Connect With Us

Facebook Twitter Google Pinterest YouTube
Home > Salute: consigli del medico, esperienze dei pazienti > Psicologia e psicoterapie > Problemi sessuali e di coppia > Io, lei e il (suo) calo del desiderio...
Segna Forum Come Letti

   

Io, lei e il (suo) calo del desiderio...

morfeo2015
 

Ciao a tutti. Seguo da anni questo forum ma questo è il mio primo messaggio.
Non avevo mai sentito la necessità di scrivere ma questa volta, forse per sfogarmi o forse per raccontarlo a qualcuno o forse nella speranza di ricevere qualche consiglio utile (anche se ci credo poco son sincero) ho pensato di buttarmi nell'arena.
Io e mia moglie siamo sposati da qualche anno ma stiamo insieme da 15. Abbiamo uno stupendo bimbo di 1 anno e mezzo mentre io ho quasi 40 anni e lei 35. Siamo, credo, una bella coppia, lei magra e molto bella e io... bè è un pò imbarazzante parlare di me, diciamo che me la cavo e che mi tengo sempre in forma.
Il problema di cui volevo scrivere, come si evince dal titolo, riguarda il calo del desiderio che sta conoscendo mia moglie. In questi casi i temi son sempre piuttosto ritriti: il bimbo piccolo che porta via intimità, tempo ed energie; la stanchezza di lavorare 8 ore al giorno e poi dover riassettare la casa... e cose così. In realtà per quanto sono fermamente convinto che queste siano valide argomentazioni non posso anche non essere convinto che questi stringi stringi siano solo (o in parte) degli alibi. Magari può sembrare un'affermazione forte ma probabilmente coltivando un certo pregiudizio da sempre ora non riesco a pensarla diversamente. Il pregiudizio riguardava la nascita del ns stupendo bimbo. Ho visto e conosciuto decine di coppie di amici che hanno visto sfiorire la propria intesa sessuale e, spesso, la propria intesa amorosa e la propria storia dopo aver deciso di mettere al mondo un figlio. E' sempre stata la mia paura, forse perchè - sebbene per tutt'altri motivi - anche i miei genitori si lasciarono quando ero piccolo e inevitabilmente un figlio si sente sempre colpevole di ciò, almeno in parte. E per quanto il raziocinio mi dica di no, è un'esperienza che inevitabilmente si "interiorizza". Per anni ne ho parlato con lei, "mettendo le mani avanti" ma... pare non essere servito a molto.
Facciamo un passo indietro. Io e la mia compagna abbiamo sempre avuto due modi di intendere la sessualità abbastanza diversi, io esuberante, con una libido sempre piuttosto alta e una grande voglia di sperimentare cose nuove, lei più tradizionale nei modi e nelle esigenze e con una libido un pò più bassa. In 15 anni ci siamo già trovati ad avere - inevitabilmente - dei momenti di rallentamento della frequenza e dell'intensità dei ns rapporti ma siamo sempre riusciti a superarli grazie al forte amore che ci ha sempre unito. Ho sempre pensato che siamo una bella coppia, unita e complementare. Certo invecchiando a me sarebbe piaciuto magari aumentare la qualità della ns sessualità e ho sempre pensato che una donna passando gli anni solitamente perde le inibizioni, le ... mentali', i tabù degli anni più verdi e... sì probabilmente ho sempre covato qualche aspettativa al riguardo. Insomma, malgrado sia - immodestamente, mi scuso - piuttosto ambito ho sempre fatto della lealtà e della fedeltà un dogma e conosco realmente pochi, pochissimi amici che, nelle mie medesime condizioni abbia mantenuto la barra così dritta ma, oggi, comincio ad avere pensieri diversi sempre più spesso. Infatti oltre che a rarefarsi sempre di più la frequenza dei rapporti sta scadendo anche la qualità dei medesimi. Spesso ho l'impressione che lei mi faccia un favore o quasi nel concedersi, e per una persona orgogliosa e consapevole del proprio valore come me è una cosa mooolto avvilente e frustrante. In questi casi la prima cosa che salta è la complicità: mi piaceva raccontarle le mie fantasie e ancor di più mi piaceva ascoltare le sue, ora... non accade semplicemente più. Per fare ciò serve tanta intesa e tanta fiducia e adesso semplicemente non trovo le condizioni. Poi ci sono dei piccoli dettagli, cavolate siamo chiari, ma nel sesso i dettagli eccome se fanno la differenza. Ad esempio io adoro le calze autoreggenti, lei lo sa benissimo... gliene ho regalate un paio 1 anno fa, poi ancora 6 mesi fa... secondo voi le ha messe anche solo 1 volta? Ebbene no, nè per fare un giretto assieme, nè semplicemente per fare l'amore. Insomma, nella mia semplicioneria di uomo la trovo una cosa sconcertante, cavolo ma che gli costa?! Gliel'ho ricordato ... volte con grande garbo e tatto ma niente. Ho provato a dare una piccola scossa alla ns sessualità acquistando qualche toys (di grande qualità) ma, sebbene abbia apprezzato e li utilizzi la situazione generale non è cambiata. Non manco mai di farle piccoli regali, di regalarle attenzioni, coccole, massaggi ai piedi (pfff), parole dolci pur senza diventare un tappetino e dimostrando parimenti la mia personalità. Certo, malgrado nei lavori domestici mi dia da fare potrei aiutarla di più e me lo sono ripromesso ma davvero basterà ciò per ritrovare intesa, desiderio, intensità, frequenza?
Ma soprattutto mi chiedo, le mie aspettative di una - seppur realistica - evoluzione del ns rapporto non mi usureranno e non rischieranno di minare il ns rapporto. Questa cosa mi turba perchè io con lei sta bene e, anche dopo 15 anni sento di amarla profondamente. Ma non sono abituato a raccontarmela e da molto tempo viaggio sotto le mie aspettative e rinuncio ad appagarle, questo ulteriore downgrade rischia di far saltare un equilibrio che ci ha resi felici.
Quindi cari signori, se pensate di avere qualche consiglio da darmi son tutt'orecchi: voglio fortemente proteggere la mia relazione ma altrettanto vorrei vivere serenamente la mia sessualità senza rinunce castranti e pure senza - chiedo troppo? - rinunciare ad una evoluzione della medesima verso qualcosa di più appagante anche per me. Vi chiedo scusa se non sono entrato nel dettaglio dei miei desideri ma volevo mantenere il tono del discorso un pò più alto...
Se a qualcuno andrà di dirmi la propria opinione lo ringrazio fin da ora.
Ciao.

MIGLIOR COMMENTO
Cindyil
sicuramente dovendo accudire un bambino di un anno sarà stanca....però io credo che se il partner mostra forte il proprio desiderio...la donna si accende....parla meno e guardala di più negli occhi.. per me è il desiderio che si nota negli occhi di lui che accende la donna..non occorre massaggiarle i piedini..magari soffre pure il solletico e le dai fastidio..nè fare regali..o aiutarla in casa..anzi aiutare in casa...sembra che faccia male all'erotismo dell'uomo ,,,magari evita di guardare *****...altrimenti la tua fantasia vola...
__________________

Quelli belli come noi fan l'amore in un sorriso lontano ed indeciso che non capiresti mai.

Leggi altri commenti
morfeo2015
 

a dire il vero il bimbo lo accudisco anche io, ad esempio ogni mattina oltre al lun e al ven tutto il giorno lo tengo io perchè il mio lavoro me lo permette. i massaggi ai piedi le piacciono da matti, sguardi non gliene faccio mai mancare e se nn l'aiuto in casa (nn siamo nell'800...) poi tocca sorbirmi la sua - giusta - incazzatura e le offro l'alibi del 'sono stanca'.
ma grazie della risposta cindyil

morfeo2015
 

Sì, gliene ho parlato a viso aperto, con tatto ma anche in maniera esplicita.
Adesso vediamo come và, neanche a dirlo ieri sera una volta tornata a casa... si è data da fare come da tempo nn succedeva.
Certo una rondine nn fa primavera ma incrocio le dita e speriamo di riuscire a disincagliarci.
Spero nn sia però solo la paura di vedersi tradita o di perdermi.
Grazie per le risposte.

Cindyil
 

Citazione:
Originariamente Inviato da morfeo2015 Visualizza Messaggio
a dire il vero il bimbo lo accudisco anche io, ad esempio ogni mattina oltre al lun e al ven tutto il giorno lo tengo io perchè il mio lavoro me lo permette. i massaggi ai piedi le piacciono da matti, sguardi non gliene faccio mai mancare e se nn l'aiuto in casa (nn siamo nell'800...) poi tocca sorbirmi la sua - giusta - incazzatura e le offro l'alibi del 'sono stanca'.
ma grazie della risposta cindyil

ti ho detto ciò...perchè avevo letto una ricerca in proposito...fatta da ricercatori uomo e donna..

http://www.lastampa.it/2013/01/31/sc...SI/pagina.html

shirshasana
 

il mio primo pensiero è stato: come può una persona pensare che l'intesa sessuale migliori negli anni?

mi spiego: un conto è migliorare nei primi tempi della conoscenza, altra cosa è pensare che a distanza di 15 anni ci siano margini di miglioramento, chiamiamoli così.

da qui la seconda domanda: com'era la vostra intesa precedentemente? una coppia generalmente ha i propri rituali"sicuri" cioè quei percorsi del piacere a cui attinge facilmente, siete consapevoli dei vostri?

ultima domanda: tua moglie sa che questo"cambiamento" potrebbe rovinare il vostro matrimonio?

morfeo2015
 

Citazione:
Originariamente Inviato da shirshasana Visualizza Messaggio
il mio primo pensiero è stato: come può una persona pensare che l'intesa sessuale migliori negli anni?

mi spiego: un conto è migliorare nei primi tempi della conoscenza, altra cosa è pensare che a distanza di 15 anni ci siano margini di miglioramento, chiamiamoli così.

da qui la seconda domanda: com'era la vostra intesa precedentemente? una coppia generalmente ha i propri rituali"sicuri" cioè quei percorsi del piacere a cui attinge facilmente, siete consapevoli dei vostri?

ultima domanda: tua moglie sa che questo"cambiamento" potrebbe rovinare il vostro matrimonio?
Ti dico perchè penso ciò. In primis credo che una donna passata una certa età (vogliamo dire esemplificando dopo i 35?) perda certe inibizioni giovanili e viva la propria sessualità con maggiore consapevolezza ed emancipazione. Difficile negare ciò, non credi? Gli esempi abbondano. In seconda battuta, prova a dare un'occhiata ad un sito di incontri per adulti, non quelli per single ma quelli per 'coppie' che cercano qualche esperienza erotica con altre coppie e affini, noterai che il 70-80% degli annunci sono di coppie ultraquarantenni. Segno, a mio avviso, che evidentemente hanno raggiunto una maturità che gli consente di provare esperienze che prima magari erano solo oggetto di fantasie ma che l'età ha reso 'praticabili'. Ora dimmi, secondo te l'intesa sessuale di costoro non si può considerare aumentata? Ecco questi sono alcuni dei motivi che mi hanno fatto pensare a ciò. Poi sono sicuro che certe emozioni straripanti solo una 'nuova compagna/o' può dartele ma, egualmente, a me piacerebbe continuare ad affinare l'intesa con la mia attuale compagna. Compagna che ho scelto, che amo, che mi eccita e che rappresenta ciò che voglio per la mia vita.
Per rispondere alla tua seconda domanda, c'è stata - come dicevo nel mio primo post - sempre una certa differenza di libido e magari di fantasie, più tranquilla e tradizionale lei, più attivo e fantasioso io ma alla fine si è sempre trovato un equilibrio 'accettabile' e appagante credo per entrambi. Con gli inevitabili alti e bassi.
Infine per rispondere alla tua ultima domanda... credo proprio di sì, e spero proprio che sia solo un momento passeggero nella ns lunga storia d'amore. Io ho fiducia, anche se ogni tanto mi cala la catena
ciao

shirshasana
 

sono d'accordo solo in parte, nel senso che l'età incide nella misura in cui il sesso è un esperienza che vuoi viverti. la maturità è utile allo stesso modo. se il sesso è religione vuoi conoscerne molti aspetti e la maturità/età ti fanno spingere oltre certi limiti. se il sesso non è mai stata la tua religione la vedo difficile.

è raro che una donna tradizionale diventi fantasiosa, che una con libido bassa diventi vogliosa.....solo con il passare del tempo. è più probabile che rimanga tale.

ma forse è solo un calo passeggero, capita nella vita.

buona vita

morfeo2015
 

Citazione:
Originariamente Inviato da shirshasana Visualizza Messaggio
sono d'accordo solo in parte, nel senso che l'età incide nella misura in cui il sesso è un esperienza che vuoi viverti. la maturità è utile allo stesso modo. se il sesso è religione vuoi conoscerne molti aspetti e la maturità/età ti fanno spingere oltre certi limiti. se il sesso non è mai stata la tua religione la vedo difficile.

è raro che una donna tradizionale diventi fantasiosa, che una con libido bassa diventi vogliosa.....solo con il passare del tempo. è più probabile che rimanga tale.

ma forse è solo un calo passeggero, capita nella vita.

buona vita
se nn si parlasse di me sarei daccordo con te.
cosa vuoi che ti dica, speriamo...
buona vita anche a te.

shirshasana
 

ma non si stava parlando di tua moglie?

cmq, si perché no...speriamo, è gratis!

Cindyil
 

Citazione:
Ti dico perchè penso ciò. In primis credo che una donna passata una certa età (vogliamo dire esemplificando dopo i 35?) perda certe inibizioni giovanili e viva la propria sessualità con maggiore consapevolezza ed emancipazione.
secondo me si...far l'amore sempre con lo stesso partner subentra molta intimità....cioè ci si abbandona completamente all'altro..hai fiducia e quindi pure il sesso diventa molto coinvolgente e fantasioso...magari se da sempre c'è stata molta intesa..cioè se son sempre stati molto libidinosi fin dall'inizio..

Leggi altri commenti
   
Strumenti Discussione



Adesso sono le 09:49 AM.




Powered by vBulletin® Version 3.8.7
Copyright ©2000 - 2020, vBulletin Solutions, Inc.
Content Relevant URLs by vBSEO 3.6.0 PL2

Per offrirti il miglior servizio questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni qui.

X