Connect With Us

Facebook Twitter Google Pinterest YouTube
Home > Salute: consigli del medico, esperienze dei pazienti > Dieta, alimentazione, sport e forma fisica > Insaccati e salumi: un rischio per la salute?
Segna Forum Come Letti

   

Insaccati e salumi: un rischio per la salute?

Paola Perria
 

Un nuovo studio mette in guardia dai pericoli collegati con il consumo di salumi e insaccati. Ma non demonizziamoli, semmai gustiamoli con moderazione

E chi l'ha detto che gli insaccati fanno sempre e comunque male?

Salame, mortadella, prosciutto crudo, salsiccia, coppa, speck... sono tutti alimenti che hanno molto in in comune. Stiamo parlando di salumi e insaccati, antichi come il mondo, o quasi, nati per permettere una lunga conservazione della carne in tempi in cui non esisteva il frigorifero. Oltre ad essere decisamente gustosi, anzi, in molti casi delle vere prelibatezze - soprattutto nella nostra Italia, in cui i salumi D.O.P. e I.G.P. abbondano - sono anche ingrediente fondamentale di molte ricette, imbottitura per il panino della merenda, antipasto classico e sicuro "salvacena" quando non abbiamo nulla in dispensa.

Gli insaccati piacciono a tutti, anche a chi non gradisce tanto il gusto della carne "in purezza", è difficile resistere al loro profumo, al semplice richiamo di una fetta di mortadella che si scioglie in bocca, o di salsiccia da accompagnare ad un buon bicchiere di vino rosso. Eppure, questi cibi della voluttà, sono di nuovo sotto accusa quali nemici giurati della nostra salute, in particolare di quella delle nostre coronarie. Secondo un recente studio internazionale pubblicato sulla rivista BMC Medicine, che ha sua volta raccolto i dati di una vasta ricerca sulla salute e le abitudini alimentari di uomini e donne tra i 35 e i 69 anni di 10 Paesi europei diversi, durata ben 13 anni, ad un massiccio consumo di carni lavorate e conservate (quindi salumi e insaccati) corrisponde un rischio di morte precoce superiore del 44%.

Una percentuale certamente allarmante, che, però, va presa con buon senso. Infatti coloro che sono davvero a rischio a causa della loro propensione per questo tipo di alimenti conservati, sono quelli che arrivano a consumarne fino 160 g al giorno. Se fate conto che una fetta di prosciutto pesa circa 15 g... avete anche più o meno idea della dieta sbilanciata di queste persone. Il problema legato ai salumi è che contengono molto sale, ovviamente grassi saturi e nitrati, tutte sostanze che di certo non fanno bene al cuore, che favoriscono l'obesità e le malattie collegate, senza contare i tumori come quello al colon, specialmente collegato con l'abuso di carni rosse.

Detto questo, non è bene mettere al bando speck, salsiccia&co, perché oltre alle sostanze succitate, questi ottimi cibi contengono proteine nobili e minerali che ci fanno bene, non si tratta certo di cibo-spazzatura. Quello che, semplicemente, dobbiamo imparare a fare, è limitarci a consumarne qualche fetta massimo due-tre volte a settimana, scegliendo salumi di ottima qualità, naturalmente. Infine, ridurremo ulteriormente i pericoli per la nostra salute seguendo una dieta bilanciata, possibilmente sul modello mediterraneo, ricca di frutta e verdura, di cereali (meglio se integrali), di ottimo pesce fresco, anche di lago, come le trote, e naturalmente di olio extravergine d'oliva quale condimento d'elezione. In questo modo non ci sentiremo in colpa se ci concederemo qualche peccato di gola ogni tanto...

MIGLIOR COMMENTO
sunny90
Certo che mette in guardia, ma in relatà dovremmo stare in guardia da tutti gli alimenti. Gran parte delle cose che mangiamo, se non tutte, sono contaminate da radiazioni e dallo schifo in cui abbiamo ridotto il nostro ambiente...altrimenti non si spiega come mai nelle ultime decadi ci sia una così forte incidenza di casi di tumori!!! Insomma evviva chi ha il suo orticello privato...
Leggi altri commenti
Alessia Va
 

Personalmente, se proprio non se ne può fare a meno, farei una a volta a settimana e non di più!

Ad ogni modo, l'articolo spiega molto chiaramente il grosso problema dei salumi: oltre chiaramente al sale e ai grassi saturi (nemici del cuore e della circolazione) I NITRATI.
Sono altamente cancerogeni.
Meglio, piuttosto, una bistecca di maiale (a parità di "fonte alimentare").


Buon pomeriggio!

Orex82
 

Il problema degli insaccati sono i nitriti!
Per parlare dei nitriti non possiamo non citare i nitrati.
I nitriti e i nitrati sono sali di azoto: i primi si ottengono da acido nitroso e i secondi da acido nitrico e sono sostanze composte da azoto (N) ed ossigeno (O).
Osservate le tabelle di composizione nutrizionale ed evitate cibi contenenti le sigle E249 ed E250 che identificano i nitriti (i nitrati, invece, dalle sigle E251 ed E252).
I nitrati di per sé sarebbero innocui se non fosse che possono trasformarsi in nitriti, ad esempio con un innalzamento del calore (ecco perché non andrebbero riscaldati i prodotti contenenti nitrati).
I nitriti vengono usati per conservare i cibi, ma sono cancerogeni ed estremamente tossici, specialmente nei bambini, in quanto provocano metaemoglobinemia (stato patologico che limita il trasporto dell’ossigeno tramite l’emoglobina) e talvolta anche il decesso (vi ricordate poco tempo fa la notizia di un decesso dovuto ad un’assimilazione eccessiva di nitriti in una persona che credeva di aver acquistato sorbitolo ed invece, per errore, erano state invertite le etichette al relativo contenitore?)!
Il Comitato Scientifico per l'Alimentazione della Commissione Europea ha valutato l'assunzione giornaliera accettabile di nitriti nell'ordine di 0,06 mg/kg di peso corporeo e di 3,7 mg/kg per i nitrati.
Tenete presente che i nitriti sono contenuti quasi ovunque nei prodotti conservati, carne in scatola, salumi, prosciutti e via discorrendo.

Ti può interessare anche...
Sogni caviglie e ginocchia più snelle, con capillari meno evidenti? Vuoi ridurre significativamente la ritenzione idrica?

Ecco per te il kit DUE MESI IN GAMBA, il percorso educazionale abbinato ai prodotti STASIVEN per le gambe, che saprà offrirti risultati sorprendenti a un PREZZO SUPER SCONTATO DEL 40%.

L'offerta comprende 4 confezioni di STASIVEN COMPRESSE e STASIVEN TOP + programma educazionale realizzato dagli esperti.

Gambe più sane ti aspettano. In soli due mesi!


Leggi altri commenti
   
Strumenti Discussione



Adesso sono le 02:58 AM.




Powered by vBulletin® Version 3.8.7
Copyright ©2000 - 2019, vBulletin Solutions, Inc.
Content Relevant URLs by vBSEO 3.6.0 PL2

Per offrirti il miglior servizio questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni qui.

X