Connect With Us

Facebook Twitter Google Pinterest YouTube
Home > Salute: consigli del medico, esperienze dei pazienti > Oculistica > Informazioni e news in oculistica > Vitrectomia con peeling della MLI vs chirurgia tradizionale per foro maculare
Segna Forum Come Letti

   

Vitrectomia con peeling della MLI vs chirurgia tradizionale per foro maculare

Minerva75
 

Vitrectomia con peeling della membrana limitante interna versus nessun peeling per foro maculare idiopatico a tutto spessore

http://4.bp.blogspot.com/-KrdstRjkSs...acularHole.jpg

L’obiettivo di uno studio è stato quello di verificare se il peeling della membrana limitante interna ( ILM ) sia in grado di migliorare i risultati anatomici e funzionali della chirurgia per foro maculare a tutto spessore ( FTMH ) rispetto alla tecnica senza peeling.

È stata effettuata una revisione sistematica e una meta-analisi dei dati dei singoli partecipanti ( IPD ) con foro maculare a tutto spessore, idiopatico, di stadio 2, 3 e 4, sottoposti a vitrectomia con o senza peeling della membrana limitante interna.

L’intervento di chirurgia del foro maculare ha compreso vitrectomia e endotamponamento con gas con o senza peeling della membrana limitante interna.

L'esito primario era la migliore acuità visiva corretta a distanza ( BCdVA ) 6 mesi dopo l'intervento.
Gli esiti secondari erano BCdVA a 3 e 12 mesi; migliore acuità visiva corretta da vicino ( BCnVA ) a 3, 6 e 12 mesi; chiusura del foro maculare primaria ( dopo un unico intervento chirurgico ) e finale ( dopo più di 1 intervento ); necessità di ulteriori interventi chirurgici; complicanze intraoperatorie e postoperatorie; risultati riferiti dai pazienti ( PRO ) ( EuroQol-5D e punteggi Vision Function Questionnaire-25 a 6 mesi ); e costo-efficacia.

Sono stati identificati e inclusi nella revisione e meta-analisi 4 studi randomizzati e controllati; i dati dei singoli partecipanti sono stati ottenuti da 3 dei 4 studi.

Non è stata riscontrata nessuna evidenza di una differenza di BCdVA a 6 mesi ( differenza media, -0.04; P=0.27 ); tuttavia, non vi erano prove di una differenza di BCdVA a 3 mesi a favore del peeling della membrana limitante interna ( differenza media, -0.09; P=0.02 ).

Ci sono state evidenze di un effetto favorevole del peeling della membrana limitante interna per quanto riguarda la chiusura del foro maculare, primaria ( odds ratio, OR=9.27; P minore di 0.00001 ) e finale ( OR=3.99; P=0.02 ), e la minore necessità di un ulteriore intervento chirurgico ( OR=0.11; P minore di 0.00001 ), senza evidenza di una differenza tra i gruppi per quanto riguarda le complicazioni intraoperatorie o postoperatorie o i risultati riferiti dai pazienti.

Il peeling della membrana limitante interna è risultato essere altamente vantaggioso.

In conclusione, le evidenze disponibili supportano il peeling della membrana limitante interna come trattamento di scelta per i pazienti con foro maculare a tutto spessore idiopatico di grado 2, 3 e 4. ( Xagena2014 )

Spiteri Cornish K et al, Ophthalmology 2014;121:649-655

Oftalm2014

Leggi altri commenti
Leggi altri commenti

Profilo del medico - Prof. Massimo Nicolò

Prof. Massimo Nicolò
Nome:
Massimo Nicolò
Comune:
Genova
Provincia:
GE
Azienda:
Clinica Oculistica Università di Genova, Ospedale Policlinico San Martino Genova
Professione:
Oculista
Specializzazione:
Oftalmologia
Contatti/Profili social:
sito web facebook
Domanda al medico
Prof. Nicolò, parliamo di retinopatia diabetica: come evolve da non proliferante a proliferante? Quali sono i rischi per la vista e le possibili terapie?
   
Strumenti Discussione



Adesso sono le 14:02 PM.




Powered by vBulletin® Version 3.8.7
Copyright ©2000 - 2020, vBulletin Solutions, Inc.
Content Relevant URLs by vBSEO 3.6.0 PL2

Per offrirti il miglior servizio questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni qui.

X