Connect With Us

Facebook Twitter Google Pinterest YouTube
Home > Salute: consigli del medico, esperienze dei pazienti > Dieta, alimentazione, sport e forma fisica > Dimagrire con la colazione giusta: cosa mangiare per essere in forma
Segna Forum Come Letti

   

Dimagrire con la colazione giusta: cosa mangiare per essere in forma

Paola Perria
 

Il primo pasto della giornata è indispensabile per attivare il metabolismo, guai a saltarla!

Fare la giusta colazione può aiutare a perdere peso e rimanere in forma

La prima colazione è un pasto fondamentale, anche per chi voglia dimagrire, eppure sono ancora tanti gli italiani che trascurano questo importante appuntamento della giornata, il primo con il cibo, preferendo saltarla a piè pari. Ebbene, si tratta di un errore strategico madornale, perché è proprio grazie alla prima colazione che ciascuno di noi mette in moto il proprio metabolismo e, conseguentemente, comincia a bruciare calorie. Vi sono svariate ragioni per cui, se ci pensiamo, è davvero assurdo pensare di uscire di casa per andare al lavoro, a scuola, o semplicemente per iniziare la giornata dopo il lungo digiuno notturno, a stomaco vuoto, o tutt’al più con in corpo solo un caffè.

Appena svegli siamo “scarichi”, necessitiamo di un pieno di carburante per rimetterci in moto e soprattutto per affrontare i nostri impegni fisici e mentali nel modo migliore. Come possiamo pensare che il nostro organismo “vuoto”, possa da solo trovare le energie vitali necessarie per dare il meglio di sé? Diciamo che una delle obiezioni tipiche è: “ma tanto devo dimagrire, se salto la colazione tanto meglio per me”. Nulla di più fasullo. Dobbiamo immaginare il nostro organismo come un orologio che va a fasi, diciamo che se non gli diamo la carica ogni mattina, funzionerà a singhiozzo e tenderà ad incepparsi.

Il metabolismo basale umano è “gestito” dalle ghiandole endocrine, in particolare dalla tiroide, ma non solo. In particolare esiste un ormone chiamato grelina, scoperto solo negli anni novanta del secolo scorso, che viene prodotto dal nostro stomaco e che regola il meccanismo fame/sazietà. A più alti livelli di grelina nel sangue corrisponde un maggior senso di appetito, e viceversa. Come facilmente intuibile, le persone in sovrappeso o obese tendono tutte ad avere alti livelli di questo ormone, cosa che impedisce loro di percepire il naturale senso di sazietà e smettere di mangiare.

Non casualmente, si tratta delle stesse persone che tendono a saltare la colazione e a “rifarsi” nei pasti successivi, introducendo molte più calorie rispetto al loro fabbisogno energetico. E’ chiaro il nesso? A stomaco vuoto – dopo tante ore senza cibo – il nostro organismo, che funziona ancora in modo “primordiale”, diciamo così, come quando il pericolo maggiore era quello di non riuscire a procurarsi abbastanza da mangiare per sopravvivere, si attiva per spingerci a colmare la lacuna energetica aumentando i livelli di grelina, e quindi il nostro senso di appetito.

Il risultato è che arriviamo all’ora del primo pasto, il pranzo, con una fame da lupi che ci spinge a mangiare molto più di quanto avremmo bisogno. Ma quando noi assumiamo la giusta razione calorica a colazione, prima di iniziare la nostra giornata, il livello di grelina si abbasserà, noi affronteremo pieni di energia e con mente perfettamente lucida i nostri impegni quotidiani arrivando all’ora di pranzo con un appetito moderato e non morti di fame. Secondo i nutrizionisti la prima colazione dovrebbe fornirci un apporto calorico pari a circa il 15-20% dell’intero fabbisogno giornaliero.

Ma cosa dovremmo mangiare nel primo pasto della giornata per stare bene e magari perdere anche qualche chilo? Dobbiamo costruirci un menù bilanciato in cui sicuramente non dovranno mancare le proteine in abbinamento ad una piccola quota di grassi: latte, ricotta e yogurt magri (salvo intolleranze, ma nel caso si possono sostituire con i derivati della soia), anche un uovo ogni tanto, vanno sicuramente benissimo.

I cereali sono un altro alimento indispensabile: in fiocchi o sotto forma di fette biscottate, biscotti o pane, meglio se integrali. La frutta fresca ci permette poi di fare il pieno di antiossidanti, di vitamine e di fibre che stimolano la motilità intestinale. Meglio sceglierla fresca e di stagione, eventualmente potrà anche essere sostituita da succhi o centrifugati, come la spremuta di arance, ad esempio. Infine, non scordiamoci che the e caffè sono perfetti per iniziare la giornata, sono ricchi di antiossidanti aiutano a dimagrire. Insomma, guai a saltare la prima colazione!

MIGLIOR COMMENTO
dietistapierantozzi
la colazione migliore è a basso indice glicemico e a base di frutta e verdura depurative, per non ostacolare i processi depurativi che hanno inizio durante il periodo notturno e perdurano fino alla tarda mattinata.
Perciò centrifugati di frutta abbinata a finocchi, carote, succo di limone o una spruzzata di zenzero restano sempre i più adatti (evitare la buccia della frutta proveniente da agricoltura non biologica).
Leggi altri commenti
alex73
 

...e se, come il sottoscritto, amate il thé ma vi procura bruciore di stomaco, ricordatevi che quello verde deteinato potrebbe fare al caso vostro!

Alessia Va
 

...oppure si possono bere anche delle tisane...
E attenzione alle spremute di agrumi se soffrite di mal di stomaco.
In particolare occorre fare attenzione alla arance, che per chi soffre di bruciori di stomaco e/o reflusso gastro esofageo, non vanno bene.
Meglio il pomplemo, che una volta arrivato nello stomaco, a differenza degli altri agrumi, ha una azione alcalinizzante e dunque anti acido.
Oppure altra frutta che può essere tranquillamente centrifugata o succhi di frutta preferibilmente non zuccherati.

Alessia Va
 

...e se parliamo di pompelmo, ricordiamoci che se assumiamo farmaci dobbiamo stare attenti...perché interferisce con il principio attivo.
Attenzione al succo di pompelmo: interagisce con molti farmaci - Altroconsumo

Apollonia
 

E' vero! Saltare la prima colazione non è buona cosa.
Personalmente non faccio uso di caffè o di the, però appena sveglia prendo una tazza di latte con un cucchiaino di miele(questo alle 6,30 del mattino, in sostituzione del caffè, altrimenti non mi sveglio). Verso le 8 mangio un biscotto integrale e uno yogurt, oppure un kiwi.
E sto bene fino al piccolo spuntino delle 11.
In ottobre ho incontrato una mia amica, dimagrita di 20 kili.
Non la vedevo da giugno e mi sono spaventata, pensando a qualche malattia.
Mi ha confessato di aver mangiato in maniera sana. Prima colazione al mattino. Niente abbuffate a pranzo e a cena, ma solo cibi essenziali, inframezzati da due spuntini, uno in tarda mattinata e uno nel pomeriggio.
Una sana alimentazione è alla base del benessere psicofisico.
E poi noi italiani partiamo con una marcia in più: la nostra preziosa dieta mediterranea.

Apollonia
 

Citazione:
Originariamente Inviato da Alessia Va Visualizza Messaggio
...e se parliamo di pompelmo, ricordiamoci che se assumiamo farmaci dobbiamo stare attenti...perché interferisce con il principio attivo.
Attenzione al succo di pompelmo: interagisce con molti farmaci - Altroconsumo

Alessia di ciò che hai scritto ne ho fatto esperienza in prima persona.
Ero una divoratrice di pompelmi in tutte le salse.
Ho dovuto eliminarlo dalla mia alimentazione perchè faceva a cazzotti con il betabloccante che dovevo assumere. Infatti questo farmaco che doveva tenere sotto controllo il mio cuore, non funzionava. Abbiamo capito dopo che la responsabilità era tutta del pompelmo.

Alessia Va
 

Ciao Apollonia.
Si. Il problema del pompelmo, poi, è che non si può neppure pensare di distanziare l'assunzione di questo frutto da quella dei farmaci. Infatti si è visto che il suo effetto di interferenza può arrivare fino alle 24h.
Dunque sarebbe proprio meglio astenersi dal consumarlo.

Giusto per informazione, gli agrumi non sono i frutti più ricchi in vitamina C.
I più ricchi in assoluto sono rosa canina e kiwi.

Apollonia
 

Citazione:
Originariamente Inviato da Alessia Va Visualizza Messaggio
Ciao Apollonia.
Si. Il problema del pompelmo, poi, è che non si può neppure pensare di distanziare l'assunzione di questo frutto da quella dei farmaci. Infatti si è visto che il suo effetto di interferenza può arrivare fino alle 24h.
Dunque sarebbe proprio meglio astenersi dal consumarlo.

Giusto per informazione, gli agrumi non sono i frutti più ricchi in vitamina C.
I più ricchi in assoluto sono rosa canina e kiwi.
Ciao Ale.
Peccato che interferisca negativamente con i farmaci il pompelmo (ottimo il rosa). Ma l'ho sostituito con il kiwi.

palladineve
 

Il succo (spremuta ) di pompelmo abbassa la pressione....okkio a chi soffre già di pressione bassa!!

flavio86
 

Per curiosità, quali sono le sostanze contenute nel pompelmo che causano effetti così visibili e vari? Io non ne avevo idea!

Alessia Va
 

Uh, Flavio, che domandina

Il pompelmo è una vera propria "fabbrica" di sostanze e funziona per moltissime cose (nel bene e nel male...come sempre occorre farne un buon uso a seconda di come stiamo e cosa stiamo facendo...)

La pressione la abbassa, e in generale previene e riduce il rischio cardiovascolare, in quanto molto ricco in potassio e in antiossidanti.
(chi ha la pressione bassa deve limitarne il consumo, ma per chi tende ad averla alta è un vero toccasana!).
Poi abbiamo un effetto notevole circa l'abbassamento del colesterolo, in quanto stimola l'attività epatica (e per questo è anche detossificante).
Poi è ricco di enzimi che sono curativi per lo stomaco e che attivano il metabolismo (per questo si dice, comunemente che è un "bruciagrassi").
E' drenante.
I semi del pompelmo sembrano essere antibiotici "naturali" molto potenti...

Al contempo ha invece effetti negativi come l'interazione con i farmaci.
Un po' tutto purtroppo.
Per esempio se si assumono antistaminici, nei periodi di allergie, il pompelmo conviene scordarselo o si rischia di vanificare tutto (esperienza personale di qualche anno fa'.... ).

Sarebbe un discorso infinito...un trattato sul pompelmo.

Vorresti sapere qualcosa in particolare?

flavio86
 

Citazione:
Originariamente Inviato da Alessia Va Visualizza Messaggio
Uh, Flavio, che domandina

Il pompelmo è una vera propria "fabbrica" di sostanze e funziona per moltissime cose (nel bene e nel male...come sempre occorre farne un buon uso a seconda di come stiamo e cosa stiamo facendo...)

La pressione la abbassa, e in generale previene e riduce il rischio cardiovascolare, in quanto molto ricco in potassio e in antiossidanti.
(chi ha la pressione bassa deve limitarne il consumo, ma per chi tende ad averla alta è un vero toccasana!).
Poi abbiamo un effetto notevole circa l'abbassamento del colesterolo, in quanto stimola l'attività epatica (e per questo è anche detossificante).
Poi è ricco di enzimi che sono curativi per lo stomaco e che attivano il metabolismo (per questo si dice, comunemente che è un "bruciagrassi").
E' drenante.
I semi del pompelmo sembrano essere antibiotici "naturali" molto potenti...

Al contempo ha invece effetti negativi come l'interazione con i farmaci.
Un po' tutto purtroppo.
Per esempio se si assumono antistaminici, nei periodi di allergie, il pompelmo conviene scordarselo o si rischia di vanificare tutto (esperienza personale di qualche anno fa'.... ).

Sarebbe un discorso infinito...un trattato sul pompelmo.

Vorresti sapere qualcosa in particolare?
Grazie Alessia, è solo curiosità visto che purtroppo non mi piace, quindi non mi viene in mente di consumarne...sarei curioso di sapere proprio quali sono le molecole che gli attribuiscono le varie proprietà, ma forse è un discorso troppo complicato...magari non ci capirei nemmeno molto!

Isabelle79
 

Che bel 3d!

Vi descrivo la colazione
che faccio da un po'di tempo
e con la quale, devo dire, mi trovo
molto bene:

yogurt bianco nel quale metto 2/3 cucchiaini
di frutta secca (pinoli, mandorle, noci, nocciole)
+ caffè d'orzo con miele e pane integrale.


(lo confesso: anche un quadratino di cioccolato fondente ).

TA79
 

scusate ma il latte coi biscotti può essere usato anche per chi come me vorrebbe perdere qualhce kg?

Leggi altri commenti
   
Strumenti Discussione



Adesso sono le 20:24 PM.




Powered by vBulletin® Version 3.8.7
Copyright ©2000 - 2019, vBulletin Solutions, Inc.
Content Relevant URLs by vBSEO 3.6.0 PL2

Per offrirti il miglior servizio questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni qui.

X