Connect With Us

Facebook Twitter Google Pinterest YouTube
Home > Salute: consigli del medico, esperienze dei pazienti > Andrologia > Eiaculazione precoce - ansia da prestazione
Segna Forum Come Letti

   

Eiaculazione precoce - ansia da prestazione

Franclecce
 

eiaculazione precoce: salve, ho 24 anni e nell'ultimo periodo sto avendo problemi di eiaculazione precoce.. girando un pò su internet ho trovato questi 3 rimedi, mi dite quel'è il migliore secondo voi? c'è qualcuno che ne ha provato uno di questi?

1.Lo scopo della tecnica “stop and start” è l’allenare l’uomo al controllo dell’erezione per un certo periodo tempo, aumentando gradualmente la sua tolleranza sessuale: attraverso l’autostimolazione non continuata si cerca di ottenere un’erezione fermando la masturbazione prima di giungere all’eiaculazione e attendendo la diminuzione dello stato di eccitazione prima di ricominciare la masturbazione.
Gradualmente, ripetendo l’esercizio più volte per alcune settimane, si può aumentare la capacità di tolleranza all’eccitamento e superare il. È anche possibile coinvolgere la partner nell’esercizio, che può lei stessa stimolare il pene o, in un secondo tempo, aggiungere una difficoltà in più: la penetrazione senza sforzo, anch’essa interrotta prima dell’eiaculazione.

2. La tecnica “squeeze” consiste nel bloccare manualmente l’eiaculazione facendo pressione per alcuni secondi sul pene, tra la fine del glande e l’inizio del corpo del pene. Tale pressione comporterà una diminuzione dell’urgenza di eiaculare, talvolta accompagnata da una diminuzione della rigidità dell’organo, che potrà ritornare riprendendo la stimolazione.

3.Quello di diminuire la sensibilità del glande, ad esempio tenerlo con il glande scoperto negli slip per cercare avere maggiore controllo!!

Ne conoscete altri che funzionano??grazie mille!!!

MIGLIOR COMMENTO
Dr. Guglielmo Rottigni
Ciao Franclecce

Sia la tecnica "stop and go", sia lo "squeeze" funzionano piuttosto bene, pur presentando alcune difficoltà, perché presuppongono entrambe una buona capacità di comunicazione tra i due partner. Infatti, in entrambi i casi, il modo ottimale di procedere è che sia la partner a stimolare l'uomo (nel primo caso) e ad esercitare la pressione (nella seconda tecnica).
Nella tecnica dello squeeze, ad esempio, la pressione va esercitata dal pollice della donna sulla parte inferiore del glande, deve essere improvvisa e intensa (non deve aver paura di fare del male al partner; insomma dev'essere una stretta, non una carezza). Se la pressione la applica l'uomo, non è così efficace, perché l'uomo non riesce ad esercitare la pressione nel punto giusto.

In entrambi i casi, dato che sono sostanzialmente delle tecniche di esposizione, è fondamentale che gli esercizi vengano applicati nel contesto di un rapporto sessuale, non durante la masturbazione. Perché la situazione ansiogena non è data dalla masturbazione, ma dal rapporto sessuale con penetrazione.

Peraltro, solitamente, si consiglia (o addirittura si impone) ai due partner di astenersi per un certo periodo dai rapporti sessuali con penetrazione e dedicarsi assiduamente ad una "scoperta" del corpo, proprio e dell'altro/a, in modo da focalizzarsi pian piano sul piacere e non sulla prestazione, comprendere meglio le proprie sensazioni ed imparare a controllarle senza sforzo volontario, migliorare la comunicazione tra i due partner.

Diminuire la sensibilità del glande, per quanto ne so io, non serve a nulla. L'eiaculazione precoce non è, solitamente, dovuta ad ipersensibilità. Semmai può esserci un problema di interpretazione delle sensazioni. Cioè, se interpreto la sensazione di piacere che provo durante il coito come una sensazione preorgasmica, e associo a questa sensazione la convinzione che il coito debba necessariamente concludersi con l'orgasmo, allora sarà molto più facile che ogni minimo stimolo piacevole venga percepito come un "segnale", e seguito dall'orgasmo e dall'eiaculazione.

Spero di essere stato utile
Buona vita

Guglielmo
__________________
"Qual'è la definizione di "follia"? E' il ripetere continuamente la stessa azione, e aspettarsi un risultato diverso.
Se è così, tutti noi siamo folli".

Da: "Il denaro non dorme mai".

Dott. Guglielmo Rottigni
Psicologo
Ordine Psicologi Lombardia n° 10126
Leggi altri commenti
Franclecce
 

grazie mille Dottore dei consigli
credo proprio che il terzo metodo non lo terrò in considerazione e proverò con gli altri due...
...può darmi qualche altra info sulla tecnica squeeze?la pressione va esercitata sotto al glande o anche all'inizio del pene(tra i tescocoli e l pene)?alcuni siti portano anche questo metodo...
...se non risolvo andrò da uno specialista...ma credo che mi serva più un qualcosa che mi faccia essere più tranquillo prima e durante il rapporto(e questi metodi dovrebbero riuscirci)...senza le preoccupazioni che mi assalgono da dopo le ultime prestazioni un pò troppo veloci...
...grazie mille!!!!

Dr. Guglielmo Rottigni
 

La pressione va esercitata sotto al glande, dove la corona incontra il corpo del pene, con il polpastrello del pollice. E la pressione dev'essere forte.

Se prova a utilizzare questo metodo, probabilmente si accorgerà che le prime volte darà il segnale alla sua compagna un po' troppo presto. Non se ne preoccupi. Vada avanti. Se l'erezione cala, smettete per un po'. Poi riprovate.

Buona vita

Guglielmo

Franclecce
 

Salve Gent.issimo Dott.Rottigni,ho provato a praticare il metodo squeeze durante la masturbazione ma non vedo assolutamente risultati,nel senso che anche se esercito una forte pressione sotto al glande non noto rallentamenti di alcun tipo,nel senso che l'eiaculazione c'è come sempre,non riesco a frenarla...potrebbe essere un fatto soggettivo,nel senso che non funziona per tutti questo metodo o sbaglio io qualcosa?la pressione va esercitata sotto al glande, dove la corona incontra il corpo del pene ma da quale lato del pene?nel senso che la pressione va esercitata dal lato dove c'è il famoso "filo" o dall'altro lato?scusi se ho usato termini un pò diretti ma non so come esprimere questi concetti in termini diversi...
...provo anche a praticare la tecnica stop and go,sempre durante la masturbazione,dopo quanto tempo potrò avere risultati durante un normale rapporto sessuale?
grazie mille per le pazienza e per l'aiuto!!!
francesco.

Dr. Guglielmo Rottigni
 

Buongiorno Francesco.

In discussioni come queste i termiini devono essere diretti, quindi non si preoccupi dei termini che usa. Non siamo in chiesa.

La pressione va esercitata sotto il glande, in corrispondenza del "filo", come lo chiama lei. Quello è anche il punto più sensibile del pene ed è un po' l'equivalente della clitoride, quanto a sensibilità.

Tuttavia, e glie l'avevo detto, la tecnica va applicata nel corso di un rapporto sessuale con penetrazione. E ad applicarla dev'essere la sua compagna, non lei.

Idem per la tecnica "stop and go". Non si tratta di tecniche pensate per il "fai da te", ma di tecniche da applicare in coppia. Anche perché l'eiaculazione precoce, se non è dovuta a problemi fisiologici, è un problema della coppia, non di una persona.

Mi faccia sapere come va.

Buona vita

Guglielmo

simo91.scsc
 

ciao a tutti!
è da un bel pò che non faccio visita su questo forum, purtroppo sono spesso incasinato..vabbè..
comunque vorrei esporvi direttamente il mio problema.
sono circonciso da 4 mesi, con circoncisione totale, soffrivo di ipersensibilita al glande, ma adesso tutto apposto, nessu problema di ipersensibilità..
il problema che mi fa "incazzare" un bel pò e mi da anche molta reoccupazione è la durata dei miei rapporti.
nonostante uso i ************ ritardanti non riesco a trattenere l orgasmo oltre i 20 secondi di rapporto! o in generale non riesco a trattenere oltre le 10 o 20 spinte..
e sapete qual è l unico modo per poter fare sesso decentemente co la mia ragazza??
putroppo sono costretto a farmi masturbare durante i preliminari, una volta masturbato mi riposo un pò per cercare di riavere un erezione e una volta che arriva l erezione penetro nella vagina iniziando a fare sesso..(durando cosi anche mezz ora)..

voi penserete che è un buon metodo..in fondo non è cosi..
perchè purtroppo devo fare uno sforzo immane a penetrare massimo 5 minuti dopo un orgasmo..l erezione me la devo sudare..e se pure mi viene facilmete non sara mai una massima erezione..le dimenzioni sono piu ridotte di un normale pene in erezione..e quindi la faccio godere meno del normale a causa del fatto che non ho una mazza bella dura ma sono un pene in "mezza erezione"..

io a questo punto so che mi direte di andare ad un urologo..
ma vorrei evitare sinceramente..
avete in mente metodi naturali, magari esercizi, anche faticosi, per risolvere il problema dell eiaculazione precoce?
oppure conoscete qualche crema da spalmare sul gande ad esempio..o qualche altro farmaco??

grazie

Mynib
 

Ciao Simo !

ho messo qua la tua discussione ...


come sai io non posso darti dei consigli validi ... ma mi sembra che in questa discussione qualcosa di interessante ci sia no ?


facci sapere come va

simo91.scsc
 

si è abbastanza interessante,
il problema è che, come dice il dott rottigni, gli esercizi si fanno in coppia drante l atto sessuale, non con auto-masturbazione.
e io sinceramente vorrei estraniare la mia ragazza del problema dell eiaculazione precoce..
come avrete capito lei non si è accorta del problema, perchè bene o male riesco sempre in qualche modo a prolunare i rapporti sulla mezz ora, anche tre quarti d ora, grazie a delle penetrazioni "multiple"..
il metodo dello strep dis o come si chiama lui l ho provato un bel pò di volte, da solo naturalmete, però diciamo che una volta interrotta l eiaculazione bastavano soli 5-6 su e giù per rischiare di avere n altra eiaculazione e quindi mi dovevo fermare molto spesso..

ah, un altra cosa..
di solito nella prima penetrazione provo a bloccare l eiaculazione quando mi rendo conto che sto per arrivare fermandomi completamente..solo che il glade rimane piu sensibile del solito e quindi bastano 2-3 spinte per arrivare..

è una situazione impossibile!

simopre
 

Citazione:
Originariamente Inviato da Mynib Visualizza Messaggio
Ciao Simo !

ho messo qua la tua discussione ...


come sai io non posso darti dei consigli validi ... ma mi sembra che in questa discussione qualcosa di interessante ci sia no ?


facci sapere come va

benissimo

superlion76
 

salve a tutti
anch io come voi soffro di eiaculazione precoce e quando stavo con la ragazza di turno se ero iper eccitato bastava 1 bacio appassionato x venire nelle mutande!
altrimenti me ne venivo da solo facendo i preliminare o al max appena effettuata la penetrazione!si ank io alla fine usavo la prima masturbazione prima del rapporto ma nn è 1 cosa ke risolve il problema!
fortuna ke ho avuto sempre donne comprensive e nn mi hanno mai fatto pesare la cosa anzi dicevano ke era tanto il mio amore ke nn lo controllavo ehehe e mi confortavano ma poi il rapporto si è sempre concluso normalmente facendo raggiungere l orgasmo ad entrambi!
come ho risolto il problema??
1 andando dall andrologo ke mi diede 1 farmaco a base di paroxetina(è1antidepressivo) e vi dirò ke funziona a meraviglia! io ke me ne venivo da solo ,finalmente potevo decidere io quando "venire"! e nn vi dico ke gioia nel vedere che la mia donna veniva prima di me !sono rinato credetemi!!!
pero è 1 farmaco che vi deve consigliare il dottore andrologo con dose e tempi,nn potete prenderlo x sempre altrimenti il fisico si abitua e perde di efficacia!
un altra cosa ke mi ha aiutato molto contro questo problema sono stati gli esercizi di kegel ke consistono nel contrarre e rilassare, secondo determinate modalità e sequenze, i muscoli pubococcigei, che si possono facilmente individuare sforzandosi di interrompere il flusso urinario durante la minzione. Una volta individuato il muscolo responsabile dell'interruzione del flusso dell'urina, si può continuare a esercitarlo anche in qualsiasi altra circostanza e momento della giornata, mediante ripetizioni più o meno frequenti e durature, con contrazioni più intense o più dolci, facendo brevi pause fra una contrazione e l'altra.
quindi vi do 1 consiglio da amico:
1:iniziate con questi esercizi contraendo i muscoli puboc.(senza esagerare ,se avvertite male fermatevi, fatelo 3 volte al dì ,potete farlo in auto mentre andate al lavoro,a tavola,ecc. nn è difficile ma dovete perseverare,nn bastano 3-4gg x avere ottimi risultati)
2:se i sopracitati esercizi vi aitutano ma nn del tutto allora vi consiglio come ultima spiaggia l andrologo!
ciao spero di esservi stato d aiuto!!!

simo91.scsc
 

certo! sei stato d aiuto superlion.. hai detto tutto..e spiegato chiaramente la situazione..
la cosa che mi conviene fare adesso è una..
farmi visitare da un urologo.

a proposito..
conviene che mi faccio visitare da un andrologo o da un urologo?
o è la stessa cosa?

io ho un urologo di fidcia..
ma non so se a questo punto è indispensabile un andrologo.

superlion76
 

L'urologia è una branca specialistica medica e chirurgica che si occupa delle patologie a carico dell'apparato genito-urinario, cioè reni, ureteri, vescica, prostata, organi genitali esterni.

L'andrologia è la branca della medicina che focalizza i propri studi sulla salute maschile, con particolare riferimento alle DISFUNZIONI dell'apparato riproduttore e urogenitale. È la controparte della ginecologia, la scienza che si occupa invece delle disfunzioni tipiche femminili.
SE conosci 1 urologo senti da lui al max ti indirezzerà dall andrologo x esami piu specifici
a me il mio dottore di base mi mandò direttamente dall andrologo!
e mi raccomando fai quelgli esercizi,vedrai ke miglioramenti poi mi dirai!
ciao

Paolo1975
 

Simo, questo problema potrebbe essere dovuto anche a frenulo corto, hai mai fatto una visita andrologia o urologica?

eventualmente esiste un'operazione molto semplice, per risolvere il problema (frenuloplastica)


Citazione:
Originariamente Inviato da simo91.scsc Visualizza Messaggio
si è abbastanza interessante,
il problema è che, come dice il dott rottigni, gli esercizi si fanno in coppia drante l atto sessuale, non con auto-masturbazione.
e io sinceramente vorrei estraniare la mia ragazza del problema dell eiaculazione precoce..
come avrete capito lei non si è accorta del problema, perchè bene o male riesco sempre in qualche modo a prolunare i rapporti sulla mezz ora, anche tre quarti d ora, grazie a delle penetrazioni "multiple"..
il metodo dello strep dis o come si chiama lui l ho provato un bel pò di volte, da solo naturalmete, però diciamo che una volta interrotta l eiaculazione bastavano soli 5-6 su e giù per rischiare di avere n altra eiaculazione e quindi mi dovevo fermare molto spesso..

ah, un altra cosa..
di solito nella prima penetrazione provo a bloccare l eiaculazione quando mi rendo conto che sto per arrivare fermandomi completamente..solo che il glade rimane piu sensibile del solito e quindi bastano 2-3 spinte per arrivare..

è una situazione impossibile!

Ettorù
 

SuperLion76, ti quoto al 100%... gli antidepressivi, tutti, hanno questo effetto miracoloso..... Ma ti dò un'altra buona notizia, se sei in coppia e tranquillo, dopo un certo numero di mesi potrai sospenderli e rimanere "controllato". Si crea un circolo virtuoso tra i "successi", la familiarità affettuosa con la partner e il farmaco, che abbatte l'ansia risolvendo definitivamente il problema.

Leggi altri commenti
   
Strumenti Discussione



Adesso sono le 02:40 AM.




Powered by vBulletin® Version 3.8.7
Copyright ©2000 - 2019, vBulletin Solutions, Inc.
Content Relevant URLs by vBSEO 3.6.0 PL2

Per offrirti il miglior servizio questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni qui.

X