Forum | ForumSalute.it

Forum | ForumSalute.it (https://www.forumsalute.it/community/index.php)
-   Informazioni e news in oculistica (https://www.forumsalute.it/community/forum_230_informazioni_e_news_oculistica_1.html)
-   -   Il calo della vista influenza le attività quotidiane e riduce la sopravvivenza (https://www.forumsalute.it/community/forum_230_informazioni_e_news_oculistica/thrd_221009_il_calo_della_vista_influenza_le_attivita_quotidiane_e_riduce_la_sopravvivenza_0.html)

Dr. Antonio Pascotto 24-08-2014 11:21 AM

Il calo della vista influenza le attività quotidiane e riduce la sopravvivenza
 
Il calo della vista può influenzare negativamente la capacità degli anziani di svolgere normali attività della vita quotidiana, come usare il telefono, fare shopping o dedicarsi ai lavori domestici, che sono tutte misure della capacità di un individuo di vivere in modo indipendente. La questione è particolarmente importante perché, quando non si è in grado di svolgere una vita autonoma, aumenta anche il rischio di morte.

La compromissione visiva può avere effetti negativi sulla salute fisica e psico-sociale di una persona. Ad essa, poi, sono associate molte alterazioni funzionali che riguardano la salute generale.

Sono stati utilizzati i dati del Salisbury Eye Evaluation per stabilire quanto la riduzione dell'acuità visiva possa aumentare il rischio di morte a causa dei suoi effetti funzionali nel tempo. Lo studio ha incluso 2.520 adulti anziani (65-84 anni) dal settembre 1993 al luglio 2003. I partecipanti allo studio sono stati ricontrollati dopo 2, 6 e 8 anni dalla valutazione iniziale.

Il declino dell'acutezza visiva nel corso del tempo è stato associato ad un aumentato rischio di mortalità, cui ha contribuito la ridotta autonomia legata al deficit visivo. Gli individui che hanno sperimentato difficoltà crescenti nelle attività quotidiane hanno avuto un incremento del rischio di mortalità che aumentava del 3 per cento ogni anno, fino ad arrivare al 31 per cento al termine del periodo di studio di 8 anni.

I risultati dello studio hanno molteplici implicazioni. In primo luogo, questi dati rafforzano la necessità di una prevenzione primaria delle cause che possono determinare una compromissione visiva irreversibile (es. glaucoma, degenerazione maculare). Inoltre, sono raccomandati controlli periodici per poter eseguire una diagnosi precoce delle malattie degli occhi più gravi, per poter applicare, all'occorrenza, tempestivi trattamenti terapeutici. Non meno importante è considerare il fatto che molte persone vivono con compromissioni visive che sono correggibili semplicemente con adeguati occhiali o lenti a contatto: l'importante è esserne consapevoli, per poter ottenere l'adeguata prescrizione! Quando, invece, non si può fare molto per migliorare la vista dei pazienti, è fondamentale offrire a costoro il giusto supporto, per consentire la migliore autonomia possibile o per assisterli nelle attività quotidiane.


Approfondimenti: Come cambia la vista con gli anni


Adesso sono le 20:42 PM.

Powered by vBulletin® Version 3.8.7
Copyright ©2000 - 2020, vBulletin Solutions, Inc.
Content Relevant URLs by vBSEO 3.6.0 PL2