Connect With Us

Facebook Twitter Google Pinterest YouTube
Home > Pianeta famiglia > Vita in famiglia: genitori, figli e non solo > Alla ricerca di un bimbo > Perdite leggere 11 po
Segna Forum Come Letti

   

Perdite leggere 11 po

EffiBriest
 

Ciao,
mi sono appena iscritta, anche se ultimamente leggo spesso il forum, visto che sto provando ad avere un bimbo, in realtà da pochissimo. Ho 42 anni ed è la prima volta che provo, mi sento come un'adolescente che deve ancora imparare tutto. Voi vi leggo espertissime, tanto che alcune cose neanche le capisco
Arrivo al punto.
Ieri sera mi sono arrivate delle perdite con 3 giorni di anticipo rispetto alla mestruazione (sono piuttosto regolare) e sono circa all'11 po (dico circa perché potrei anche essere al 10 o 12), non mi illudo e vorrei aspettare l'eventuale ritardo del ciclo per fare il test, l'unico problema è che sto prendendo delle medicine per gastrite e ernia iatale che poi in gravidanza non dovrei prendere più. La ginecologa mi ha detto di aspettare esito positivo per smetterle, quindi la mia domanda è: mi conviene fare test domani per sicurezza riguardo alle medicine (ho preso clearblue so che può funzionare con un po' di anticipo) o aspetto il 17 e pazienza per questi due o tre giorni di medicine?

Grazie in anticipo!

MIGLIOR COMMENTO
Minerva75
Citazione:
Originariamente Inviato da EffiBriest Visualizza Messaggio
Ciao,
mi sono appena iscritta, anche se ultimamente leggo spesso il forum, visto che sto provando ad avere un bimbo, in realtà da pochissimo. Ho 42 anni ed è la prima volta che provo, mi sento come un'adolescente che deve ancora imparare tutto. Voi vi leggo espertissime, tanto che alcune cose neanche le capisco
Arrivo al punto.
Ieri sera mi sono arrivate delle perdite con 3 giorni di anticipo rispetto alla mestruazione (sono piuttosto regolare) e sono circa all'11 po (dico circa perché potrei anche essere al 10 o 12), non mi illudo e vorrei aspettare l'eventuale ritardo del ciclo per fare il test, l'unico problema è che sto prendendo delle medicine per gastrite e ernia iatale che poi in gravidanza non dovrei prendere più. La ginecologa mi ha detto di aspettare esito positivo per smetterle, quindi la mia domanda è: mi conviene fare test domani per sicurezza riguardo alle medicine (ho preso clearblue so che può funzionare con un po' di anticipo) o aspetto il 17 e pazienza per questi due o tre giorni di medicine?

Grazie in anticipo!
Ciao.
Personalmente aspetterei il 17 e farei , eventualmente , un test sierologico, più sicuro e affidabile.
__________________
Le mani che aiutano sono più sante delle labbra che pregano (R.G.Ingersoll)

Ricordo a tutti gli utenti e ai nuovi iscritti,prima di aprire una nuova discussione,di utilizzare la funzione "CERCA"
e di attenersi al Regolamento generale del Forum e di Sezione
Leggi altri commenti
EffiBriest
 

Grazie... e pensi che le medicine posso usarle per qualche giorno ancora, essendo, nel caso, molto all'inizio?

Minerva75
 

Citazione:
Originariamente Inviato da EffiBriest Visualizza Messaggio
Grazie... e pensi che le medicine posso usarle per qualche giorno ancora, essendo, nel caso, molto all'inizio?
Guarda, in questo caso, non mi prendo responsabilità perché non sono un medico.
Chiedi alla ginecologa.

Per quel che può valere una semplice considerazione personale, un paio di giorni in più nell'assunzione dei farmaci non cambiano di molto la situazione.
Non è che , se c'è gravidanza, c'è dal momento in cui fai il test,ma da già da almeno una settimana ,periodo in cui hai comunque assunto le pillole.....
Non so se mi spiego.
Oggi ho qualche problema nell'esprimermi.......

EffiBriest
 

No no chiarissimo, grazie.

Leggi altri commenti

Profilo del medico - Dr. Mario Fadin

Dr. Mario Fadin
Nome:
Mario Fadin
Azienda:
Centro Medico Sempione, Milano
Professione:
Ginecologo, Direttore Sanitario del Centro Medico Sempione di Milano
Specializzazione:
Ostetricia e Ginecologia
Contatti/Profili social:
email sito web facebook
Domanda al medico
Dr. Fadin, è vero che le voglie della futura mamma riflettono specifiche esigenze alimentari del nascituro? E che, se non vengono soddisfatte, il piccolo potrebbe risentirne e perfino avere macchie sulla pelle?ì
Le dicerie che riguardano le voglie materne nascono dalla constatazione che nel primo trimestre di gravidanza la donna manifesta talvolta un cambiamento dei gusti alimentari e fa richieste di cibo inusuali. È un fenomeno fisiologico dovuto all’azione degli ormoni dell’attesa, che causano le nausee.

Questa constatazione ha suggerito l’idea che sia lo stesso nascituro a chiedere determinati alimenti inducendone il desiderio nella madre e che la sua richiesta vada soddisfatta per evitare conseguenze, come la comparsa di macchie sulla pelle del bambino alla nascita, che altro non sono che angiomi.

È un’idea che non ha alcun fondamento.

   
Strumenti Discussione



Adesso sono le 09:09 AM.




Powered by vBulletin® Version 3.8.7
Copyright ©2000 - 2019, vBulletin Solutions, Inc.
Content Relevant URLs by vBSEO 3.6.0 PL2

Per offrirti il miglior servizio questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni qui.

X