Connect With Us

Facebook Twitter Google Pinterest YouTube
Home > Salute: consigli del medico, esperienze dei pazienti > Oculistica > Informazioni e news in oculistica > L'oculista che vorrei
Segna Forum Come Letti

   

L'oculista che vorrei

Dr. Antonio Pascotto
 

Cari amici,

Abbiamo deciso di aprire questo spazio per avere dei suggerimenti su come vorreste che fosse la nostra assistenza professionale.

Esprimetevi liberamente (nei limiti del buon senso ), per aiutarci a migliorare la nostra attività sia nel mondo virtuale sia, soprattutto, nei nostri ambulatori reali e nelle nostre sale operatorie.

Saluti a tutti!

__________________
Centro Oculistico Pascotto
Tel. 081 554 2792
MIGLIOR COMMENTO
Dr. Antonio Pascotto
Caro Nicola,

Le ho risposto nell'apposita sezione dedicata alle lenti fachiche. Ecco il link: http://www.forumsalute.it/community/...hiche_128.html

Buona giornata!
__________________
Centro Oculistico Pascotto
Tel. 081 554 2792
Leggi altri commenti
Nico2010
 

Buonasera dott. Pascotto,
scrivo dalla provincia di Verona per chiederle un consiglio in parte attinente, credo, con questa discussione.
Soffro di miopia elevata (-15 e -14) e da diversi mesi (forse anni) cerco di informarmi sull'intervento con inserimento di IOL.
Il mio oculista, che mi segue da 20 anni, ogni volta che gli chiedo informazioni (tipicamente ogni 6 mesi in sede di controllo periodico che eseguo da anni scrupolosamente) mi dice che si possono si fare ma che, considerata la mia eta' di 40 anni, e' meglio che aspetti circa 10 anni in quanto dovro', data la miopia elevata, certamente sostituire il cristallino ed in quella sede si fara' tutto.
Premesso che, nonostante l'elevata miopia, almeno per quanto mi e' sempre stato riferito i mie occhi stanno bene, la pressione e' nella norma e la retina addirittura come quella di un miope da -4/-5, Le chiederei una valutaizone su tale indicazione: vale davvero la pena che attenda altri 10 anni e non proceda quindi con una IOL fachica ?
Le chiedo questo consiglio, con magari qualche altra indicazione sul tipo di intervento che penserebbe di indicarmi, in quanto a 30 anni mi si diceva che io non potevo usufruire del laser (dato l'evelato grado) e che avrei dovuto aspettare i 40 anni per avere la certezza della stabilita' (raggiunta) e quindi inserire una "lentina" come veniva definita: ora pero' ho raggiunto i 40 anni e mi si dice di aspettare i 50...
Viste le grandi attestazioni di soddisfazione di alcuni suoi pazienti, non vorrei dover arrivare a 60/70 anni per recuperare una qualita' di vista e quindi di vita ottima e...aver poco tempo per sfruttarla !
La ringrazio e la saluto cordialmente.
Nicola

Nocturnaaura
 

L'oculista che vorrei, per fortuna credo proprio di averlo trovato.
E' paziente, professionale, meticoloso, forse solo un po' troppo restio a dare spiegazioni. Mi spiego meglio. Soffro di problemi alla vista fin da bambina, niente di particolarmente grave, ma una serie di fastidi cronici che mi portano ad essere seguita costantemente. Dopo una paresi facciale ho iniziato ad andare dal mio attuale oculista e, da allora, non ho mai sentito la necessità di sentire un secondo parere (cosa che faccio spesso con altre patologia). Il suo pregio principale credo sia la continua ricerca del miglio stato di salute in senso generale e non strettamente oculistico. Dopo avermi diagnosticato la sindrome dell'occhio secco, ad esempio, mi prescrisse gli esami tiroidei ed anche una risonanza per vedere se un'eventuale deviazione del setto nasale avesse causato la chiusura del dotto lacrimale. E' grazie a lui che ho scoperto di soffrire di ipotiroidismo e da allora mi sto curando. Ho fatto esempi pratici e personali solo per meglio esprimere quello che credo sia il principale pregio del mio oculista: la costante attenzione ad uno stato di salute il più completo possibile, in relazione a patologia anche non strettamente oculistiche. L'unica pecca, ma penso che sia dovuto al fatto che mi considera ancora un po' una bambina in relazione alla sua età, è che tende a non spiegare la patologie che mi riscontra. Solitamente si limita a dire "non c'è da preoccuparsi, è risolvibile". Quello che mi piacerebbe è invece un oculista che, dopo aver sciorinato una lunga serie di termini tecnici, si soffermasse un po' di più a spiegane il significato. Per come sono fatta io, quando si presenta un problema, ho bisogno di conoscerlo in tutte le sue sfaccettature, per poterlo affrontare al meglio. Non conoscere gli eventuali rischi, mi spaventa di più che l' ipotesi di una grave patologia. Quando, ad esempio, mi fece fare la florangiografia e il test per l'HLB27 senza dirmi cosa sospettava potessi avere, ero davvero terrorizzata e, lo confesso, ho fatto il terribile errore di cercare più informazioni possibili su internet. Non avendo trovato subito questo forum, lessi notizie spaventevoli e contraddittorie e affrontai la cosa nel peggiore dei modi. Riassumendo, credo che le doti principali, siano: meticolosità nella diagnosi, professionalità e continuo aggiornamento, interdisciplinarità e ottima comunicazione. Mi scuso per essermi dilungata, ma l'argomento mi sta a cuore

Dr. Antonio Pascotto
 

Cara Nocturnaura,

La ringraziamo molto per il Suo contributo. Faremo tesoro delle Sua parole per offrire un'assistenza adeguata sia dal punto di vista professionale sia dal punto di vista umano.

Buona giornata!

__________________
Centro Oculistico Pascotto
Tel. 081 554 2792
siravoduilio
 

Carissima,
le sue parole:"meticolosità nella diagnosi, professionalità e continuo aggiornamento, interdisciplinarità e ottima comunicazione",centrano perfettamente quello che dovrebbe essere l'essenza dell'essere "medico",io aggiungerei anche un buon grado di "umanità" peer mettere sempre in primo piano la persona,ogni volta differente,e non solamente la PATOLOGIA e la successiva sua interpetrazione!!
Un caro saluto,auguri,e BUONA VITA!!!!

billy82
 

secondo me l'oculista ideale (come il medico professionista ideale) è quello che non ti fa pesare il fatto che dopo di te ci sono altre 10 persone e vieni trattato come uno dei tanti...secondo me un atteggiamento più "dialettale" e "personale/aperto" con il paziente non guasterebbe...cioè sarebbe bello avere un professionista veramente sacente nella sua materia con l'atteggiamento e la dialettica del medico di base...spero di essermi spiegato e di non aver troppo generalizzato

romeo84
 

Meglio che non scrivo come la penso, se no mi becco che denuncia ...

Dr. Antonio Pascotto
 

Grazie, Billy, per il Suo contributo. Cercheremo di fare tesoro dei Suoi consigli.

Romeo 84, presumibilmente Lei non ha avuto esperienze "gradevoli" con qualche collega (o, perché no, anche con il sottoscritto), ma questo spazio può essere proprio l'occasione per aiutarci a capire meglio le vostre esigenze. Noi tutti, in diversi ambiti, "crediamo" di fare bene, ma solo dal confronto aperto può nascere l'opportunità di scoprire anche i nostri limiti ed i nostri difetti. Questa discussione, poi, non si basa su ciò che accade, ma su ciò che si desidererebbe che accadesse, nei limiti del buon senso.

Buon anno a tutti!

__________________
Centro Oculistico Pascotto
Tel. 081 554 2792
romeo84
 

Citazione:
Originariamente Inviato da Pascotto Visualizza Messaggio
Romeo 84, presumibilmente Lei non ha avuto esperienze "gradevoli" con qualche collega (o, perché no, anche con il sottoscritto), ma questo spazio può essere proprio l'occasione per aiutarci a capire meglio le vostre esigenze. Noi tutti, in diversi ambiti, "crediamo" di fare bene, ma solo dal confronto aperto può nascere l'opportunità di scoprire anche i nostri limiti ed i nostri difetti. Questa discussione, poi, non si basa su ciò che accade, ma su ciò che si desidererebbe che accadesse, nei limiti del buon senso.

Buon anno a tutti!
La penso come Billy. Vorrei più disponibilità, cortesia, gentilezza, deve instaurarsi lo stesso rapporto tra paziente e psicanalista (anzi forse maggiore). Le dico questo perchè spesso un problema di salute scatena disturbi e disagi che hanno caratteristiche rientranti nell'area della psicologia (ansia, angoscia, timore, dubbi ecc ecc). E' per questo, allora, che l'oculista (o il medico in generale) deve essere non solo un cultore della materia (saccente o meno non fa differenza, basta che sia bravo e non tutti lo sono!) ma soprattutto uno "psicologo" capace di capire il paziente/cliente, ascoltarlo, consigliarlo, assecondarlo, metterlo a suo agio.
Sapete meglio di me, inoltre, quanto a volte la sicurezza, la serenità, la fiducia nelle qualità del medico incidano sulla buona riuscita dell'intervento o della terapia. Lo stato d'animo del paziente è importante e vi posso assicurare che non sono tutti delle "spugne" insensibili, ma c'è anche chi con una risposta un pò "snob", un comportamento particolare del medico, possa già sentirsi ferito o turbato.
Non ho avuto modo di conoscervi e non so se condividete questo pensiero, ma posso dirvi che un vostro carissimo collega non mi è assolutamente piaciuto dal punto di vista umano (per quanto lo stimi per competenza e professionalità). So che non lo fa di proposito (è proprio il suo stile), ma non mancherò, nelle prossime occasioni (specie se i risultati non saranno soddisfacenti) di farglielo presente in modo che possa, col tempo, migliorarsi ...

siravoduilio
 

io penso che abbia detto una serie di cose pienamente condivisibili!!!

Dr. Antonio Pascotto
 

Citazione:
Originariamente Inviato da romeo84 Visualizza Messaggio
La penso come Billy. Vorrei più disponibilità, cortesia, gentilezza, deve instaurarsi lo stesso rapporto tra paziente e psicanalista (anzi forse maggiore). Le dico questo perchè spesso un problema di salute scatena disturbi e disagi che hanno caratteristiche rientranti nell'area della psicologia (ansia, angoscia, timore, dubbi ecc ecc). E' per questo, allora, che l'oculista (o il medico in generale) deve essere non solo un cultore della materia (saccente o meno non fa differenza, basta che sia bravo e non tutti lo sono!) ma soprattutto uno "psicologo" capace di capire il paziente/cliente, ascoltarlo, consigliarlo, assecondarlo, metterlo a suo agio.
Sapete meglio di me, inoltre, quanto a volte la sicurezza, la serenità, la fiducia nelle qualità del medico incidano sulla buona riuscita dell'intervento o della terapia. Lo stato d'animo del paziente è importante e vi posso assicurare che non sono tutti delle "spugne" insensibili, ma c'è anche chi con una risposta un pò "snob", un comportamento particolare del medico, possa già sentirsi ferito o turbato.
Non ho avuto modo di conoscervi e non so se condividete questo pensiero, ma posso dirvi che un vostro carissimo collega non mi è assolutamente piaciuto dal punto di vista umano (per quanto lo stimi per competenza e professionalità). So che non lo fa di proposito (è proprio il suo stile), ma non mancherò, nelle prossime occasioni (specie se i risultati non saranno soddisfacenti) di farglielo presente in modo che possa, col tempo, migliorarsi ...
Grazie.

__________________
Centro Oculistico Pascotto
Tel. 081 554 2792
siravoduilio
 

Sono tutte cose ampiamente condivisibili!!

adlane
 

Gentili Dottor pascotto,
ho 36 anni e riporto qui sotto gli ultimi risultati del controllo fatto a fine ottobre 2010, vorrei sapere se si può ricorrere a qualche soluzione per migliorare la vista. il medico del fatebenefratelli di milan , mi ha detto che non c'era nulla da fare e ciò mi ha sconvolto. uno dei disagi maggior che trovo è la guida notturna soprattutto mi dà molto fastidio e mi fa sentire molto insicuro.

Amblipia OS
Trattamenti laser ************ OS
OOSA: in quiete

ODV: 8/10 csl nm
OSV: 1-2/10 cls nm

OOT: 14 mmhg

ODF: coroidosi miopica, degenerazione " a palizzata" inferiore, retina in piano
OSF : esiti trattamenti laser, coroidosi miopica, retina in piano

Leggi altri commenti

Profilo del medico - Dr. Giacomo Sanfelici

Dr. Giacomo Sanfelici
Nome:
Giacomo Sanfelici
Comune:
Pietra Ligure
Provincia:
SV
Azienda:
Ambulatorio Medico Chirurgico Vìsus
Specializzazione:
Oftalmologia
Contatti/Profili social:
sito web
Domanda al medico
Dr. Sanfelici, l'intervento di cataratta è consigliato a qualunque età, sia che si tratti di un anziano o un giovane, oppure ci sono limitazioni e rischi?
   
Strumenti Discussione



Adesso sono le 02:25 AM.




Powered by vBulletin® Version 3.8.7
Copyright ©2000 - 2019, vBulletin Solutions, Inc.
Content Relevant URLs by vBSEO 3.6.0 PL2

Per offrirti il miglior servizio questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni qui.

X