Connect With Us

Facebook Twitter Google Pinterest YouTube
Home > Salute: consigli del medico, esperienze dei pazienti > Psicologia e psicoterapie > Problemi sessuali e di coppia > crisi coppia grave
Segna Forum Come Letti

   

crisi coppia grave

fiordalisetta
 

ciao!
è la prima volta che scrivo... la mia situazione è davvero un gran pasticcio, non riesco a parlarne apertamente con nessuno. provo a farlo qui...
sposata con più bambini ancora piccoli, dalla diversi anni praticamente non ho più fatto sesso con mio marito.
penso che non abbiamo mai avuto una grande intesa sessuale ma ora semrba proprio tutto irrecuperabile. la mia sensazione è che lui non lo sappia fare, non sia proprio portato per il sesso, non mi fa sentire una donna desiderabile, non c'è sensualità quando lo si fa....
quest'estate per la prima volta mi sono chiesta se è gay (ma non credo). in questi anni ho quasi sperato mi tradisse per vedere se migliorava qualcosa confrontandosi con magari del sesso fatto meglio, più disinibito....
non sopporto più che mi tocchi, per quel poco che lo fa.... è come se mi toccasse una donna o mio fratello,.....
l'ho anche tradito varie volte, perche' davvero on ce la faccio più.

e per il resto "fa" il marito/padre perfetto (cioe' lo è, davvero è una brava persona, mentr eio mi sento una traditrice str.... e lo sono, ovviamente), inchiodandomi con la sua "bonta", impendendomi lo scontro, il conflitto, la rabbia.

sto impazzendo e sono disperata.
che ne dite?


MIGLIOR COMMENTO
Gregorio.Loverso
Citazione:
Originariamente Inviato da fiordalisetta Visualizza Messaggio
ciao!
è la prima volta che scrivo... la mia situazione è davvero un gran pasticcio, non riesco a parlarne apertamente con nessuno. provo a farlo qui...
sposata con più bambini ancora piccoli, dalla diversi anni praticamente non ho più fatto sesso con mio marito.
penso che non abbiamo mai avuto una grande intesa sessuale ma ora semrba proprio tutto irrecuperabile. la mia sensazione è che lui non lo sappia fare, non sia proprio portato per il sesso, non mi fa sentire una donna desiderabile, non c'è sensualità quando lo si fa....
quest'estate per la prima volta mi sono chiesta se è gay (ma non credo). in questi anni ho quasi sperato mi tradisse per vedere se migliorava qualcosa confrontandosi con magari del sesso fatto meglio, più disinibito....
non sopporto più che mi tocchi, per quel poco che lo fa.... è come se mi toccasse una donna o mio fratello,.....
l'ho anche tradito varie volte, perche' davvero on ce la faccio più.

e per il resto "fa" il marito/padre perfetto (cioe' lo è, davvero è una brava persona, mentr eio mi sento una traditrice str.... e lo sono, ovviamente), inchiodandomi con la sua "bonta", impendendomi lo scontro, il conflitto, la rabbia.

sto impazzendo e sono disperata.
che ne dite?


Salve,
mi sembra che il tema di discussione sia il calo o la scomparsa del desiderio erotico nel rapporto di coppia. Alla base del calo o della scomparsa del desiderio erotico ci sono ovviamente fattori di carattere personale e di carattere generale; e spesso, queste due categorie di fattori, sconfinano l'una nell'altra. Per quanto attiene ai fattori personali, si tratta di capirli riflettendo sulla nostra storia magari insieme ad un professionista. Invece, si può provare a dire qualcosa su quelli di carattere generale.
Ebbene, Eros è innanzitutto desiderio di conoscenza, e, prima ancora, di conoscenza carnale. L'Altro, sconosciuto, può attivare dentro di noi delle spinte molto potenti. Per esempio, delle belle gambe accavallate che mostrano e allo stesso tempo nascondono l'oggetto del nostro desiderio di conoscenza, mobilitano nella nostra mente fantasie desideranti. Siamo sempre stati attratti dal mistero: lo vogliamo penetrare e vogliamo farci da esso penetrare. Se le cose stanno davvero così, e la nostra antropologia ci dice che stanno così, che fine può fare il nostro desiderio di conoscere nell'ambiente domestico della coppia dove tutto ci sembra noto e ripetitivo? A questo punto, però, la domanda che ci dobbiamo porre è un'altra: siamo davvero sicuri di conoscere a fondo il/la nostro/a partner al punto da non provare più per lui o lei nessuna attrazione e interesse? Noi non conosciamo veramente l'Altro, per il semplice fatto che l'Altro è inconoscibile anche a se stesso. Allora perché a un certo punto, al culmine dell'innamoramento, ci vogliamo illudere di averlo oramai conosciuto? Forse perché non possiamo stare tutta la vita nel "disordine" e "disequilibrio" della passione amorosa. E allora stacchiamo la spina. Credo che su questi punti bisognerebbe riflettere.
Prof. Gregorio Loverso
Medico-Psicoterapeuta
Cell. 3776989993
email: gregorio.loverso@gmail.com
__________________
Prof. Gregorio Loverso
Medico-Psicoterapeuta
Autore del libro Narciso e i due volti di Eros
Cell. 3776989993
email: gregorio.loverso@gmail.com
Leggi altri commenti
capigo
 

Il problema sei tu che vedi nero,forse non sai davvero quello che vuoi,hai preferito tradirlo anzichè parlare con lui,non sei soddisfatta comunque,hai i sensi di colpa e nulla è migliorato.Io ti consiglio di parlargli apertamente,magari lascia indietro i tradimenti,proponi una terapia di coppia e sappi che in tutte le coppie passano i cattivi pensieri,ma bisogna affrontarli,se stai cosi' farai sempre i paragoni e vivrai male,due sono le cose o fai qualcosa per rimetteri in carreggiata oppure tronca almeno non ti senti con la coscienza sporca,penso anche un'altra cosa magari lui è piu' timido e ha paura di proporti determinate cose,osa tu per prima,cerca di sedurlo,almeno potrai dire c'ho provato.Ti rispondo cosi' perchè parlo dai miei lunghi 28 anni di matrimonio trascorsi con tanti problemi e anch'io tante volte ho pensato:se non lo avessi sposato,ma che succedeva,io pensavo male e lui mi ricambiava con tanto amore.Questi sono periodi cosi',i bambini ,le responsabilita',tante cose messe insieme.Cerca di ricoradre quello che vi ha unito.Auguri.

Damia
 

C'è l'indole caratteriale, se è sempre stato così è impossibile pensare che di punto in bianco cambi.
Tra l'altro qualcosa di buono deve avercelo avuto se ci hai fatto "vari" bambini, no?
Poi dici che ti "inchioda" con la sua bontà.
Ma ti pare poco avere vicino un buon marito, un buon padre, una brava persona?
Io proverei un dialogo, sempre tenendo presente che sai quello che lasci, ma non quel che trovi e valutando se me la sento di rischiare una famiglia per del sesso migliore.

sunray
 

Citazione:
Originariamente Inviato da fiordalisetta Visualizza Messaggio
ciao!
è la prima volta che scrivo... la mia situazione è davvero un gran pasticcio, non riesco a parlarne apertamente con nessuno. provo a farlo qui...
sposata con più bambini ancora piccoli, dalla diversi anni praticamente non ho più fatto sesso con mio marito.
penso che non abbiamo mai avuto una grande intesa sessuale ma ora semrba proprio tutto irrecuperabile. la mia sensazione è che lui non lo sappia fare, non sia proprio portato per il sesso, non mi fa sentire una donna desiderabile, non c'è sensualità quando lo si fa....
quest'estate per la prima volta mi sono chiesta se è gay (ma non credo). in questi anni ho quasi sperato mi tradisse per vedere se migliorava qualcosa confrontandosi con magari del sesso fatto meglio, più disinibito....
non sopporto più che mi tocchi, per quel poco che lo fa.... è come se mi toccasse una donna o mio fratello,.....
l'ho anche tradito varie volte, perche' davvero on ce la faccio più.

e per il resto "fa" il marito/padre perfetto (cioe' lo è, davvero è una brava persona, mentr eio mi sento una traditrice str.... e lo sono, ovviamente), inchiodandomi con la sua "bonta", impendendomi lo scontro, il conflitto, la rabbia.

sto impazzendo e sono disperata.
che ne dite?



doversti chiudere una delle due. mi pare sia contro il regolamento aprire due discussioni uguali.

comunque...anche qui: ne hai parlato con lui? è a conoscenza della tua insoddisfazione?

Unatratanti
 

Ciao,
so bene che la storia non si fa con i se e con i ma, eppure mi domando e ti domando, come hai fatto a trascurare una cosa così importante come l'intesa sessuale nella scelta di sposare tuo marito? Addirittura poi hai fatto più figli con lui, rinsaldando così il vostro legame.
O forse lui prima non era così? Perchè l'hai sposato? Perchè era un buon uomo? Pensavi di poterlo accettare anche se non entusiasmante? Pensavi di cambiarlo?
Non te lo chiedo come provocazione, te lo chiedo per aiutarti a riflettere.
Quest'uomo come dici tu è un pò la vittima numero del vostro matrimonio; tu sei la numero 2. Lui è felice? Te lo sei chiesto? A lui va bene così?
Ci sono persone che non hanno grandi entusiasmi a letto, e altre che ne hanno anche troppi. Non siamo tutti uguali, e sarebbe buona cosa trovare un complice, un simile. Infatti sono certa che molte donne troverebbero tuo marito eccezionale; ci sono donne sessualmente spente e svogliate che desiderano solo un uomo che le lasci in pace.
Presumo che almeno ci sia dell'affetto tra voi; io ripartirei da quello, cercando di coltivare degli interessi con lui, prendendola diciamo un pò alla lontana, perchè spesso la lontananza fisica è sintomo di lontananza anche emotiva. Cerca di recuperare un affiatamento mentale, da lì prova a vedere se le cose migliorano anche a letto. Ovviamente ci vuole impegno, da parte tua e sua, e ovviamente mi auguro che tu la smetta di tradirlo. Troppo facile trovare consolazione con un uomo che non vuole fare altro che sesso, e troppo ingiusto verso il tuo di uomo che da quello che scrivi merita come minimo la tua onestà e il tuo rispetto.

giglio80
 

ho un'amico in una situazione simile .
beh la storia è ben più complicata perché sono coinvolta , anche lui ha una vita sessuale scarsa e senza soddisfazione e ha provato varie volte a smuovere la moglie , ma nemmeno un terapeuta da cui sono andati ha risolto nulla , anzi lei si è rifiutata di continuare perché bloccata psicologicamente a parlare di sessualità e quindi stava male e non sono più andati , ma il risultato è stato che lui ha cominciato a sbarellare prima per una e poi per l'altra e negli anni ha avuto 2 o 3 cotte per altre donne .
non ho idea fin dove si sia spinto perché non ho voluto saperlo ma subito ritorna in carreggiata perché è una persona molto credente e cerca aiuto tra i religiosi per farsi guidare e ricordare che la famiglia ha sempre il primo posto su tutto !!!
anche sulle proprie pulsioni !!
parlarne con lui potrebbe non risolvere la cosa ma è comunque la cosa giusta da fare , provaci almeno e cerca di capire quali sono i motivi del suo atteggiamento .

giglio80
 

il disordine , il disequilibrio della passione amorosa sono sfibranti , non si può bruciare in eterno , ci si consuma.
ecco perché a un certo punto ci si trova non più innamorati della persona che si ha accanto .
è una specie di salvavita , si cerca la serenità , e a quel punto nella coppia ci dovrebbe essere un'unione fatta di complicità e rispetto .
ma spesso a quel punto si trova solo egoismo , e si finisce nel classico triangolo .

Leggi altri commenti
   
Strumenti Discussione



Adesso sono le 18:29 PM.




Powered by vBulletin® Version 3.8.7
Copyright ©2000 - 2020, vBulletin Solutions, Inc.
Content Relevant URLs by vBSEO 3.6.0 PL2

Per offrirti il miglior servizio questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni qui.

X