Connect With Us

Facebook Twitter Google Pinterest YouTube
Home > Salute: consigli del medico, esperienze dei pazienti > Dieta, alimentazione, sport e forma fisica > Impariamo a leggere le etichette alimentari
Segna Forum Come Letti

   

Impariamo a leggere le etichette alimentari

Miky
 

Gentili utenti,

vi chiedo, cosa mangiate ogni giorno? sapreste definirlo con esattezza? Grassi saturi e dolcificanti nascosti in alimenti di bassa qualità sono più diffusi di quanti si creda.
Al fine di diffondere la reale informazione circa il quantitativo dei nutrienti contenuti negli alimenti, di seguito vi riporto 3 semplici REGOLE da seguire nel leggere l'etichetta del prodotto prima di acquistarlo:

Innanzitutto il produttore è obbligato per legge a pubblicare almeno le seguenti specifiche:
nome del prodotto
elenco degli ingredienti
quantitativo (peso netto/peso sgocciolato)
termini di scadenza
azienda produttrice
lotto di appartenenza
modalità di conservazione e eventualmente utilizzo


In generale, tante più indicazioni sono presenti sull'etichetta alimentare e tanto migliore sarà di conseguenza il giudizio alimentare su quel determinato prodotto.
E’ chiaro infatti che un prodotto di qualità verrà valorizzato dall’ azienda, la quale specificherà le sue proprietà nutrizionali, mettendo in risalto la natura e l'origine dei suoi ingredienti.

1.ordine di dicitura degli ingredienti

E’ bene sapere che l'ordine con cui gli ingredienti appaiono in etichetta non è casuale ma è regolato per legge,ovvero i vari nutrienti devono comparire per ordine decrescente di quantità. Ciò, significa che il primo ingrediente dell'elenco è più abbondante del secondo, che a sua volta è più abbondante del terzo e così via.
Di conseguenza controllando l'ordine degli ingredienti di due prodotti simili possiamo farci un'idea su quale dei due sia qualitativamente migliore.
Se per esempio nell'etichetta alimentare di due biscotti l'ordine di olio extra vergine di oliva e margarina è invertito è meglio scegliere quel prodotto in cui l'olio extra vergine di oliva compare per primo.

2. Peso del prodotto

Spesso il consumatore viene tratto in inganno dalle dimensioni della confezione. E' invece sempre opportuno valutare il peso netto del prodotto al di là del suo volume.


3. Immagine e spot pubblicitario della confezione

Spesso, se non quasi sempre, l’immagine raffigurante il prodotto commercializzato è raffigurante ‘’il benessere’’ (con relativo spot pubblicitario tipo ‘’resta in forma’’) e non rappresenta l’aspetto reale del prodotto stesso.
IMPORTANTE! Non fidatevi sempre delle diciture ‘’light’’ o ‘’senza zucchero’’, ma leggete sempre gli ingredienti del prodotto!
Infatti spesso sono presenti dolcificanti come l’aspartame (noto e studiato per i suoi effetti cancerogeni se assunto in dosi massicce), o ingredienti come ‘’sciroppo di glucosio’’ ‘’sciroppo di fruttosio’’, ecc.., che rendono comunque l’alimento zuccherato.


.Condivido inoltre, questi 2 video in cui il programma televisivo ''report'' non solo spiega il modo corretto di ''leggere un'etichetta'',ma apre anche un'inchiesta sul perchè molte note aziende non specificano in modo chiaro la quantità e la provenienza dei grassi contenuti all'interno dei propri prodotti.
Il concetto del ''una ogni tanto non fa male'' è ampiamente sfatato.
Leggere e comprendere le etichette alimentari dunque, resta l'unico mezzo che abbiamo per ''difenderci'' e prevenire problemi come obesità e patologie cardiovascolari.
Buona visione.

Grassi Vegetali (parte 1/2) - YouTube

Grassi Vegetali (parte 2/2) - YouTube

MIGLIOR COMMENTO
monia78
ecco, questa è una cosa molto utile a cui faccio sempre più attenzione, l'almentazione è troppo importante
Leggi altri commenti
TA79
 

a proposito stavo leggendo delle etichette su prodotti aproteici,premesso che non soffro di nefropatie ecc, ma avendo un familiare che ne soffre ho acquistato queste fette tostate ipoproteiche ora mi chiedevo se per evitare di mangiare alimenti ricchi di sale posso mangiarne qualcuna?
nelle etichette leggo questo:
proteine 0.1 per pezzo
carboidrati 5.6g
grassi 0.2gr
fbra alimentare 0.3 gr
minerali 0.1gr
di cui sodio 9.1mg
sale 22.8mg
potassio 3.9mg
calcio 26mgfosforo 5.2mg

visto che vorrei evitare di mangiare schifezze il pomeriggio,e vorrei perdere kg (facendo sport mangiando in modo corretto)potrei mangiare queste fette aproteiche?
grazie a chi mi risponderà..

FattoNaturale
 

Condivido in pieno, per diventare consumatori etici bisogna imparare a leggere le etichette.

Leggi altri commenti
   
Strumenti Discussione



Adesso sono le 17:10 PM.




Powered by vBulletin® Version 3.8.7
Copyright ©2000 - 2019, vBulletin Solutions, Inc.
Content Relevant URLs by vBSEO 3.6.0 PL2

Per offrirti il miglior servizio questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni qui.

X