Connect With Us

Facebook Twitter Google Pinterest YouTube
Home > Salute: consigli del medico, esperienze dei pazienti > Psicologia e psicoterapie > Problemi sessuali e di coppia > Cerco conforto, problemi personali/dicoppia
Segna Forum Come Letti

   

Cerco conforto, problemi personali/dicoppia

Lorelai82
 

Ciao a tutti/e, ho scritto già in altri forum...inondo la rete con la mia storia, so che sbaglio probabilmente ma mi sento così male che non so dove sbattere la testa. Non capisco, o forse la questione è più semplice di quello che sembra e non lo accetto. In poche parole, sono 9 mesi che sono in crisi. Prima di iniziare la storia d'amore col mio attuale compagno (sono sei anni che siamo insieme), ero una ragazzina alla prima relazione, che portava con sé problemi di autostima, senso di inadeguatezza, problemi con suo padre e quel senso di angoscia presente in ogni situazione che la faceva sentire fuori posto, come se non avrebbe mai potuto vivere come gli altri. Poi arriva lui, 12 anni più grande. Mi sento diversa, tutto cambia, ci troviamo benissimo, tutto avviene molto naturalmente, quasi conviviamo dopo pochi mesi. Io studio, ma sempre molto svogliatamente, mi piace fare molte cose ma mi stufo subito, sono creativa ma poi mi prende sempre quel senso di inadeguatezza, mi sento sempre stupida, bambina. Lui realizzato, bravissimo, con una famiglia "sana" alle spalle. Comunque lui è l'unica cosa della mia vita bella e faccio tutto per noi, vivo per noi, seguo lui ovunque, perché io mi sento uno schifo, quella che vorrebbe fare chissà cosa ma poi non si muove, non fa. Compio 30 anni e inizio a sentirmi strana, vedo i miei invecchiare, vedo me invecchiare, ho trovato un lavoro (anzi me l'ha trovato lui) ma non riesco a farlo, troppo difficile per me, ci provo ma non va, continuo perché dove mando i cv non mi rispondono e cado un pò in depressione. Le sensazioni brutte si fanno dei mostri, vedo gli altri felici, realizzati...e io?cosa sono?che farò?chi sono? si aggiunge a tutto questo il mio sentirmi bambina, non una donna. Non ho detto che in sei anni non sono riuscita ad avere un rapporto completo, arrivo a quel momento e mi impanico, come se potessi perdere una parte di me stessa, come se dovessi cambiare e questo mi crea dolore psicologico. Mi decido ad andare in terapia e dopo due sedute succede che crollo, non voglio più stare con lui. Mi crolla il mondo addosso. L'ultimo anno non era stato dei migliori con lui, in realtà mi sentivo messa da parte e ciondolavo per casa tutto il giorno alla ricerca di qualcosa da fare.La psicologa continua a dirmi che il punto è che io sono insoddisfatta di me, che non trovo una strada mia e addosso a lui tutti i miei problemi, lui che è il porto sicuro, l'appoggio, il riferimento. Vedo in lui quella che non voglio più essere. Non riesco ad avere sensazioni positive se penso a noi nel passato, solo tristezza e voglia di non ripetere quelle cose. Ma non riesco a lasciarlo, solo a scriverlo mi viene voglia di urlare di dolore. Eppure mi sento distante anni luce, non riesco a vedere cosa non va tra noi, quali incompatibilità ci possano essere ...forse perché non riesco a definire nemmeno me stessa. Mi sento solo uno schifo, non riesco a sentire la mia voce, ho rifiuto di me e sto male per noi. Mi sento come se non fossimo più noi, quella ragazza di prima non c'è piu e non so chi è quella di adesso.
Ho tanto sconforto e dolore dentro. Vorrei solo dormire...abbracciata a lui, per sempre

MIGLIOR COMMENTO
Manuela756
Ciao,
leggendo la tua storia,concordo con quanto ha detto la psicologa,ossia che "il punto è che tu sei insoddisfatta di te, non trovi una strada tua e addossi a lui tutti i problemi, lui che è il porto sicuro, l'appoggio, il riferimento".
Certo,questo momento di crisi economica non aiuta nessuno,anzi,uccide i nostri sogni,me compresa.
Hai provato,in riferimento al rapporto con lui,a parlargli di come stai?
E se si cosa ha risposto?
Saresti disposta ad andare in terapia con lui,in modo da lottare insieme per la vostra felicità?
Questo momento che stai vivendo può essere passeggero oppure protrarsi nel tempo,perchè in primis deve partire da te,cioè devi sentire tu di volerci provare.
Ciao
Leggi altri commenti
Leggi altri commenti
   
Strumenti Discussione



Adesso sono le 15:02 PM.




Powered by vBulletin® Version 3.8.7
Copyright ©2000 - 2019, vBulletin Solutions, Inc.
Content Relevant URLs by vBSEO 3.6.0 PL2

Per offrirti il miglior servizio questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni qui.

X