Connect With Us

Facebook Twitter Google Pinterest YouTube
Home > Salute: consigli del medico, esperienze dei pazienti > Allergologia e Immunologia > Immunologia clinica e di laboratorio > aiuto!
Segna Forum Come Letti

   

aiuto!

piccolavenusia
 

buona sera a tutti...e grazie a chiunque leggerà..spero che qualcuno mi possa aiutare!
Ho 31 anni, una storia di patologie alle spalle, con le quali continuo a combattere tutti i giorni, e continuo a cercare di capire cosa sta succedendo...
Mi spiego: attualmente ho diagnosi per artrite sieronegativa, sclerosi multipla, fenomeno di raynoud, iperinsulinismo, sospetto di celiachia, reazioni allergiche strane (nel senso che ho vere e proprie reazioni allergiche, alcune che mi hanno portato in passato a dover fare punture di cortisone, che però non risultano dalle analisi specifiche) più altri problemi minori.
Ad ogni nuova diagnosi mi ritrovo a chiedere ai medici come sia possibile, (capisco la sfortuna, però tutte queste malattie una di seguito all'altra, e tutte dipendenti dal sistema immunitario, mi è sempre sembrato strano).
Un'altra cosa anomala è che tutte le terapie provate fino ad ora sembrano avere efficacia per sei mesi massimo, poi la perdono...
Ho sempre avuto l'idea che c'entrasse qualche cosa il fatto che da piccola anche avevo dei problemi "inspiegabili",ma fino ad ora il quadro era talmente complesso che tutti i medici si concentrano solo sui sintomi attuali e non sulla storia clinica.
Mi spiego: quando ero piccola avevo problemi di malassorbimento, fatto non sò quante prove allergiche, alla fine i medici ed i miei genitori si sono arresi per disperazione, i medici erano concordi nel dire che probabilmente avevo un'allergia alimentare ma non si sapeva a cosa, inoltre ho avuto più volte le malattie esantematiche (sono arrivata ad avere per tre volte il morbillo).
Il mio medico di base mi diceva sempre che ero "povera di anticorpi", pensavo che fosse una cosa detta così per dire, ho scoperto invece oggi che quando avevo quattro anni mi avevano fatto delle analisi specifice dalle quali era uscita questa carenza (purtroppo non ho modo di avere queste analisi, ne di sapere a quali anticorpi si riferissero), l'unica indicazione che si ricorda mia madre è che le avevano detto che comunque le malattie esantematiche mi sarebbero sempre potute tornare.
Ora mi chiedo: potrebbe ciò essere collegato alle varie patologie autoimmuni che ho attualmente?potrebbe essere collegato alla scarsa risposta alla terapia immunomodulante ed immunosoppressiva? è il caso che mi rivolga ad un immunologo, oppure ormai, essendo passato tutto questo tempo, sarebbe inutile?
Cercando tra le analisi che ho fatto in passato ho visto comunque che un paio di anni fa avevo fatto iga, igg ed igm totali ed erano normali, non ho però mai fatto le sottoclassi, facendo ora terapia con interferone e cortisone se chiedessi al mio medico di prescrivermi le sottoclassi, risulterebbero alterate dalla terapia?
Sto solo cercando di capire...
Scusatemi e buona serata!

MIGLIOR COMMENTO
Dr. Filippo Fassio
Salve,
l'esame non dovrebbe risultare particolarmente alterato dalle terapie che sta effettuando, in ogni caso si tratta di un approfondimento specialistico che dovrebbe prescriverle lo specialista che la segue dal punto di vista immunologico. Non è affatto detto che questo esame possa essere utile nel suo caso, ed un esame inutile può solo aggiungere incertezza ad una situazione clinica che è già molto complessa.
Cordiali saluti,
__________________
Dr. Filippo Fassio
Specialista in Allergologia ed Immunologia Clinica
Dottore di Ricerca in Medicina Clinica e Sperimentale
Visita in: Firenze - Pistoia - Bologna

Visita il mio sito blog:www.allergologo.net!

Le informazioni contenute sul forum hanno unicamente scopo divulgativo e non intendono in nessun modo sostituire la visita medica.
Leggi altri commenti
docowl
 

Citazione:
Originariamente Inviato da piccolavenusia Visualizza Messaggio
buona sera a tutti...e grazie a chiunque leggerà..spero che qualcuno mi possa aiutare!
Ho 31 anni, una storia di patologie alle spalle, con le quali continuo a combattere tutti i giorni, e continuo a cercare di capire cosa sta succedendo...
Mi spiego: attualmente ho diagnosi per artrite sieronegativa, sclerosi multipla, fenomeno di raynoud, iperinsulinismo, sospetto di celiachia, reazioni allergiche strane (nel senso che ho vere e proprie reazioni allergiche, alcune che mi hanno portato in passato a dover fare punture di cortisone, che però non risultano dalle analisi specifiche) più altri problemi minori.
Ad ogni nuova diagnosi mi ritrovo a chiedere ai medici come sia possibile, (capisco la sfortuna, però tutte queste malattie una di seguito all'altra, e tutte dipendenti dal sistema immunitario, mi è sempre sembrato strano).
Un'altra cosa anomala è che tutte le terapie provate fino ad ora sembrano avere efficacia per sei mesi massimo, poi la perdono...
Ho sempre avuto l'idea che c'entrasse qualche cosa il fatto che da piccola anche avevo dei problemi "inspiegabili",ma fino ad ora il quadro era talmente complesso che tutti i medici si concentrano solo sui sintomi attuali e non sulla storia clinica.
Mi spiego: quando ero piccola avevo problemi di malassorbimento, fatto non sò quante prove allergiche, alla fine i medici ed i miei genitori si sono arresi per disperazione, i medici erano concordi nel dire che probabilmente avevo un'allergia alimentare ma non si sapeva a cosa, inoltre ho avuto più volte le malattie esantematiche (sono arrivata ad avere per tre volte il morbillo).
Il mio medico di base mi diceva sempre che ero "povera di anticorpi", pensavo che fosse una cosa detta così per dire, ho scoperto invece oggi che quando avevo quattro anni mi avevano fatto delle analisi specifice dalle quali era uscita questa carenza (purtroppo non ho modo di avere queste analisi, ne di sapere a quali anticorpi si riferissero), l'unica indicazione che si ricorda mia madre è che le avevano detto che comunque le malattie esantematiche mi sarebbero sempre potute tornare.
Ora mi chiedo: potrebbe ciò essere collegato alle varie patologie autoimmuni che ho attualmente?potrebbe essere collegato alla scarsa risposta alla terapia immunomodulante ed immunosoppressiva? è il caso che mi rivolga ad un immunologo, oppure ormai, essendo passato tutto questo tempo, sarebbe inutile?
Cercando tra le analisi che ho fatto in passato ho visto comunque che un paio di anni fa avevo fatto iga, igg ed igm totali ed erano normali, non ho però mai fatto le sottoclassi, facendo ora terapia con interferone e cortisone se chiedessi al mio medico di prescrivermi le sottoclassi, risulterebbero alterate dalla terapia?
Sto solo cercando di capire...
Scusatemi e buona serata!
Il quadro che descrive è relativo ad una forma autoimmune sistemica che andrebbe attentamente e periodicamente monitorata. Indubbiamente la terapia immuno-soppressiva può incidere sull'equilibrio immunitario in senso depressivo. Se desidera sapere lo stato attuale del suo profilo immunologico richieda una TIPIZZAZIONE LINFOCITARIA: se il rapporto CD4/CD8 è <1 certamente è immunodepressa, se >2 si riconferma la già nota autoimmunità. A presto.

Leggi altri commenti

Profilo del medico - Dr. Filippo Fassio

Dr. Filippo Fassio
Nome:
Filippo Fassio
Comune:
Firenze, Pistoia e Lucca
Professione:
Medico Chirurgo, Specialista in Allergologia ed Immunologia Clinica
Specializzazione:
Allergologia ed Immunologia Clinica, Dottore di Ricerca in Medicina Clinica e Sperimentale
Contatti/Profili social:
sito web facebook twitter linkedin
Domanda al medico
Dr. Fassio, quale allergia provoca prurito?
   
Strumenti Discussione



Adesso sono le 04:16 AM.




Powered by vBulletin® Version 3.8.7
Copyright ©2000 - 2019, vBulletin Solutions, Inc.
Content Relevant URLs by vBSEO 3.6.0 PL2

Per offrirti il miglior servizio questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni qui.

X