020, vBulletin Solutions, Inc.
Content Relevant URLs by vBSEO 3.6.0 PL2

Per offrirti il miglior servizio questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni qui.

X