Connect With Us

Facebook Twitter Google Pinterest YouTube
Home > Salute: consigli del medico, esperienze dei pazienti > Psicologia e psicoterapie > Psicologia dello sviluppo infantile > problema con figlio adolescente
Segna Forum Come Letti

   

problema con figlio adolescente

citina
 

ciao a tutti,
sono una mamma un po' angosciata,ho un figlio di 16 anni,da circa due mesi non si riesce più a parlare con lui,è diventato molto cattivo,musone,per un niente scatta come una molla.
ho notato che ce là proprio con me,forse perchè sono l'unica in casa che riesce a tenergli testa,il fatto è che poi ha il potere di farti sentire in colpa,cioè lui è cosi per colpa mia,non perchè mi ha bestemmiato dietro ma perchè mi sono dimenticata di prendergli l'appuntamento dal parrucchiere(è solo uno dei piccoli casi che sono successi).
So che tutta la sua compagnia,compreso lui,bevono e fumano,ma ogni volta che cerco di parlare con qualche mamma i loro figli sono perfetti,bravi a scuola(il mio va a lavorare da novembre)vanno in chiesa(il mio no)fanno sport(al mio piacciono i motori).
Ho il terrore che stia facendo uso di droghe,ma se cosi fosse come si fa ad accorgesene?
Parlando con famiglie che hanno i figli già grandi diconoche è un passaggio molto critico per i ragazzi ma che poi si calmano.
é proprio cosi?e come posso fare per non essere in guerra tutti i giorni e avere in casa un figlio che solo con lo sguardo ti fulmina?
vi ringrazio fin d'ora

MIGLIOR COMMENTO
Aurigemma
controlli le sue parole:consideri che se in passato lo ha criticato, ora qualcosa che gli ricorda una umiliazione involontaria precedente lo farebbe scattare...osservi, ascolti, valuti, rispetti la dignità e liberta' e non si faccia pero' mancare di rispetto...,intervenga solo qunndo lo decide e non continuamente o mai...,
il periodo è quello che è ...,
se le basi sono buone poi si supera o ci vorra' un aiuto,
saluti e solidarieta'
__________________
Dr. Ciro Aurigemma
psicologo
www.psicologoromanord.com
Leggi altri commenti
swettina2
 

ciao citina,
mia madre sta vivendo una situazione analoga alla tua con mia sorella...
è una ragazza impulsiva e musona... sinceramente non so ke dirti...forse prendendolo con le buone, parlandogli senza alzare la voce e fargli sentire ke le sei vicino forse lo aiuterà a sbloccarsi e a calmarsi.
per quanto riguarda le droghe...prova a capire che ambienti frequenta, e che persone sopprattuto, e fagli capire che usando quelle sostanze non farà altro ke rovinare la sua vita...spero ke si risolva... un bacio e un'abbraccio.

 

Anche io proverei ad informarmi sulle sue amicizie. Non spiarlo però. Non controllare il cellulare. Cerca di prenderlo con le buone. E' un'età bastarda in cui tutti siamo passati.
Non puoi provare a convincerlo a riprendere gli studi? Magari scegliendo una scuola tecnica che gli faccia apprendere meglio il mondo dei motori che sono la sua passione?
Poi è vero. Parlando con gli altri sembra sempre che siano sempre migliori di noi. Agisci secondo il tuo istinto materno che difficilmente sbaglia.

 

si e' una brutta eta'... io ho perso mio nipote (figlio di
mia sorella) che aveva 16 anni...x overdose....
Agli inizi era cosi' come il tuo, musone, arrogante, sfuggente,
si chiudeva a chiave in camera e Dio solo sa cosa faceva li' dentro.
La compagnia lo ha cambiato ed inizialmente si limitava a fumare
qualche spinello, poi e' passato all'extasy e poi a bucarsi.
Se all'inizio sua mamma si era accorta dei buchi nelle braccia,
dopo non ha trovato + un segno.. sperava avesse smesso,
invece si bucava sotto le unghie dei piedi.
State vicine ai vostri figli anche se sono in questa bruttissima
fase. Io ne ho una di 5 anni, e spesso mi chiedo da grande
che strada prendera'.... lo so ci vuole ancora del tempo, ma quel
giorno e quell'eta' balorda arriveranno anche x lei....

xgeomax
 

Cara Citina...

Leggendo la tua confessione sono ripiombato in un'angoscia profonda: quella che ho vissuto qualche anno fa! Dio mio che brutta sensazione! Un parente adolescente a me molto caro aveva iniziato a manifestare questi comportamenti... In giro ho iniziato a ricevere più voci su presunte compagnie sbagliate, su probabile uso di droghe pesanti oltre al fumo che era ormai abitudine frequente... chi mi diceva che aveva già fatto il primo buco, chi no!

Non sapevo dove sbattere la testa! Ho dovuto inziare a fare l'investigatore privato... cercando di essere invisibile... un disastro... Col tempo si è tutto messo a posto per nostra fortuna! Le voci sul buco erano grazie a Dio infondate... superata quel tristissimo e angosciante periodo ora il soggetto (non posso essere troppo esplicito) si è reintegrato in una realtà normale e così possiamo dire che "il peggio sia passato".

L'approccio con queste esperienze e situazioni è sempre estremamente delicato... anche se il filo conduttore di tutte le patologie da dipendenza o da pseudodipendenza è il disagio interiore, familiare e/o sociale! C'è un'approfonditissima documentazione a riguardo... Quello che posso consigliarti è di contattare uno psicologo o un centro che tratta questi casi...

Naturalmente questo approccio vale se sei già a conoscenza di delicate verità... altrimenti puoi cercare di fare intervenire... come è successo con me... un parente non troppo stretto... un amico fidato... che non venga percepito da lui come salvatore... ma come "complice" delle sua abitudini, dei suoi pensieri... così da poter estrarre qualche informazione certa sia sulla effettiva condizione sociale in cui si trova ché sulla fase di avanzamento del suo "contatto" con sostanze illecite...

Tanti auguri! Spero dal profondo possa risoversi tutto al meglio!

... la ferita però rimarrà lo stesso

daniela78
 

Ciao,
non per dare una cattiva notizia, ma la stragrande maggioranza degli adolescenti fuma spinelli. Io non l'ho mai fatto, perché proprio non mi interessava, ma TUTTI i miei compagni di classe, chi più chi meno, chi aveva una famiglia dietro e chi non ce l'aveva, chi era di famiglia benestante e chi no, TUTTI si sono fumati qualche spinello, o si ubriacavano alle festicciole.

Io che non avevo nessun interesse per queste cose ero comunque musona, sempre arrabbiata, che scattavo come una molla, che odiavo i miei genitori, che rispondevo male e volevo solo stare per conto mio o meglio, con i miei amici, ma tanto i miei non mi facevano uscire praticamente mai e solo sotto controllo - tanto che mia madre si era convinta che mi drogassi (roba che non ho neanche mai fumato e bevuto, ma neanche una birra!), e il risultato è stato solo che li ho odiati ancora di più, una volta ho trovato mia madre che mi frugava nei cassetti in camera, giuro, sono andata via di testa. Magari prova a parlarci, ma non fare cavolate, perché non faresti che peggiorare la situazione.

Il discorso scuola - lavoro, sinceramente, a 16 anni può andare a fare il cameriere o l'apprendista da un meccanico, ma non molto altro. Se sono carriere che gli possono interessare, ben venga, sono comunque lavori onestissimi e anzi, sono convinta che un cameriere alla mia età (27 anni) guadagni ben più di me e lavori complessivamente di meno (ho una laurea e lavoro nella GDO come caporeparto). In compenso, il fatto di allontanarsi da certe compagnie gli potrebbe far bene, ma a patto che uscito dalla scuola non si ritrovi a casa senza far niente. Fagli capire che se smette di studiare lo fa per andare a lavorare perché non sarai tu a mantenerlo. Se si responsabilizza abbastanza, non dovrebbe fare grandi cavolate!

Dan

actarus.r
 

scusa citina.......

STAI MOLTO ATTENTA A QUELLO CHE FAI......ma fallo,con astuzia efurbizia....cambaimenti di umore del egnere sono casuti da uso di droghe,e non dagli spinelli.ATTENTA perche' oggi piu' di ieri gira una marea di roba pesante,tipo i TRIP o i CARTONI,chiamateli come volete......

attenta perche' ne vedo tanti ma tanti dai 16 ai 25 anni conciati da far schifo...

cerca di essere molto scaltra e se puoi fai fare il lavoro da qualcuno di fidato,furbo e profezzionale che lui non consoce per sapere che gente frequenta e che locali!!!

se scopri che ,pultroppo,potrebbe essere drogato da trip & C. cerca di NON prenderlo di petto,ma di fagli magari cambiare strada mandandolo in un'altro apese per almeno un anno con la scusa di studiare una lingua.......ma fai qualcosa!!!

daniela78
 

Ma dai...

a quell'età sono tutti lunatici, non è detto che si droghi. Io ero isterica con i miei eppure non mi sono mai fatta niente di niente. Indagare magari sì, ma senza farsi troppo pare!

Dan

citina
 

intanto vi ringrazio,e vorrei precisare una cosa e credo molto importante,oggi a mezzogiorno mio marito è andato a prenderlo al lavoro(lavora in una officina molto grande,sono in circa 15 operai,e lui è il più giovane)e ha cercato di parlare con uno dei capi e questo gli avrebbe detto che sono molto contenti di lui,non ha mai offeso nessuno,sempre puntuale e vedono questa grande passione per i motori(non gli è mai piaciuto andare a scuola,fin dalla prima elementare),e in più pare che loro stessi gli vogliano far fare un corso di circa 250 ore.
IO credo,e ripeto credo che non si tratti di far uso di qualche sostanza o meno perchè altrimenti anche sul lavoro sarebbe isterico,mi sto convincendo sempre di più che sia,come dire,che veda in mè un ostacolo,la persona che gli risponde e non ha paura di lui,dopo aver scritto oggi mi sono ricordata un particolare di quando avevo io 16 anni,fumavo spinelli,frequentavo ragazzi più grandi di me e mi ricordo un giorno in cui feci le valigie perchè volevo scappare di casa,poi ho sentito mia mamma entrare ed ho nascosto le valigie sotto al letto.
Che dire,è proprio difficile fare il genitore.

salutoni a tutti e buonanotte.

 

Citina, non voglio dire che tuo figlio faccia uso
di qualche sostanza particolare, ma è
solamente un consiglio, di stare attenta, di
non sottovalutare nulla xche' purtroppo e' un'eta'
pazzesca. io a 16 anni non ho mai fumato nulla, ma ero
anche io in**** col mondo e non sopportavo i miei
che mi controllavano sempre, non mi facevano uscire
ecc ecc.... a 18 anni mi sono messa con un pregiudicato
+ grande di me di 14 anni e l'ho anche sposato, ma dopo
16 anni e' finita ed ora ho una bimba di 5 anni che
lui quasi non conosce.....

actarus.r
 

saro' telegrafico

NON ESSERE BUONISTA e controlla comunque la situazione........

 

Non fatela spaventare così. Magari si è solo preso una cotta per una ragazzina che lo sta facendo ballare sulla corda e se la prende con sua mamma.

fantasia77
 

ma sì appunto... vabbè controllare un po'... ma non esageriamo!
Anche mia cugina era (e lo è abbastanza anche tuttora a 24 anni) un po' fuori di testa, scenate, urla pianti ....
tant'è che mia zia pensava quasi che fosse un'indemoniata
e mica si è mai drogata... (era fuori di testa di suo, al naturale)

Checa
 

"Non gli hai preso l'appuntamento dal parrucchiere"? non è che sto ragazzino è un pò viziatello? insegnagli l'arte dell'arrangiarsi... vuole tagliarsi i capelli "tesoro bello quello si chiama telefono componi il nr e prenota l'appuntamento!"... non gli hai mai chiesto se vuole continuare a studiare? potrebbe frequentare il serale dopo il lavoro... per i motori bè è un gusto come un'altro...
che faccia uso di droghe può essere più che probabile... soprattutto se passa le serate in discoteca e dalle reazioni poco socievoli che descrivi...

 

Citazione:
Citazione: Non fatela spaventare così. Magari si è solo preso una cotta per una ragazzina che lo sta facendo ballare sulla corda e se la prende con sua mamma.

Meglio essere un po' sull'attenti che lasciar fare e poi piangere
quando e' troppo tardi. Perdere il rispetto ad una mamma solo xche' si e' dimenticata di tel al parrucchiere mi sembra esagerato
anche x un ragazzino innamorato, no?

Citina meglio avere mille occhi ora ed essere tranquilla domani.
Questa fase passera' ma non trascurare nulla.

Leggi altri commenti
   
Strumenti Discussione



Adesso sono le 17:57 PM.




Powered by vBulletin® Version 3.8.7
Copyright ©2000 - 2020, vBulletin Solutions, Inc.
Content Relevant URLs by vBSEO 3.6.0 PL2

Per offrirti il miglior servizio questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni qui.

X