Connect With Us

Facebook Twitter Google Pinterest YouTube
Home > Salute: consigli del medico, esperienze dei pazienti > Allergologia e Immunologia > Possibile intolleranza al pesce?
Segna Forum Come Letti

   

Possibile intolleranza al pesce?

jess75
 

Buongiorno, vorrei sottoporvi quanto mi è successo per avere un vostro parere. L'altra sera in un pizzeria ho preso una pizza gourmet (con lievito madre) farcita con pomodoro, mozzarella, cipolla caramellata, fagioli cannellini e palamita in olio cottura, un rifacimento di tonno, fagioli e cipolla in pratica. Pochi minuti dopo aver terminato la cena, ho iniziato ad avvertire molto caldo, tachicardia, sentivo il cuore battere dietro la testa e le orecchie incandescenti. Gli amici che erano con me hanno anche detto che ero molto rossa in viso e nel collo, avevo le braccia rosse a chiazze. Una volta arrivata a casa sono dovuta correre in bagno e poi un po' ho anche vomitato. Specchiandomi ho visto che nel collo avevo molte macchie rosse. Il mattino dopo non avevo più nulla. Non ho avuto nè crampi, nè mal di pancia, avevo invece mal di testa. Secondo voi è stata una intolleranza al pesce? premetto che in vita mia non ho mai avuto sintomi del genere nè sono mai stata allergica nè intollerante a nulla. Grazie a tutti

MIGLIOR COMMENTO
Gilda2014
Bè a me sembrano sintomi dovuti al pesce..Ma hai mangiato tante altre cose..Non saprei dirti con certezza ma sicuramente è uno sfogo allergico.
Leggi altri commenti
Leggi altri commenti

Profilo del medico - Dr. Filippo Fassio

Dr. Filippo Fassio
Nome:
Filippo Fassio
Comune:
Firenze, Pistoia e Lucca
Professione:
Medico Chirurgo, Specialista in Allergologia ed Immunologia Clinica
Specializzazione:
Allergologia ed Immunologia Clinica, Dottore di Ricerca in Medicina Clinica e Sperimentale
Contatti/Profili social:
sito web facebook twitter linkedin
Domanda al medico
Dr. Fassio, come distinguere una vera intolleranza al lattosio da una più “semplice” difficoltà a digerire latte e derivati?
In realtà è molto probabile che questi siano due aspetti della stessa situazione, solo che in alcuni soggetti i sintomi sono molto intensi e si manifestano anche dopo assunzione di piccole quantità di lattosio, mentre in altri i sintomi sono più lievi e si manifestano solo con assunzione di quantità più elevate. Il percorso diagnostico, tuttavia, non si differenzia ed in entrambi i casi può essere consigliabile eseguire i test diagnostici, ovvero il breath test con lattosio oppure il test genetico per identificare una non persistenza dell’enzima lattasi. Leggi tutto
   
Strumenti Discussione



Adesso sono le 02:53 AM.




Powered by vBulletin® Version 3.8.7
Copyright ©2000 - 2019, vBulletin Solutions, Inc.
Content Relevant URLs by vBSEO 3.6.0 PL2

Per offrirti il miglior servizio questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni qui.

X