Connect With Us

Facebook Twitter Google Pinterest YouTube
Home > Salute: consigli del medico, esperienze dei pazienti > Ginecologia e ostetricia > Fibroma uterino > Fibroma sottosieroso peduncolato extra uterino
Segna Forum Come Letti

   

Fibroma sottosieroso peduncolato extra uterino

federica75
 

Ciao a tutti, ho 36 anni e 2 gg fa l'ecografista durante l'annuale controllo dal ginecologo ha visto un utero fibramotoso (o come si dice) e un fibroma di 6 cm sottosieroso peduncolato fuori dall'utero.
Sono rimasta molto impaurita soprattutto perchè mi controllo ogni anno e ogni anno facevo le ecografie per controllare una ciste ed è sempre risultato che non avevo fibromi alcuni nè utero fibramotoso!
come è possibile? possibile che in un anno e mezzo, oltretutto assumendo la pillola, improvvisamente ho questa situazione?
L'ecografista era molto giovane e anche indelicata, mi ha messo molta paura e quando le ho fatto vedere le ecografie dell'anno precedente di un altro medico dove la situazione era diametralmente opposta non ha battuto ciglio.
Il mio medico di famiglia mi ha detto che lo trova strano: primo perchè quello descritto oggi sembra l'utero di un'altra donna rispetto alle ecografie di poco tempo fa. E perchè, dice lui, i fibromi o sono sottosierosi o sono peduncolati. Non esiste che siano entrambi.
Mi ha consigliato di rifare l'ecografia da un altro medico.
Io concordo con lui, ma al tempo stesso mi rifiuto di pensare che un ecografista per quanto giovane, se dice di vedere un fibroma di 6 cm si stia sbagliando.
Però appunto le ecografie precedenti e recenti erano davvero molto diverse, non c'era presenza di nulla.
Le ginecologa prendendo per buono il risultato mi ha detto che tali fibromi esterni all'utero non sono pericolosi nemmeno per una gravidanza. E comunque non avendola ancora nell'imminenza mi ha cambiato la pillola lybella con fedra che ha piu progesterone. Voleva darmi anche sycurgyn ma siccome io in passato usavo fedra e mi trovavo bene ha detto che avendo lo stesso dosaggio meglio fedra.
Questo è per non farlo crescere molto. E fra 3 mesi nuova ecografia e se è cresciuto molto valutare l'intervento che lei ripete, non è detto che debba farlo se non ho gravidanza immediata o dolori.
Posso confrontarmi con qualcuna che ha esperienza?
spero in una risposta.
Purtroppo vedo poche risposte al tema fibroma, come mai?
un saluto a tutte

MIGLIOR COMMENTO
Dr. Tommaso Lupattelli
Gentile Signora,

in questi casi può essere consigliabile eseguire una Risonanza magnetica della pelvi per fugare tutti i dubbi ed avere una diagnosi completa ed incontrovertibile.
__________________
Dr. Tommaso Lupattelli
Leggi altri commenti
Leggi altri commenti

Profilo del medico - Dr.ssa Rosa Alba Portuesi

Dr.ssa Rosa Alba Portuesi
Nome:
Rosa Alba Portuesi
Azienda:
Centro Medico Sempione, Milano
Professione:
Ginecologa
Specializzazione:
Ginecologia e Ostetricia
Contatti/Profili social:
sito web facebook
Domanda al medico
Dr.ssa Portuesi, parliamo di colposcopia e biopsia: sono pericolose? Fanno male?
La colposcopia è un esame molto semplice, che prevede il posizionamento della paziente sul lettino in posizione ginecologica classica e l'utilizzo da parte del medico di uno speculum, cioè dello stesso strumento che si utilizza anche per effettuare il prelievo del Pap test. Nulla di nuovo e di diverso, insomma, rispetto a una visita ginecologica classica. Sul tessuto della cervice uterina il colposcopista applica due reagenti (assolutamente indolori e impercettibili da parte della paziente) che servono per visualizzare meglio l'area sede della lesione, su cui il medico potrà poi decidere di effettuare la biopsia.

Quanto alla biopsia, esame che prevede il prelievo di una piccola porzione di tessuto anomalo, posso assicurare che non causa dolore perché il collo dell'utero è sì molto vascolarizzato, ma poco innervato. A volte a generare disagio nella donna seduta sul lettino ginecologo è più il “tic”, cioè il rumore della pinzetta utilizzata per il prelievo che l’indolenzimento che questa operazione effettivamente può provocare, che è davvero molto lieve.

Nello svolgimento di questi esami, ma anche di un semplice Pap test, è molto importante che la paziente si senta a suo agio. E qui la capacità relazionale del medico può fare la differenza. Perché lo speculum è comunque un corpo estraneo, e la vagina è fatta di muscoli: va da sé che un irrigidimento, una non accettazione dello strumento, un cattivo rapporto con il medico possono provocare contrazioni anche involontarie, e a quel punto tutto può diventare più difficile.

Io cerco di spiegare sempre bene alle mie pazienti in cosa consiste un esame prima di eseguirlo. Credo che si tratti in fondo di un gioco di squadra: il ginecologo deve avere la mano delicata, la paziente deve sentirsi a suo agio e questo aiuta sempre a ridurre al minimo i fastidi. Leggi tutto
   
Strumenti Discussione



Adesso sono le 17:49 PM.




Powered by vBulletin® Version 3.8.7
Copyright ©2000 - 2020, vBulletin Solutions, Inc.
Content Relevant URLs by vBSEO 3.6.0 PL2

Per offrirti il miglior servizio questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni qui.

X