Connect With Us

Facebook Twitter Google Pinterest YouTube
Home > Salute: consigli del medico, esperienze dei pazienti > Dieta, alimentazione, sport e forma fisica > Frutta Secca
Segna Forum Come Letti

   

Frutta Secca

Blu8
 

Buongiorno , sono un nuovo iscritto e , scrivo sul forum per un chiarimento riguardo la frutta secca ( in particolare mandorle, noci, nocciole e pistacchi), cibo di cui sono molto ghiotto. Da un paio di anni ne faccio un uso quotidiano nella mia alimentazione. Recentemente, ho anche deciso di mangiare più spesso cibi integrali, (pane, pasta, fette biscottate)
Da poco ho scoperto che nella frutta secca da me menzionata è presente l'acido fitico che è in grado di ridurre l’assunzione di calcio, ferro e zinco., corregetemi se sbaglio .Nonostante io adori la frutta secca non vorrei che questa impedisca l'assorbimento di vitamine e minerali importanti per il corpo. Solitamente mangio la frutta secca lontano dai pasti, salvo qualche volta in cui li consumo a fine serata.
Sapreste dirmi qualche consiglio su come comportarmi? Devo smettere di mangiare frutta secca o c'è qualche modo per continuare a farne uso riducendo il rischio di non assimilare calcio ferro e zinco?
Non so se l'acido fitico riguardi anche i semi di zucca, altro cibo che mangio quasi regolarmente
Sperando che qualcuno di voi mi sappia dare una risposta, auguro a voi tutti una buona domenica

MIGLIOR COMMENTO
cureprevenzionesalute.it
L'acido fitico è effettivamete una sostanza che, legandosi ai nutrienti formano sali insolubili (fitati e fitina), e pertanto ne limita l'assorbimento o l'utilizzo , in particolare di alcuni minerali (calcio, ferro, magnesio e zinco).
E' diffuso soprattutto nei cereali e nei legumi (nei semi e nelle parti fibrose), abbondanti nei cibi integrali e scarsi o assenti in quelli raffinati. Poichè i fitati vengono inattivati dal calore, dalla fermentazione e dell'ammollo prolungato, un classico metodo per migliorare la digeribilità dei legumi e ridurre fortemente le concentrazioni di acido fitico nell'alimento risulta quello di tenere dalla sera precedente i legumi in acqua prima della cottura, che comunque va protratta per diverse ore.
Leggi altri commenti
Blu8
 

Grazie per la risposta. Nel caso di mandorle, noci, e pistacchi come potrei quindi eliminare il problema? Potrebbe indicarmi una tecnica ?

Leggi altri commenti
   
Strumenti Discussione



Adesso sono le 03:18 AM.




Powered by vBulletin® Version 3.8.7
Copyright ©2000 - 2019, vBulletin Solutions, Inc.
Content Relevant URLs by vBSEO 3.6.0 PL2

Per offrirti il miglior servizio questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni qui.

X